• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

David

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Ciao a tutti. Abito in un villetta in una zona che quando ho comprato era piuttosto tranquilla ma che negli ultimi tempi è purtroppo bersagliata da furti anche in pieno giorno e con gli abitanti dentro casa.... e la cosa m fa davvero paura anche perchè spesso lascio la baby sitter con i miei due figli.

Mi sono un po' informato sull'installazione delle grate / inferiate alle finestre e alle porte per stare un po' più tranquillo ma non riesco a capire se a parte la questione dei bonifici e delle relative detrazioni che sicuramente farò, devo anche provvedere alla pratica edilizia in comune con relativa dichiarazione di inizio lavori.

Il mio vicino l'ha messe senza pensando che fossero intervent di edilizia libera. Nel caso fosse invece obbligatorio cosa può fare? La può fare tardiva o pagare una multa e mettersi in regola?

Quali sono le conseguenze se uno non dichiara l'inizio delle opere e non fa la pratica in comune per manufatti di questo genere?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Grate e inferriate non necessitano (al pari degli altri "serramenti") di permessi o denunce purchè non si alterino i fori esistenti.

Per quanto riguarda la detraibilità a mio avviso vi è molta confusione e spesso anche sedicenti esperti (non ultimo alcuni addetti allo sportello dell' AdE) rispondono in modo erroneo affermando che la detrazione spetta se la tipologia di intervento è indicata ...anche senza lavori di ristrutturazione.

Questo non corrisponde al vero visto che il lungo elenco di beni/lavori per i quali è ammessa detrazione è previsto sempre nell' ambito di un intervento di recupero edilizio (ristrutturazione).

Serve porre attenzione anche alla questione IVA...che molti applicano indistintamente al 10% su tutto l' importo dei lavori...mentre la cosa vale solo in parte nel caso di "beni significativi".

Le conseguenze possono essere "dolorose"...se la "pratica" viene verificata dall' addetto solerte e preparato.
 

giorgino

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
Oltre a quanto ben detto da @Dimaraz , tra i documenti che bisogna avere per usufruire dell'agevolazione per ristrutturazione edilizia, se i lavori da effettuare non richiedono come in questo caso concessioni o autorizzazioni comunali, occorre una dichiarazione sostitutiva di atto notorio in cui verranno indicate la data di inizio lavori dichiarando che la natura degli stessi rientrano tra quelli previsti dalle agevolazioni.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto