• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Angelo Palladin

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
I condòmini proprietari di giardini privati che con le loro piante sporcano o crea problemi di manutenzione alle parti comuni devono provvedere loro alla pulizia e/o alla manutenzione delle parti comuni a proprie spese (esempio foglie fiori ecc. del proprio giardino che sporcano i passaggi comuni rampa garage e vanno a finire negli scarichi delle acque piovane intasandoli) finora sono sempre stati puliti con la pulizia parti comuni e quindi ripartite fra tutti i condòmini.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Questione che dovrebbe essere risolta più dal buon senso e dalla civile convivenza.
Purtroppo la Legge su questo punto diventa molto "opinabile" regolando la questione con Articoli parecchio "generalisti" e "discrezionali".
Diventa sempre arduo dire di chi siano gli eventuali "rifiuti" e quando essi superino la soglia di "tollerabilità".
Cercate di trovare un accordo "bonario".
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto