• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Franco1942

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Abito in un piccolo condominio di quattro unità, munito di regolare codice fiscale, l'amministratore nn c'è tenuto anche conto che, finora, le spese condominiali sono state decise di volta in volta a seconda delle necessità senza problemi e, con accordi scritti, all'unanimità.
Ora si rende necessario un restauro/riparazione del portone in legno dell'ingresso condominiale (compresa riverniciatura, stuccatura, sostituzione della serratura fuori uso e della molla chiudi porta) per una spesa di €600,00.
Ho sopposto vari preventivi a tutti i condòmini (compreso il sottoscritto siamo in 4) chiedendo di scegliere quello che ritenevano piu' idoneo e tre su quattro hanno firmato per accettazione quello sopradescritto di €600,00 redatto da una ditta già ampiamente sperimentata positivamente per lavori eseguiti in passato.

Un condòmino rifiuta di firmare in quanto, a suo dire, preferisce la sostituzione del portone con uno nuovo con una spesa notevolmente superiore al restauro (ci sono stati presentati preventivi al riguardo ed il meno costoso è nell'ordine di €5.500 , tra l'altro in PVC e non in legno e quindi non coerente con il resto degli infissi (porte garage, e tutti gli infissi sono in legno uguale al portone)
.
Tre condòmini ritengono la richiesta del "dissidente" un intervento assolutamente sproporzionato rispetto all'entità dei danni che ha subito il portone.

Il suddetto "dissidente" ha preso una posizione ferma al riguardo e ci ha comunicato verbalmente che lui non aderisce al restauro e che non intende provvedere ai costi per la parte che sarebbe di sua competenza.

Penso che lui sia comunque obbligato a pagare anche se non d'accordo tenuto conto che lui è assolutamente in minoranza.

Al momento non abbiamo fatto nessun passo formale per il rispetto di quanto deciso dalla maggioranza se non quello di presentargli per le vie brevi copia del preventivo (peraltro già a lui noto) con le firme di approvazione di tre condòmini.

Vi sarei grato se mi forniste suggerimenti su quali passi formali effettuare per arrivare a metterlo con le spalle al muro (pensavo ad una lettera raccomandata firmata dai tre condòmini con cui venga notificata la volontà della maggioranza a cui lui si doveva uniformare), tenuto anche conto che la cosa ha carattere di una certa urgenza in quanto la serratura del portone è guasta e non chiude..

p.s. non abbiamo fatto una vera e propria assemblea ma ci siamo limitati a scambio di corrispondenza per e.mail.

Grazie a tutti.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Confermo la correttezza del tuo pensiero.

Giusto per non dargli "appigli legali" convoca una assemblea tramite una Raccomandata RR alla francese dove fissi una data (almeno 15 gg o più) e precisi il motivo: deliberazione su manutenzione straordinaria portone ingresso condominiale.

Riunitevi e votate redigendo verbale di quanto deciso e del risultato del voto.
Se il "bastian contrario" non si presenta ...manda copia del verbale con richiesta di versamento anticipato della quota a titolo di acconto (sempre con Raccomandata RR alla francese).


Ps.
Trovo una divergenza spropositata fra i lavori elencati ed il costo di un nuovo.
5.500 Euro si giustificano con un portone di considerevoli dimensioni... ma allora 600 Euro sono un prezzo ridicolo per la sola riverniciatura senza contare serratura e chiudiporta.
 

Franco1942

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Grazie.
Preciso che si tratta di un portone di legno di 2,50 metri x 2.200, che ha bisogno solo di una raschiatura, qualche stuccatura e di una riverniciatura, niente di grave oltre alla sostituzione di una serratura che si trova su internet a circa €60,00 oltre ad un chiudiporta di €65.
I preventivi per un portone in PVC con serratura (certamente piu' solida) e chiudiporta arrivano anche a 6000 euro compreso IVA. ma non ne vale la pena anche perché risulterebbe differente e non omogeneo con il materiale degli altri infissi.
Grazie ancora per gli ottimi consigli, anche per la R.R. "alla francese" che mi ricorda la mia precedente attività. :)
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto