• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Theodore

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Buongiorno,
quest'anno abbiamo avuto parecchie difficoltà durante il riparto dei consumi dell'acqua potabile. Dopo molteplici lamentele da parte dei proprietari, abbiamo capito che qualche "bontempone" si è divertito a mischiare le targhette degli interni delle unità immobiliari, quindi i contatori non corrispondono più alle proprietà esclusive.
Risultato: persone che non abitano nel condominio si sono trovati consumi di acqua, anche elevati. E viceversa, ovvero proprietà abitate ma con consumi a zero. Oppure nuclei familiari di quattro persone che spendono 5 volte meno rispetto a persone sole.
Vi è mai capitata una cosa del genere? E, se si, come siete riusciti a ripristinare la situazione originale? Avete qualche idea su come sistemare il problema senza dover andare di casa in casa e fare le prove di apertura/chiusura dell'acqua?

Vi ringrazio fin da ora per ogni eventuale suggerimento.

Theo.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Evito commenti su quelli che chiami "bontemponi"...peccato sia impossibile smascherarli ma sarebbero perseguibili per reati penali.

Comunque "sprovveduti" a non aver "fissato" in modo inamovibile le targhette di identificazione...o ancora meglio inciso o scritto in modo indelebile i riferimenti.
Suggerisco di provvedere alla cosa e prendere alcune foto che rappresentino la "disposizione".

Il problema è la sistemazione del "passato"...se lo "scherzo" è riconducibile all'ultimo anno di gestione si potrebbero ricavare le quote riparametrando sugli anni precedenti.
Serve almeno la maggioranza ...meglio l'unanimità.
In alternativa si va a millesimi.
 
Ultima modifica:

Theodore

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
generalmente i libretti delle letture, hanno le schede nello stesso ordine dei contatori ... spesso riportano qualche numero di matricola ...
aggiungo che l'amministratore dovrebbe accorgersi quando gli appartamenti presentano consumi anomali ...
Ciao Sabrina,
purtroppo le schede non ci aiutano.
Sono state proprio le anomalie delle letture anomale a farci capire che c'era un problema. Dovremo controllarli uno x uno!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto