• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Ataualpa

Membro Ordinario
Altro Professionista
Prossimamente terremo una assemblea condominiale starordinaria per decidere se autorizzare o meno l'allaccio di due nuove utenze alla fossa biologica condominiale. Per chiarire meglio, il condominio si compone di vari appartamenti e fondi commerciali. Il proprietario di un fondo, attualmente senza bagno, vorrebbe allacciarsi alla rete idrica e portare lo scarico alla fossa biologica condominiale, mentre un appartamento lo vorrebbero frazionare, fare altri due bagni e collegarli alla fossa biologica.
Vorrei sapere se i proprietari di questi immobili hanno diritto ad allacciarsi alla fossa indipendentemente dalla volontà del condominio e se l'aggravio per le spese per la svuotatura delle stesse sia eventualmente possibile addebitarla a loro. La domanda trae origine dal fatto che per molti anni il condominio è andato avanti con una svuotatura annuale della fossa biologica mentre, in seguito a vari frazionamenti (da un appartamento ne sono stati creati 5 con relativi bagni), attualmente ci troviamo a dover svuotare la fossa 2 volte l'anno con il raddoppio della spesa precedente.
Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Chi fa parte del Condominio (o Supercondominio) ha sempre diritto ad usufruire degli impianti comuni quindi di allacciarsi agli scarichi a proprie spese purché tecnicamente pissibile.

Alla spesa di "svuotatura" parteciperanno anche i nuovi allacciati si che la maggior frequenza viene compensata da più paganti.
 

Ataualpa

Membro Ordinario
Altro Professionista
Grazie per la solerte risposta. Tecnicamente dovranno attraversare un androne condominiale e passare sotto il pavimento di una cantina; fa qualche differenza? Ormai credo che tecnicamente sia possibile realizzare qualsiasi opera se uno ha disponibilità di spesa.
Per quanto riguarda la maggior frequenza della svuotatura delle fosse biologiche che viene compensata da più utenti paganti, nel caso del frazionamento a cui accennavo sopra, non è stato affatto così. Da un grande appartamento con due bagni ne hanno realizzati 5 piccoli con relativi bagni (ovviamente per affitti brevi a stranieri) collegandoli agli scarichi preesistenti con il semplice risultato che loro guadagnano dagli affitti (i millesimi sono rimasti li stessi) e noi paghiamo il doppio per la svuotatura delle fosse.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto