• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Verpry

Membro Junior
Condòmino proprietario
Buongiorno a tutti,
nel parco in cui vivo, siamo un condominio di 52 unità abitative, negli ultimi anni di stanno verificando danni al manto stradale a causa delle radici dei pini che erano stati piantumati nel parco al momento della costruzione più di 30 anni fà. Recentemente sono stati abbattuti due pini in quanto ritenuti anche dalla forestale, pericolanti, oltre ad essere troppo vicini alle unità abitative. Vivo al piano terra e ho un giardino, all'esterno del quale vi è un pino che si sta rivelando fastidioso, tralasciando la quantità di aghi che puntualmente ritrovo nella mia proprietà e che mi costringono con una certa cadenza a disostruire le grate e gli scarichi per il deflusso dell'acqua, le radici stanno dissestando il manto stradale esterno al mio giardino, con bozzi e delle buche che in realtà sono disseminati un pò ovunque, essendo il parco contornato dai pini. Data la pericolosità, mio padre con disabilità al 100%, non riesce più a godere degli spazi comuni per l'abituale passeggiata che dovrebbe fare con deambulatore, e tra l'altro ci sono stati già due condòmini che sono caduti riportando lievi danni. La mia domanda è, posso chiedere all'assemblea il rifacimento del manto stradale? O vista la presenza degli alberi e delle radici è necessario verificare prima se sia necessario intervenire su questi?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Chiedere è sempre lecito... ma difficile pronosticare quale saranno le risposte.

Impensabile il taglio degli alberi (in teoria spesso serve via libera delle autorità competenti)... quanto alla riasfaltatura solo se si determina una maggioranza si potrà procedere.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto