• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Alcuni anni fa abbiamo scoperto di avere un proprietario in più. Sul momento rinunciammo {ero appena diventata nuova condomina} a fare qualsiasi passo.
In questo periodo, dovendo mettere mano alle parti comuni, sta ritornando fuori questo problema.
Con delega, in qualità di proprietaria, ho inviato un Geometra a cercare in catasto la planimetria delle parti comuni {il Condominio é di prima del 1960} ed è venuto fuori che non esiste perché prima del 1960 non era obbligatorio consegnare detto quadro nell'allora Mod. 6.
Come si fa a verificare se questa persona ha comprato una parte condominiale, come ha fatto e chi gliela
ha venduta? Io ho letto che in assenza di unanimità non è possibile fare una cosa simile. Visto che dobbiamo autodenunciarci per una SCIA non presentata nei termini, tanto vale sistemare il tutto in Catasto!?!?
In attesa di risposta e/o consiglio, grazie e buona notte.
Bianca Maria
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
La SCIA è cosa troppo recente perchè esistesse nel 1960.

La proprietà si desume da un titolo ...quindi spetta al proprietario produrre atto (rogito).
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
La SCIA è cosa troppo recente perchè esistesse nel 1960.

La proprietà si desume da un titolo ...quindi spetta al proprietario produrre atto (rogito).
Con le nuove regole, lAmm.ce non dovrebbe possedere tutte le planimetrie dei proprietari? Se è così, noi condòmini possiamo chiedere di visionarle???
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Quale "nuova" regola impone il "posesso" delle planimetrie delle parti private?
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
L'ammm deve avere il nominativo e codice fiscale di tutti i proprietari, e i dati catastali di ogni proprietà, non le planimetrie.

Ma da una visura catastale del condòmino sospetto potete risalire all'atto di provenienza.

Mi sembra comunque strana la tua ipotesi: le parti comuni solitamente sono il tetto, le scale, il suolo: difficilmente includono unità immobiliari: salvo tu intenda i locali dell'ex portineria. Ma se la casa originariamente era di un solo proprietario potrebbe non averla mai messa i comune.
 

Sabrina Procicchiani

Membro Junior
Amministratore di Condominio
l'amministratore deve avere l'elenco dei "sub" e sapere per ogni unità immobiliare i dati dei proprietari/usu/conduttori etc...
fra i sub avrete anche i beni comuni censiti e non censiti, comuni a tutti o a parte di voi etc....
IL CATASTO NON è PROBATORIO è SOLO INDICATIVO
es ho un fabbricato dove nell'elenco "sub" c'è una cabina della luce e risulta parte comune
l'altro giorno una signora mi dice che gira voce che il proprietario della cabina della luce ci farà un bar
con una sola telefonata ho appreso 1) che non è più una cabina della luce 2)che x tutti è degli ex costruttori
eppure nell'ultimo atto di vendita di una unità immobiliare ho trovato che gli hanno venduto anche la quota parte di questa cabina, evidentemente il notaio come me, credeva al catasto
Cosa farò ?
alla prossima assemblea chiederò ai condòmini l'autorizzazione a cercare il primo rogito del palazzo, perchè il condominio nasce quando i proprietari divengono minimo due e in quel momento si INDIVIDUANO le parti comuni, dovrò trovare che A vende a B l'appartamento e anche quota millesimale delle parti comuni fra cui il sub cabina elettrica. Se B non ha comprato la cabina elettrica, questa è rimasta di proprietà di A, quindi dovrò cercare se per sbaglio l'ha venduta in quota millesimale a c, d, e, ... fino a terminare la prima vendita di ogni unità immobiliare scoprendo se A ne è rimasto proprietario fino ad oggi
Eventuali rogiti di B,C,D,E etc... fatti successivamente in cui eventualmente il notaio ha indicato come venduta anche la quota cabina, non hanno per quella parte, nessun valore se B, c, d, e etc... a suo tempo non l'avevano acquistata da A originario proprietario di tutto l'immobile
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
eppure nell'ultimo atto di vendita di una unità immobiliare ho trovato che gli hanno venduto anche la quota parte di questa cabina, evidentemente il notaio come me, credeva al catasto
Se nell'atto di X è riportata la vendita di quota parte della cabina da parte di A (originario proprietario/costruttore)...allora questo è un punto fermo: X è proprietario di quota della cabina.
Sono gli "atti" che qualificano il diritto di proprietà.
Senza contare che anche fosse stato venduto ciò che non apparteneva ad A...il "possesso" per 10 anni da parte dell'acquirente, in buona fede, vale come usucapione.
 
Ultima modifica:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto