• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Daneb

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Buongiorno a tutti.
Io e mio marito siamo tra i primi tre acquirenti di un edificio di nuova costruzione.
Fino ad ora abbiamo comprato solo in tre e il palazzo contiene 20 appartamenti.

Noi tre siamo noi, il nostro vicino e il costruttore del palazzo che sta vendendo gli appartamenti, quindi al momento lui è proprietario di 18 appartamenti su venti, almeno finchè non li venderà.

Noi e i nostri vicini vorremmo che il condominio venisse costituito anche se la maggior parte degli altri appartamenti non sono stati ancora venduti, in quanto ci sono delle parti comuni da pulire e manutenere e delle spese da sostenere, oltre al fatto che ci sentiremmo più sicuri di avere un gestore dei conti terzo rispetto al costruttore che lo sappia anche fare come mestiere.

Possiamo ottenere che il condominio sia costituito "ufficialmente" e nel caso cosa dobbiamo fare? Quali documenti servono? A chi ci dobbiamo rivolgere?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Il Condominio è già costituito nel momento che il primo compratore ha firmato il rogito d'acquisto.

Finche non vi sono almeno 9 proprietari di unità diverse non potete nominare "obbligatoriamente" un Amministratore ne avete solo facoltà se tutti concordano.
Potete comunque "registrare" il Condominio presso l' AdE facendovi rilasciare il Codice Fiscale.

Prima di "indottrinarti" con altre "amenità" devi chiarire una questione: ri risulta che al rogito si sia menzionato un Regolamento di Condominio?
Te ne è stata fornita copia?
Solitamente i costruttori lo fanno redigere facendovi inserire una norma che gli consente l' esenzione dalle spese Condominiali (in tutto o in parte) che per Legge può valere al massimo per 2 anni dal primo rogito.
Verifica se soiano state redatte anche le tabelle millesimali.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto