• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

musmau

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Salve, mi si è presentato dall'inizio dell'inverno un problema di formazione di condensa sui pavimenti prospicienti la zona nord dell'appartamento in cui vivo e che si trova al terzo piano si uno stabile degli anni 80,segnalo inoltre che il condòmino sottostante non utilizzando l'alloggio ha spento completamente i suoi termosifoni che sono dotati di valvole regolabili e contini in quanto l'impianto è centralizzato.
Domanda: può il mio vicino sottostante aver creato questo effetto dannoso tenendo spenti i termosifoni?
qualcuno è a conoscenza di qualche norma condominiale che regola questo comportamento e se vi è una temperatura minima obbligatoria?Grazie a tutti anticipatamente!!
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Molto plusibile anzi praticamente certo che il fenomeno sia imputabile alla condotta dell'unità sottostante.

Molti saranno i problemi che nasceranno dall'applicazione di criteri di riscaldamento diversi da quelli per cui erano stati progettati i vecchi edifici.

Il tuo vicino non può lasciare "gelare" la sua abitazione ...ma bisogna verificare per bene cosa è previsto nel vostro regolamento di condominio e come sia strutturato l'impianto.
Se avete il riscaldamento centralizzato dovrete comunque adeguarvi entro fine anno all'installazione di contacalorie, valvole termostatiche e, ripartitori etc. e chi progetta/realizza tali modifiche predispone le cose in modo tale che non si possa chiudere completamente il riscaldamento di una unità.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Dott. MM ha scritto sul profilo di gavino.
Carissimo,
Ho letto il Suo ultimo quesito sul forum, molto interessante come spunto di riflessione.
Alto