• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Zerthy

Membro Junior
Condòmino proprietario
In 30 anni mai accaduto e poi improvvisamente ecco che la vita nell'ufficio che ho messo a reddito divente invivibile a causa di un fortissimo odore di fumo di sigaretta che entra dalla griglia di aspirazione del bagno. L'amministratore, sollecitato da me, ha constatato di persona la gravità della situazione ma per ora, dopo due mesi, non si è trovata la causa che porta il fumo del tabagista del piano di sotto nella mia proprietà. Le ricerche tramite elettricista continuano ma intanto il mio conduttore sostiene che non riesce più a lavorare in quelle condizioni. Se dovesse intraprendere un'azione legale chi ne risponderebbe? Ovviamente la colonna dì aspirazione dei bagni dei vari piani è condoniniale così come è condominiale la ventola generale nel sottotetto e le varie ventole in ogni bagno.
 

Gianco

Membro Junior
Geometra
Evidentemente la ventola è posizionata male, perché dovrebbe aspirare e non permettere l'immissione di gas provenienti dalla canna di ventilazione.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Se dovesse intraprendere un'azione legale chi ne risponderebbe?
Tu quale locatore...con possibilità di rivalsa/chiamata in causa sul/del Condominio.

Se le prese d'aria sono "centralizzate" e nella consuetudine che le singole ventole si attivano solo a luce presente ...allora è pacifico che i "fumi" di chi sta sotto possano defluire negli ambienti di chi sta sopra (specie in certe giornate).


Per ovviare momentaneamente puoi fare tenere sempre attiva la ventola del tuo locatario (inevitabili minimi costi in bolletta).

Ogni presa dovrebbe essere dotata di valvola antiritorno.
 

Zerthy

Membro Junior
Condòmino proprietario
Tu quale locatore...con possibilità di rivalsa/chiamata in causa sul/del Condominio.

Se le prese d'aria sono "centralizzate" e nella consuetudine che le singole ventole si attivano solo a luce presente ...allora è pacifico che i "fumi" di chi sta sotto possano defluire negli ambienti di chi sta sopra (specie in certe giornate).


Per ovviare momentaneamente puoi fare tenere sempre attiva la ventola del tuo locatario (inevitabili minimi costi in bolletta).

Ogni presa dovrebbe essere dotata di valvola antiritorno.
Ho chiesto oggi ad un avvocato per sapere come muovermi e per avere un'idea di costi e mi ha detto che, essendo l'impianto di aspirazione centralizzato e condominiale, il conduttore perde tempo e soldi se agisce contro di me e che io dovrei invitarlo ad agire inizialmente con una lettera di un legale inviata all'amministratore. Punto 2: a quanto dice il tecnico che ha fatto una ispezione video del canale di aspirazione e che ha controllato il funzionamento della ventola di aspirazione generale nel sottotetto, tutto funziona regolarmente, ma l'odore di fumo esiste, è forte ed invade anche i corridoi condominiali dei 3 piani.
 

Gianco

Membro Junior
Geometra
Se l'impianto è d'aspirazione non può essere di espirazione, quindi vuol dire che manca delle valvole o apparati di ritegno che non permettano il rientro dei miasmi dalla condotta che da aspirante diventa espirante. L'impianto è difettoso o altrimenti lo è il manutentore!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto