• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Annare'

Membro Junior
Inquilino / Conduttore
Il nostro condominio sta valutando se esiste la possibilita' di accedere al 110% per il cappotto termico. Per farlo e'stato incaricato un tecnico che sta facendo le verifiche di conformita' edilizie e altro.
Visto che ha chiesto un acconto, chiedo come deve essere la sua fattura. Se ho capito bene, e se i miei trascorsi da contabile non mi tradiscono, non deve applicare la ritenuta d'acconto del 20 % ma il condominio deve fare il bonifico apposito per le ristrutturazioni , cosi' e' la banca stessa che gli trattiene la ritenuta dell'8%. E' corretto? E se alla fine non si fa piu' il lavoro il condominio non si puo' detrarre il 110%. In questo caso ci sono problemi per questa differenza di ritenuta?
Grazie anticipatamente per la risposta.
 

Studio Verlicchi

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
Non mi risulta che le verifiche tecniche finalizzate al rilascio del certificato di conformità di conformità edilizia, possano rientrare nelle "spese tecniche" riconosciute nel 110%. A mio parere, per quel che riguarda la certificazione relativa alle parti comuni, dovrà emettere una normalissima fattura (e quindi con ritenuta al 20%) poichè si tratta di una spesa che resta a carico del condominio. Le fatture relative alle analoghe attestazioni riguardanti le parti private, qualora si rendano necessarie, resteranno a carico del singolo condòmino, il quale, non essendo sostituto d'imposta, non deve versare ritenute d'acconto e quindi il professionista dovrà emettere singole fatture senza la ritenuta.
Buona giornata.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Non mi risulta che le verifiche tecniche finalizzate al rilascio del certificato di conformità di conformità edilizia, possano rientrare nelle "spese tecniche" riconosciute nel 110%
In realtà è possibile portare in detrazione tutte le spese che permettono di accedere ai vari bonus.

Solo l'eventuale compenso (straordinario) chiesto dall'amministratore di Condominio non può essere aggiunto a tali costi in quanto non propedeutico alla fruizione del bonus.
Condivido la posizione.
La RA altro non è che un anticipo (assurdità forse solo italiana) sulla tassazione di chi la "subisce".
 

Slowhand

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Purtroppo è vero @Dimaraz , solo il compenso dell'amministratore non è detraibile nel superbonus.
Pensa che i general contractor, furbamente, consigliano all'amministratore di fare il Responsabile Lavori per poter avere il 3% incluso...tutto giusto, solo che l'amministrazione straordinaria andrebbe comunque pagata a parte(almeno il 2%)NON INCLUSA!
Quindi non è così che si risolve!
La verità è che a questo punto gli amministratori PURI DEVONO essere riconosciuti quali professionisti, magari con un albo loro, visto che hanno TUTTE le responsabilità non di uno, ma di più professionisti insieme!
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
La verità è che a questo punto gli amministratori PURI DEVONO essere riconosciuti quali professionisti, magari con un albo loro, visto che hanno TUTTE le responsabilità non di uno, ma di più professionisti insieme!
Non esageriamo.
Le "responsabilità/oneri" di cui tu parli (Direttore Cantiere o Responsabile Sicurezza) se le prende chi vuole assumersene il rischio ...e chiede giusto compenso per esse.

Viceversa l'eventuale (non obbligatorio) compenso che l'amministratore chiede per il maggior carico (eufemismo) di scartoffie e/o calcoli che deve gestire per ripartire fra i vari proprietari spese e bonus è corretto e coerente per l'impegno necessario.

Tieni presente che il "creare un albo" implica ulteriori adempimenti e costi.
Sarebbe poi scorretto avere un "Albo" senza che vi siano esami di Stato da superare ed al contempo non potresti pretendere che tutti ottengano tale "qualifica" visto che la Legge permette sia ai proprietari di svolgere tale mansione sia a "professionisti" che non hanno mai conseguito un diploma (anche se ormai sono in via di estinzione).
 

Slowhand

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Premesso che il Responsabile dei Lavori,
se non nominato esplicitamente,
resta il committente(che nel caso del condominio è l'amministratore che firma le CILA et similia)quindi a tal punto conviene farsi nominare per riscuotere l'onorario o nominare altro professionista se non si vuole assumere l'incarico,
le modalità per poter essere iscritti ad un albo le si stabilisce, ma servirebbe averlo per non poter essere confusi con i... condòmini che fanno gli amministratori a prescindere.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
o nominare altro professionista se non si vuole assumere l'incarico,
Cosa che è altamente preferibile per la stragrande maggioranza di Amministratori di Condominio.
Un Direttore/Responsabile di Cantiere non può avere il tempo per fare altri lavori che quelli per il quale è specializzato.
Un Amministratore di Condominio non può avere il tempo di seguire come dovrebbe...salvo sia al suo primo Condominio.

Non vedo quale possibilità ci sia di confondere un "amministratore interno" da un "professionista".
 

Slowhand

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Semplice:
i condòmini non riconoscono la professionalità se non ce la assegna la legge.
"Posso farlo anch'io l'amministratore" ti dirà un qualunque condòmino, lo dice la legge.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Semplice:
i condòmini non riconoscono la professionalità se non ce la assegna la legge.
"Posso farlo anch'io l'amministratore" ti dirà un qualunque condòmino, lo dice la legge.
E lo dice giustamente perchè questa è la realtà.

La "professionalità" la dimostri sul campo con coerenza, conoscenza ed onestà...qualità che molti "professionisti" non dimostrano se non nel fregiarsi di un "titolo".
Vale anche per un sacco di "mestieri" albo o non albo.
 

Slowhand

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
La "professionalità" la dimostri sul campo con coerenza, conoscenza ed onestà...qualità che molti "professionisti" non dimostrano se non nel fregiarsi di un "titolo".
Vale anche per un sacco di "mestieri" albo o non albo.
Comprendo che tu non sei favorevole all'albo,
ma se c'è per gli altri professionisti perché non per noi?
Noi non lo siamo?

Vero che la professionalità la dimostri sul campo,
ma sul campo abbiamo una disparità di trattamento:
trattati da professionisti di serie B.
Mettiamo esami, corsi(oltre a quelli di "aggiornamenti" più o meno validi),
master e simili, rendiamoli obbligatori e forse andrà meglio.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
ma sul campo abbiamo una disparità di trattamento:
trattati da professionisti di serie B.
Ma un Amministratore non è un "professionista" nel senso "cattedratico" del termine. Esercita una professione per la quale fino al 2012 non era nemmeno necessario avere conseguito un Diploma...ed hanno voluto "promuovere" tutti i praticanti che lo avevano svolto almeno 1 volta nei 3 anni precedenti.
Ci sono "diplomi" che sottointendono lavori per i quali non è previsto alcun Albo.

Ps.
Io non sarei favorevole a nessun Albo... per come sono gestiti attualmente
 

Slowhand

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Ritengo invece che lo sia, non fosse altro perché ha responsabilità personali paragonabili e forse superiori ad altri professionisti.
Alcuni amici penalisti(e sottolineo penalisti)mi dicono sempre che sono un pazzo a fare l'amministratore: loro non lo farebbero mai!
Chiaro che, come per tutti i professionisti, ve ne sono di pessimi, mediocri e magari ottimi, ma ciò esula dal pezzo di carta.
Poi, ripeto, innalzate le barriere, tanto, qui in Italia, non servono a bloccare i peggiori ma solo a far fiorire scuole(magari online).
Non condivido la tua visione, ma difendo il tuo diritto ad averla.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Alcuni amici penalisti(e sottolineo penalisti)mi dicono sempre che sono un pazzo a fare l'amministratore: loro non lo farebbero mai!
Se si dovesse dar retta agli "amici penalisti" non si dovrebbe mai fare alcun lavoro...peccato che senza gli "altri" loro morirebbero di fame.

Se sei un amministratore accorto e preparato non devi temere alcuna "responsabilità"...e a quanto pare (leggendo certe storie) neppure i "disonesti" si fanno problemi.

Pure io difendo il diritto di esprimere le proprie opinioni....giuste o sbagliate condivisibili o meno.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto