• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Elio

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Spettabile Condominiopro.it

Buongiorno, sono inquilino da 12 anni di un appartamento situato nella cintura di Torino. La locazione è regolata dal contratto 4 + 4 sempre registrato. A gennaio del 2017 il proprietario mi ha inviato una R.R. in cui scriveva che intendeva vendere l’appartamento e chiedeva se ero intenzionato al suo acquisto. Nel caso non mi interessasse, mi comunicava che alla scadenza naturale del contratto, il 31/10/2017 non lo avrebbe più rinnovarlo. Mi misi subito alla ricerca di un nuovo appartamento e lo trovai in costruzione adattissimo alle mie esigenze, disponibile dal 01/09/2017. A metà febbraio inviai al proprietario una R.R. per disdire il contratto di locazione. Scrissi che i sei mesi di preavviso sarebbero partiti il 01/03/2017 ed che avrei lasciato l’appartamento libero da persone e cose il 31/08/2017. In seguito incontro il proprietario di casa e chiacchierando, mi parla di alcuni obblighi nei confronti suoi e del condominio. Mi dice che la contabilità condominiale si chiude il 31/12/2017 e per cui alcune spese relative ai consumi condominiali come l’acqua dell’appartamento, dei giardini, elettricità delle zone comuni, pulizia scale ecc., normalmente ripartite tra tutti i condòmini, le dovrò pagare io nel caso non subentrasse qualcuno nel mio appartamento. Premetto che gli appartamenti non hanno il contatore dell’acqua per cui quando l’amministratore riceve dall’ acquedotto le bollette dei consumi, divide l’importo tra le persone del condominio ed assegna la quota corrispondente ad ogni famiglia. Per le bollette dell’acqua per i giardini, dell’energia elettrica per le luci condominiali e l’ascensore, la quota a condòmino è funzione dei mm dell’appartamento. La spesa annuale per la pulizia scale e cortili è riportata sul consuntivo spese annuale redatto dall’amministratore. A me non sembra giusto pagare per tutto l’anno queste spese. Corrisponde al vero quanto sostenuto dal proprietario di casa oppure è una bufala? Esiste davvero un articolo del regolamento di condominio o del codice civile che avvalora questa tesi ? Ritengo molto strane queste richieste e vorrei sapere se corrispondono al vero quindi devo rispettarle o mi vogliono spennare come un pollo. Ero convinto di dover pagare giustamente fino al rilascio dell’appartamento cioè fino al 31/08/2017 e non anche per i 4 mesi in cui vivrò altrove. Con una semplice proporzione avrei determinato quanto giustamente pagare. Ringrazio per il tempo che mi accordate e resto in attesa di una Vs. risposta. . Cordiali Saluti
Elio
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Quanto ti ha raccontato il locatore è frutto della sua fantasia. (alias bufala).

Tu hai il diritto/dovere di pagare le spese condominiali di tua competenza, che di prassi non sono "tutte" le spese (ad esempio il compenso dell'amministratore sarebbe escluso) salvo diverso accordo contrattuale.
Quindi se il contratto decade il 31/8 ti competono solo quanto "maturato" nei primi 8 mesi.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto