• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Zerthy

Membro Junior
Condòmino proprietario
Buon giorno a tutti. Sono un proprietario di appartamento in un piccolo condominio di 3 appartamenti gestito da un amministratore nominato a partire dall'inizio di quest'annno. In assemblea abbiamo deliberato che io, essendo in pensione, avrei curato la pulizia delle scale, del cortile ed avrei potato le piante in giordino e tagliato l'erba. La soluzione che è stata approvata sarebbe stata quella di pagarmi con i voucher. Io ho svolto i miei compiti ed ho puntualmente mandato un preventivo , anch'esso approvato, ed un conteggio per farmi pagare. La cifra è inferiore ai mille euro. Ma ora i voucher non ci sono più. Emetterei anche fattura per prestazioni occasionali, però so benissimo che occasionali non sono le mie prestazioni. A me andrebbe benissimo qualsiasi soluzione a meno che non mi si chieda di aprire partita IVA perché per circa mille euro all'anno non mi metto certo nella situazione di avere oneri notevolmente superiori. Mi è stato detto che sono imminenti nuove soluzioni, qualcuno sa dirmi quali sono ? Grazie ed evviva sempre l'incertezza!
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Intanto nemmeno i voucher erano "leciti" per le tue mansioni.

Non puoi emettere "fattura" perché sei privo di partita IVA.
Semmai "ricevuta" per prestazione occasionale (occhio ad indicare opportuno lavoro "non ripetitivo") con marca da bollo e ritenuta d'acconto.
Visto che avete un amministratore certe cose dovrebbe saperle.
 

Zerthy

Membro Junior
Condòmino proprietario
Grazie della risposta Dimaraz, in effetti sono che ho sbagliato il termine , intendevo ricevuta con ritenuta d'acconto. Il problema secondo il n/ amministratore è l'assicurazione , lui dice che se mi capita qualche infortunio durante i lavori la responsabilità ricadrebbe su di lui. Ma io sono a casa mia e nessuno mi può vietare di, ad esempio, potare le piante. Quindi potrei sollevare l'amministratore da ogni responsabilità con una scrittura privata. E per il pagamento potrei emettere ricevuta per prestazione occasionale. Esiste comunque un problema dato dal fatto che la ricevuta dovrei emetterla ogni anno. Potremmo alternarci io e mia moglie, ma possibile che non ci sia un modo legale per ovviare al problema lasciato dalla scomparsa dei voucher?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Ripeto.
I "voucher" non potevano essere utilizzati per una "mansioni" ripetute e durature come quelle che tu hai descritto.

Le responsabilità per eventuali infortuni non si risolvevano atuomaticamente perchè usavate i "voucher".

Comunque ed in ogni caso è sempre tutta questione della "volontà" delle controparti.
Se tu ti infortuni ma non denunci responsabilità altrui...nessuno andrà ad accusare il Condominio...solo che di questo tu non puoi fornire garanzia.
 
Ultima modifica:

Zerthy

Membro Junior
Condòmino proprietario
Bene. Avevo letto che nemmeno i voucher erano leciti, ma avevo tralascito di chiederti il motivo per non farti perdere tempo, imìnfatti mai sono stati usati : come ho scritto il lavoro è niziato da quest'anno e mai pagato. Attendiamo il 15 maggio , data indicata dal governo come termine per emettere le alternative ai voucher. Grazie
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto