• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

cristiana.coppari

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Buonasera a tutti,
sono nuova del Forum e anche del mestiere purtroppo...
Nel ns. piccolo condominio, ognuno di noi fa l'amministratore a turno di anno in anno, quindi siamo tutti un po' inesperti.
Quest'anno mi tocca fare la CU 2017 per la ritenuta d'acconto operata alla ditta di pulizia delle fogne lo scorso anno, pensate una CU per sole € 6,67...
Cmq, mi sono letta tutte le istruzioni per la compilazione, ma ho dei dubbi sulle cifre da scrivere: la mia fattura è: imponibile € 166,67, IVA 22% € 36,67, totale € 203,34, ritenuta acconto 4% € 6,67 e netto da pagare € 196,67.
Quindi nella pagina 6 della CU: certificazione lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi, al punto 1 su Causale tipologia reddituale ho messo: W, al punto 2 su Anno: 2016, al punto 4 su Ammontare lordo corrisposto, ho messo 160,00 (perché le istruzioni parlano di "compenso corrisposto al netto dell'IVA eventualmente dovuta", ma sarà giusto?), poi al successivo punto 8 su Imponibile, io metterei l'imponibile fattura, ma le istruzioni dicono: "va indicato l'imponibile determinato dalla differenza tra l'ammontare lordo di cui punto 4 e le somme non soggette a ritenuta indicate nei punti 5 e 7" (che nel mio caso dovrebbero essere 0,00) e infine al punto 9 su Ritenute a titolo d'acconto ho messo 6,67.
Secondo voi è corretto? Al punto 8 dovrei mettere nuovamente 160,00? :riflessione: C'è qualcosa che non capisco e quindi sbaglio, mi sapreste aiutare, per favore???
Si accettano tutti i suggerimenti, grazie infinite!
Cristiana
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
A rigor di logica quanto hai descritto sulla compilazione è esatto...ma
prendi con le" molle" in quanto manco di esperienza diretta perchè delego ad uno Studio di Commercialisti tale incombenza.

Rilevo 2 questioni:
1-visto che poi i dati vanno trasmessi in forma telematica provvedete in proprio o tramite un "abilitato"? (fosse quest'ultima la soluzione allora credo che la compilazione di 1 modello con pochè voci potrebbe essere inclusa nel compenso (e vi togliete i pensieri viste le continue modifice delle norme)

2-parli di pulizia fognature...intendi fossa biologica?
In questo caso potevate chiedere fatturazione con aliquota IVA al 10%


Ps.
Nel ns. piccolo condominio, ognuno di noi fa l'amministratore a turno di anno in anno, quindi siamo tutti un po' inesperti.
Ho sempre sconsigliato tale svolgimento del ruolo in forma "ufficiale"...il malcapitato di turno si assume non poche responsabilità.
Siete una piccola realtà e se proprio volete risparmiare evitando un professionista meglio che non vi sia nessuna nomina ...la "turanzione" si può fare comunque e le responsabilità saranno equamente ripartite fra tutti.
 

cristiana.coppari

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Buongiorno ,
ti ringrazio Dimaraz per la risposta. Per rispondere alle 2 questioni:
1- la trasmissione dei dati in forma telematica all'Agenzia delle Entrate, la faccio personalmente, altrimenti si, avrei fatto fare tutto all'intermediario;
2- per quanto riguarda il discorso dell'IVA può anche essere vero, a noi ci hanno fatto (cito la descrizione in fattura) "Lavori di pulizia tubazioni con passaggio di sonda idrica e lavaggio finale", perciò non ho idea se potevamo chiedere il 10%.

Ho sempre sconsigliato tale svolgimento del ruolo in forma "ufficiale"...il malcapitato di turno si assume non poche responsabilità.
Siete una piccola realtà e se proprio volete risparmiare evitando un professionista meglio che non vi sia nessuna nomina ...la "turanzione" si può fare comunque e le responsabilità saranno equamente ripartite fra tutti.
Questo invece è un discorso che mi interessa, e lo vorrei proporre alla prossima Assemblea Condominiale, però non ne so molto. Cmq siamo 8 condòmini.
Potresti gentilmente spiegarmi al lato pratico come funziona, perché noi abbiamo dichiarato all'Agenzia delle Entrate il codice fiscale di chi sta in carica quell'anno, e poi l'anno successivo, andiamo a fare la variazione del codice fiscale del nuovo Amministratore; nel caso della "turnazione" cosa dovremmo comunicare all'Agenzia delle Entrate?
Grazie, buona giornata!
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
2- per quanto riguarda il discorso dell'IVA può anche essere vero, a noi ci hanno fatto (cito la descrizione in fattura) "Lavori di pulizia tubazioni con passaggio di sonda idrica e lavaggio finale", perciò non ho idea se potevamo chiedere il 10%.
Se non vi hanno rilasciato una bolla per il trasporto/smaltimento dei reflui allora significa che è stato un intervento di disotturazione/pulizia...e in tal caso niente IVA agevolata.

Potresti gentilmente spiegarmi al lato pratico come funziona, perché noi abbiamo dichiarato all'Agenzia delle Entrate il codice fiscale di chi sta in carica quell'anno, e poi l'anno successivo, andiamo a fare la variazione del codice fiscale del nuovo Amministratore; nel caso della "turnazione" cosa dovremmo comunicare all'Agenzia delle Entrate?
Se fate ogni anno la variazione all' AdE significa che vi presentate con il verbale della delibera di nomina.

Basterà che invece di una nomina come "amministratore" vi presentiate con una indicazione di "rappresentante" che potrebbe anche restare sempre lo stesso (anche se il "turno" di gestione capiti ad un altro).
L'opzione è presente nel modello per la richiesta del Codice FIscale..

E' un "spaccare il capello"...ma se prestate opera come "amministratore ufficiale" è bene che le varie delibere di nomina specifichino che l'incarico è svolto a titolo gratuito.
La Legge infatti prevede che l'incarico è sempre a titolo oneroso (=compenso) salvo diversa indicazione...e certi "solerti" ispetto dell' AdE in una, seppur improbabile, ispezione potrebbero contestare pagamenti in nero.

Se vorrete continuare con l'attuale sistema, e già non avete una polizza condominiale suggerirei quantomeno di farne una (o integrarla) a copertura degli eventuali errori dell'amministratore di turno.
 

cristiana.coppari

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Buon pomeriggio,
si di fatto ogni volta all'assemblea condominiale, eleggiamo il nuovo amministratore, e dichiariamo che presta la sua opera a titolo gratuito.
La prospettiva di nominare un rappresentante anziché un amministratore, mi piace, quindi la proporrò, poi vediamo cosa ne pensano i miei condòmini.
Invece per quel che riguarda la polizza, sarà dura, sono tutti con i "braccini corti", però fare un tentativo non mi costa nulla.
Per il momento ti ringrazio, mi hai illuminato.
Buona serata, grazie ancora.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Messaggi da Leggere

Alto