• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Melo

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Vorrei capire come funziona, questa è la situazione : stabile diviso in quattro appartamenti , due su via " A" ed altri due su un'altra via "B" alle spalle. terrazzo indiviso a quote tra quattro fratelli, uno dei quattro muore ed il marito vende la propria abitazione in via "A" ad un nipote e separatamente la quota indivisa del terrazzo ad uno dei fratelli, quest'ultimo ha già l'accesso al terrazzo dalla via "B" poiché abitando alle spalle ha la sua entrata ed il suo passaggio esclusivo ( insieme all'altro fratello ) per accedere al terrazzo, il mio problema è sapere se questo fratello acquistando la quota indivisa del terrazzo. ..acquista pure il diritto di entrata dal lato "A" . Senza chiedere parere o permesso ai proprietari degli aventi diritto. Prima gli aventi diritto al passaggio dalle scale erano solo in due...adesso questo diritto lo avrebbero in tre, è una cosa giusta in termini di legge? ?? Spero che mi possiate dare una mano... grazie anticipatamente.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Se chi ha acquistato una nuova quota di terrazzo ha già facoltà di accedervi tramite le sue scale...non ha alcun diritto di usare quelle di altri.

Ha acquistato il terrazzo e non l'unità abitativa sottostante.

Servirebbe comunque una "precisa" lettura dei rogiti d'acquisto.
 
Ultima modifica:

Melo

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Se chi ha acquistato una nuova quota di terrazzo ha già facoltà di accedervi tramite le sue scale...non ha alcun diritto di usare quelle di altri.

Ha acquistato il terrazzo e non l'unità abitativa sottostante.

Servirebbe comunque una "precisa" lettura dei rogiti d'acquisto.
Lui dice che avendo comprato la quota del lato "A"... ha acquisito anche il passaggio pur avendo già accesso dall'altro lato. Ma se nonostante ci sia un atto che dimostra di aver acquistato la quota ed il diritto al passaggio, se il lato "A" decidesse di mettere un cancello prima del terrazzo in modo di impedire il passaggio....a quale conseguenze si andrebbe incontro?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Adesso crei confusione.
Che lui "affermi" di aver acquisito anche il diritto di passaggio è un conto...ma se esiste "un atto che dimostra di aver acquistato la quota ed il diritto al passaggio" è cosa ben diversa.

Se esiste atto che prova l' acquisto di una "servitù" di passaggio...l' apposizione di un cancello che impedisca tale passaggio sarebbe fatto illecito impugnabile civilmente.
 

Melo

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Scusa ma lo avevo detto che lui aveva acquistato la quota indivisa. ...se il diritto al passaggio non lo si può acquisire comprando la quota...penso che non si possa neanche comprare. Evidentemente allora il diritto si può comprare senza chiedere parere agli altri condòmini.... è così? ???? Oppure no???
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Perdonerai...ma tu hai detto svariate cose e le ultime in contrasto con le prime.
Rileggi con più attenzione quanto ho scritto:

-l'acquisto di una ulteriore porzione/quota di terrazzo che è di proprietà indivisa (quindi un unico terrazzo di cui tutti possono usufruire in quota parte) non significa che si acquista automaticamente anche il diritto di passaggio visto che comunque si possiede un proprio accesso.

-che non lo si acquisti automaticamente non significa che non si possa prevederne in atto l'acquisto.

-il "diritto" di passaggio (uso delle scale) collegato alla proprietà di una porzione del condominio non è una "servitù" visto che le scale sono comunque di proprietà indivisa delle rispettive "ali" dell' edificio.

Posso solo intuire i motivi del sollevare una simile questione (acredine fra comproprietari)...e non giustifico un eventuale ricorso al parere di un Giudice (l'unico che potrebbe emettere sentenza vincolante)..ma se vuoi puoi contestare l' eventuale pretesa al passaggio dichiarando che in tal caso chi usufruisce delle "tue" scale sarebbe tenuto al pagamento delel spese di manutenzione (pulizie etc).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Dott. MM ha scritto sul profilo di gavino.
Carissimo,
Ho letto il Suo ultimo quesito sul forum, molto interessante come spunto di riflessione.
Alto