• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

zajg

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Buona sera, vorrei sapere se possso annullare una delibera, vi spiego in breve, ho convocato un'assemblea straordinaria con ordine del giorno divisione area da adibire a sosta temnporanea o altro, (da tener presente che questa area è stata data dall'impresa edile ai condòmini in quote millesimali a transazione per il ritardo nella consegna degli alloggi), al momento dell'assemblea non tutti avevano firmato la transazione ma solo 5/6 su 18 condòmini, in assemblea è stata presa la decisione di suddividere l'area in 20 posti, uno per ciascuno più due a servizio di posti biciclette moto ecc. ecc.. In secondo tempo resomi conto che non tutti erano andati dal notaio a firmare la transazione prendevo la decisione di annullare la delibera perchè a mio avviso si era presa una decisione su un'area dove non tutti erano proprietari. Lo stabie è composto da quattro appartamenti a piano, nell'ultimo piano vi sono due attici che rivendicano il diritto di volere due posti auto a testa visti i loro millesimi. Cosa ne pensate ? ho fatto bene?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
No.
Una delibera approvata è sempre valida salvo "nullità" o vizi per cui venga impugnata per "annullabilità".
Un Amministratore di Condominio non ha il "potere" di dichiararne la nullità o di annullarla.

Devi fare nuova convocazione in modo che l'assemblea possa modificare o annullare tale delibera.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto