1. CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Ennio A. Rossi

    Ennio A. Rossi Membro Junior

    Commercialista
    Chi apre la partita IVA nel 2015 può aderire con la dichiarazione di inizio attività al nuovo regime dei minimi.

    Dal 2015 i contribuenti che intendono avviare una nuova piccola impresa o attività professionale ( anche di amministrazione condominiale) potranno accedere subito al nuovo regime dei minimi introdotto dalla Legge di stabilità 2015 direttamente al momento della richiesta di apertura della partita IVA.

    L’Agenzia delle Entrate chiarisce, infatti, che, fino all’approvazione e pubblicazione del modello aggiornato della dichiarazione di inizio attività, per usufruire del nuovo regime semplificato basterà barrare la casella prevista per l’adesione al precedente “Regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità, previsto dall’art 27, commi 1 e 2 del Dl n. 98/2011”.

    In questo modo, con un semplice segno di spunta sul modello, le nuove partire IVA che intendono esercitare in forma individuale, con ricavi o compensi tra 15mila e 40mila euro (a seconda del tipo di attività economica) potranno avvantaggiarsi di un sistema di favore con meno adempimenti e meno imposte da pagare.

    Nuovi minimi, i vantaggi del nuovo regime
    Il nuovo regime forfetario per i piccoli contribuenti è stato introdotto dalla Legge di stabilità 2015 ed entra in vigore dal 1 gennaio 2015. L’imposta unica, che sostituirà IRPEF, addizionali regionali e comunali e IRAP, sarà ad aliquota fissa del 15% sul reddito imponibile determinato forfettariamente sulla base dei ricavi o dei compensi.

    Tra i vantaggi che derivano dall’adesione al nuovo regime, nessuna ritenuta d’acconto da applicare ed esonero dal versamento dell’IVA e dai principali adempimenti, come, ad esempio, l’obbligo di registrazione e di tenuta delle scritture contabili. Inoltre nessun limite temporale per la permanenza nel regime e nessun limite di età per accedere. Chi si avvale del regime per avviare una nuova attività, infine, beneficerà di un’ulteriore riduzione di 1/3 del reddito imponibile per i primi 3 anni.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 4 Febbraio 2015
    A Susy e Il Custode piace questo messaggio.
  2. dolly2015

    dolly2015 Membro Junior

    Commercialista
    L’art 10 co. 12-undecies del D.L.192/2014 (Decreto “Milleproroghe”) convertito dalla Legge n. 11/2015, ha prolungato ancora per tutto il 2015 la possibilità di applicazione del vecchio regime dei minimi con aliquota sostitutiva al 5%, il che rappresenta un'alternativa al regime forfetario introdotto dalla Legge di Stabilità 2015.
    Pertanto, per chi intende iniziare una nuova attività nel corso di quest’anno può decidere se applicare:

     
  3. Laura G.

    Laura G. Nuovo Iscritto

    Amministratore di Condominio
    Bene...bene! Limiti di età?
    Grazie e un saluto a tutti!
     
  4. dolly2015

    dolly2015 Membro Junior

    Commercialista
    Non esistono limiti di età.
    Per il regime agevolato di vantaggio (prorogato a tutto il 2015 con aliquota sostitutiva al 5%) i contribuenti sotto i 35 anni di età possono continuare a usufruirne oltre i 5 anni, fino al compimento del 35° anno.
     
  5. Laura G.

    Laura G. Nuovo Iscritto

    Amministratore di Condominio
    Grazie!!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi