• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

A

annamag4660

Ospite
Vorrei sottoporre il mio caso.
Ho richiesto, all'amministratore, il permesso di chiudere completamente, a mo di veranda, ( con una struttura
in alluminio e vetro dim. m. 3,90 x 1,40) un balcone della facciata retrostante che da nel cortile condominiale.
Il palazzo è del 1974, in periferia di Firenze e non è di pregio. A permesso ottenuto prenderò un professionista.
L'amministratore mi preavverte che una parte dei condòmini (l'assemblea generale si terrà a breve) si oppone.
Io gli faccio notare che esistono già due condòmini che hanno messo delle strutture analoghe. Uno mettendo
delle pareti ad angolo e l'altro facendo una chiusura completa di una porzione del balcone.
Ora queste strutture esistono da diverso tempo prima che arrivassi io e presumo che abbiano ottenuto il permesso, e se no non l'hanno mai contestato.
L'amministratore, che non era al corrente di queste due situazioni avvenute prima del suo ingresso, mi dice che
potrebbero opporsi perché la mia struttura è più grande, perché altera la facciata retrostante, perché tocca il decoro, i millesimi, ecc. ecc.
Ora Vi chiedo se possono fare differenza la mia situazione da quella esistente per opporre un rifiuto in base
alla grandezza o vale il principio che l'assemblea abbia concesso o tollerato l'esecuzione.
Non credo che l'assemblea l'abbia concesso (se l'ha concesso, chiederò eventuale verbale) con limiti di misura.
In attesa di un Vostro parere, Anna Maria.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Per il pregresso bisogna verificare i verbali precedenti...ma i proprietari potrebbero avere ottenuto il benestare dagli altri senza passare per una delibera.

In generale la chiusura di un balcone equivale a nuova cubatura...e non è detto che gli Uffici delegati concedano il permesso.
Proprio per la questione cubatura si configura, qualora esista del residuo edificabile, un abuso nei confronti degli altri proprietari che dovrebbero essere rimborsati qualora decidano di cedere quota parte del diritto.

Molto dipende dalle norme locali (in certe regioni sono vietate, in altre concesse con limiti ed in altre non fanno nemmeno "volume".

Se i precedenti hanno "chiuso" abusivamente e non condonato basta una denuncia perché arrivi la sanzione e il ripristino.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto