• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

evergian

Membro Junior
Ragioniere
Buongiorno,
avrei bisogno di un chiarimento in merito all'Anagrafe Condominiale dopo l'entrata in vigore del GDPR e cioè se è ancora possibile chiedere all'amministratore l'accesso a tale registro ed eventualmente chiederne una copia ovviamente a proprie spese.
Io l'ho chiesta la consultazione ma lui me l'ha negata adducendo che con la nuova privacy non è possibile in quanto ci sono troppi dati sensibili. Non mi ha convinto ma il chiarimento di voi esperti mi farà capire meglio se gli articoli del c.c. 1129-1130 e 1130bis non contano più.
Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
non è possibile in quanto ci sono troppi dati sensibili.

Stupidaggini.
Se vi fossero "dati sensibili" il Condominio e l'amministratore dovrebbero chiedere speciali autorizzazioni.

Il Registro Anagrafico Condominiale non deve contenere "dati sensibili" e come tutti i registri condominiali deve essere a libera consultazione di tutti i condòmini/proprietari.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Con certi soggetti (troppo presi da se stessi e dal ruolo che coprono) il "dialogo" non ha effetto.
Devi decidere fino a che punto sei disposto (o siete) a "finanziare" le inevitabili spese che la Legge concede:
1-chiedi formale accesso ai documenti condominiale anche per estrarne copia a mezzo Raccomandata RR alla francese fissando un termine (10/15 gg) oltre il quale avvisi che procederai per vie legali
2-dai incarico ad un legale che prima ripeterà invito bonario e poi procederà con citazione a giudizio
3-vi coalizzate per trovare una maggioranza che sostituisca il mandatario.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto