• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Sansone

Membro Junior
Condòmino proprietario
Buongiorno a tutti sono un nuovo iscritto.

Spiego la mia situazione.
Parliamo di una casa a tre piani con annessi garages rustici legnaia depandans cortili passo carraio locale caldaia prato giardino frutteto serra etc etc. il tutto su 2500 m2.
La proprietà è esattamente divisa al 50% tra me e mia sorella.
I miei genitori hanno l'usufrutto fin che vivono.
Purtroppo però mio papà è venuto a mancare nel settembre di quest'anno.
Qualche mese prima mia sorella si è sposata e se ne andata nella casa di suo marito.

Premetto che tutti i lavori di manutenzione ordinaria venivano eseguiti da me dividendo solo le spese di materiale ( benzina viti tasselli atrezzatura etc etc ), e la manodopera la fornivo gratuitamente .

Mia mamma adesso però ,vuole mettere le cose in regola e mi chiede:
la manutenzione ordinaria della casa come va divisa equamente....chi paga.E quella starordinaria ?
Voglio solo ricordare che mia sorella non vive più in questa casa e mia mamma essendo anziana non ne gode di tutto ma solo dell'alloggio dove vive.
Io invece ci vivo con la mia famiglia.

Spero di essere stato abbastanza chiaro e ringrazio tutti.

Sansone
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Situazione particolare...vostra madre ha usufrutto ma tu e la tua famiglia utilizzate comunque l'immobile e per parte ben maggiore di tua madre.

Per amor filiale tralascierei addebito alla mamma di qualsivoglia spesa sia ordinaria che (dato il ridotto-esiguo uso).
La questione verte unicamente sul come regolare le cose con tua sorella.
Essendo la vostra una comunione tu dovresti liquidargli metà dei vantaggi (frutti) che trai dal , ovvero dovresti corrispondere il 50% di quello che potrebbe essere un ipotetico canone di affitto se locaste il bene.
Al contempo ella dovrebbe contribuire alle spese che l'immobile comporta con ovvia esclusione di tutte quelle spese che siano collegate all'uso (manutenzione ordinaria, bollette energia, combustibile etc.)

Diventa difficile la gestione della cosa e per tagliare la classica testa al toro...suggerirei di acquistare dalla sorella la sua quota di nuda proprietà.
 

Sansone

Membro Junior
Condòmino proprietario
E si... situazione particolare.
Ma e mamma che vuole pagare ( per me andava bene così ) e decidere lei con me e non lasciare la decisione a mia sorella in quanto non vive e non si interessa della casa.
Sarebbe una bella idea ma la sua quota vale ancora tanto e non ho le risorse finanziarie per poter acquistare,anche perchè ho ancora 6 anni di mutuo .

Comunque facendo sempre la manutenzione ordinaria della casa, questa resta in ordine e al momento della vendita il valore rimane costante nel tempo,e mia sorella ne godrà i frutti spendendo poco nella manutenzione ordinaria.

Comunque vedremo con decisioni che prenderemo tutti insieme.

Il problema sarà quando non ci sarà più mamma,( speriamo tempi lontani ) che se un dei due vuole vendere e l'altro no ,diventerà un problema.
Ma a questo io avevo pensato di fare uno scritto il quale cita:
--> al momento della morte di mamma ,la casa verrà messa in vendita al valore del mercato attuale.
Non so se si può fare ,ma qualcosa si deve fare ,per poi evitare discusioni che fino ad oggi non ci sono state.

Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Per amor filiale tralascierei addebito alla mamma di qualsivoglia spesa sia ordinaria che (dato il ridotto-esiguo uso).
Nella fretta ieri non ho controllato...manca il finale alla frase : che (...) straordinaria.

Se è mamma che vuole pagare allora al pari fosse un estranea a lei competono le spese ordinaria e i "consumi" (energia etc)...in quota proprozionale alla parte di bene che utilizza.

Comunque facendo sempre la manutenzione ordinaria della casa, questa resta in ordine e al momento della vendita il valore rimane costante nel tempo,e mia sorella ne godrà i frutti spendendo poco nella manutenzione ordinaria.
Forse intendi straordinaria visto che il rsto non le compete dato l'utilizzo solo tuo e di tua madre.

In questi casi nessuno vi impedisce di trovare anche accordi differenti dalle disposizioni di Legge...ma vale sempre l'antico proverbio latino Verba volant....scripta manent.
 

Sansone

Membro Junior
Condòmino proprietario
Si straordinaria scusa...!
Certo gli accordi si troveranno sicuramente.
E l'altro giorno Mamma mi chiede...ma se io rinuncio all'usufrutto e siete solo Voi due i proprietari le cose cambiano ?
Chi deve pagare le spese ordinarie ?
Chi le straordinarie ?
Chi deve fare la manutenzione della casa dei terreni etc. etc. ??
Anche se mia sorella non abità più con noi .
In ogni caso mamma resta con me ,in quella casa ,ma non voglio che paghi lei le spese, che vanno ripartite a noi due fratelli.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Se la mmma rinuncia all'usufrutto non ha spese...ma poi dove và?

In una "comunione" si divide qualsiasi spesa...ma chi gode del bene deve pagare all'altro i frutti di tale "godimento"
Tradotto...se l'edificio fosse locato genererebbe un reddito. Tu devi vresare metà di tale "reddito mancato" a tua sorella (e giocoforza sarà superiore, nel tempo, alla quota di spese che lei dovrebbe sostenere).
 

Sansone

Membro Junior
Condòmino proprietario
No mamma resta ma sono io che non voglio che paghi.

Si so benissimo che la mia famiglia gode di tutta la casa ma siamo in tre,4 con mamma ma ne abbiamo troppo di casa ....non si riesce a goderla tutta. E per goderla ce tanta manutenzione (taglio erba sfalcio potatura piante potatura siepi,pulizia cortili ragnatele etc etc...!

Nessuno vuole locarlo ad altri.

Per questo secondo me la manutenzione ordinaria andrebbe sempre a mio carico ,mentre la straordinaria tasse e altro andrebbe divisa per i due fratelli.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Mi pare di aver detto la stessa cosa solo che tu dimentichi sei il solo ad usare la casa.
Se vai davanti ad un Giudice ti addebita il pagamento di metà del valore dell'affitto.

Se trovi un accordo conveniente con tua sorella mettete nero su bianco.
 

Sansone

Membro Junior
Condòmino proprietario
Certo l'accordo sicuramente lo troviamo.
Grazie ancora del tempo dedicatomi.

Cordiali Saluti.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Alto