• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

P

pianograziano

Ospite
Buonasera a tutti, sto iniziando da qualche tempo ad avvicinarmi alle tematiche di tipo condominiale. Una diversità che ho riscontrato esaminando dall'esterno l'attività di alcuni amministratori di condominio è la seguente: alcuni ricevono il pubblico in ufficio tenendolo aperto ogni giorno, accettano il pagamento delle rate condominiali oltre che mediante bonifico anche via assegno bancario, addirittura in contanti; mentre altri asseriscono che non fanno "attività di sportello", ricevono in ufficio solo fornitori ed i condòmini ma solo per questione di una certa entità, non accettano pagamenti di rate condominiali tramite contanti o assegno, notificando che il pagamento va effettuato solo tramite lo sportello bancario.
Da un lato credo che tale criterio possa essere condivisibile, (molte persone vanno in ufficio dall'amministratore perché non hanno molte cose da fare) ricevere la gente ogni giorno è una perdita di tempo, ma al tempo stesso garantisce un contatto e un affiatamento con i condòmini molto più sostenibile.
Cosa ne pensate?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Discussioni Simili...

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto