• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Gianfranca Tremiglio

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Buongiorno, mi trovo in un condominio in cui l'accesso, sia pedonale che carrabile, avviene attraversando una percorso coperto. L'altezza di questo androne non consente l'ingresso di mezzi di soccorso come ad esempio quelli in dotazione dei VVFF. Il quesito è: non essendo a norma, la copertura cosi com'è, per il rifacimento c'è bisogno dell'adesione del 100% dei condòmini in quanto parte comune strutturale? Oppure si può procedere diversamente trattandosi di un miglioria che ci consentirebbe di scongiurare eventuali problemi futuri?
Grazie anticipatamente
 

davideboschi

Membro Junior
Altro Professionista
Non è il mio campo, ma mi pare che per queste questioni il documento fondamentale è il CPI (Certificato di Prevenzione Incendi).
Se avete quello, formalmente siete a posto.

Se poi volete dotarvi di sicurezze ulteriori, potete fare quello che volete, incluso allargre e alzare l'androne di ingresso per poter entrare con ambulanze e anche camion.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Buongiorno, mi trovo in un condominio in cui l'accesso, sia pedonale che carrabile, avviene attraversando una percorso coperto. L'altezza di questo androne non consente l'ingresso di mezzi di soccorso come ad esempio quelli in dotazione dei VVFF. Il quesito è: non essendo a norma, la copertura cosi com'è, per il rifacimento c'è bisogno dell'adesione del 100% dei condòmini in quanto parte comune strutturale?
Lamenti problema di "altezza" ma non spieghi quanto lungo sarebbe tale "tunnel".
Errato parlare di "non conformità" salvo che tale manufatto sia stato realizzato successivamente e senza Permesso di Costruire.

Per una eventuale (e forse inutile) modifica ...basta delibera votata dalla canonica maggioranza del 50%+1
 

Gianfranca Tremiglio

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
L'altezza minima di passaggio consentita per i mezzi di soccorso è 4m., nel nostro caso ci sono 2:70m. Non è conforme per via dell'altezza. Ecco il quesito: se si dovesse verificare un incendio nella parte più interna del condominio e i mezzi non possono arrivarci chi risarcisce? Se è vero come sollevato da un condòmino il tema della maggioranza assoluta?
 

davideboschi

Membro Junior
Altro Professionista
Non è conforme per via dell'altezza
Siamo alle solite. Lo chiamerò l' "artigianovirus20".
L'artigiano che ne è contagiato, non appena entra in un immobile, dice che di tutto quello che vede niente è a norma, e ti fa il conto di quanto dovresti spendere per metterlo a norma. Ovviamente a fare il lavoro (e la fattura) è lui.

Come dimostra @Gianfranca Tremiglio , gli amministratori di condominio e i condòmini stessi non sono immuni da questo virus.

Ribadisco che le norme, salvo casi specialissimi, non sono mai retroattive. Se lo sono, lasciano abbondante tempo per gli adeguamenti.
Ne consegue che se qualcosa è stato realizzato prima che la norma entrasse in vigore, non si è obbligati a metterlo a norma.

Per sapere se è o non è conforme, la domanda non è quale è il requisito di norma ORA. Questa è la domanda che fa l'artigiano contagiato dal virus.

La domanda è se l'androne era a norma quando è stato costruito.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Che la vita è breve e non serve arrabbiarsi che lo facciano gli altri
Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
Alto