• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

SANTO GIUSEPPE STURN

Nuovo Iscritto
Geometra
Nel condominio ove sono proprietario di un appartamento, con delibera assembleare e' stata scelta un'impresa per eseguire lavori di manutenzione ordinaria nel cortile esterno. Io sono proprietario e nella qualità tecnico, incaricato per la redazione di computo metrico e grafici di progetto. L'amministratore ha inviato all'impresa scelta, il contratto di appalto in bozza da firmare, omettendo di firmare per p. visione accettazione sia il computo metrico che gli allegati grafici di progetto. Lo stesso asserisce che non devono essere firmati e possono essere allegati senza firma. Stesso ragionamento per il verbale dei assemblea, che non intende allegare al contratto in quanto lo vieta la legge sulla privacy e pertanto ne può fare sono citazione nel contratto. Non ultimo, ed applica lo stesso ragionamento , non vuole restituirmi copia della mia nota preliminare, per la direzione dei lavori, controfirmata. Addirittura esige la mia firma in calce al contratto per presa visione e accettazione, nella qualità di D.L., avallando quanto riportato in contratto ovvero senza gli allegati di cui sopra e non rispettando, comma 4 dell’art. 9 del DL 1/2012 . Grazie anticipatamente per le risposte.
 

SANTO GIUSEPPE STURN

Nuovo Iscritto
Geometra
Le domande sono:
1 - l'amministratore è vero che non deve controfirmare per accettazione computo metrico e grafici progetto?
2 - Risponde al vero che il verbale di assemblea non può essere inserito in contratto per motivi di privacy?
3 - E' fatto obbligo alla D.L. di firmare il contratto tra committente e appaltatore, pre presa visione e accettazione, può rifiutarsi?
4 - In riferimento alla mia nota preliminare per onorario della D.L. Approvata in sede di assemblea, l' Amministratore non vuole restituirmi la copia controfirmata da lui per p. Visione e accettazione, può esimersi? Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
In linea generale mi pare che tu abbia un "problema relazionale" di odio/amore con le firme.
1) L'amministratore deve firmare quando serve "l'autografo" del Condominio. Può anche mettere una firma per presa visione ma con quale scopo?
È chi ha redatto tali documenti che deve firmarli per certificarne la "paternità" e la conseguente responsabilità (di esattezza e/o conformità).
2)Balle. La questione "privacy" è spesso citata a sproposito ... ma non capisco nemmeno la necessità di allegare copia della delibera.
3)A parti invertite quanto al punto 1. Nulla vieta che il DL firmi un contratto di appalto specie se committente e commissionario lo designano anche a funzioni "dirimenti" degli interessi di ambo le parti.
4)Nessun obbligo ...ma puoi "fregare" il riottoso mandando copia integrale con Raccomandata RR alla francese.

PS.
"Curioso" che tu pretenda firme e non voglia metterle.
 

SANTO GIUSEPPE STURN

Nuovo Iscritto
Geometra
Articoli e clausule vessatorie mi portano a non avallare quanto proposto nel contratto redatto dall'amministratore, in oltre modo a danno per lo più' per l'impresa, questo il motivo.
Non e' odio amore per le firme, ma il riscontro ad una proposta di onorario, necessita di una controfirma da parte della Committente per accettazione. Senza è carta straccia.
La necessità della copia della delibera, scaturisce dal fatto che, essendo citata nel contratto, sia opportuno allegare la copia, ove fra l'altro, identifica l'impresa scelta dall'assemblea, il periodo dell'inizio lavori, eventuali variazioni, etc.
Per i grafici da allegare , esplicativi, e incontrovertibili per coloro che non sanno leggere i disegni, ritengo siano da firmare per evitare, durante i lavori fraintendimenti di sorta.
Grazie per la risposta, cordiali saluti
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Articoli e clausule vessatorie mi portano a non avallare quanto proposto nel contratto redatto dall'amministratore, in oltre modo a danno per lo più' per l'impresa, questo il motivo.
Saranno affaracci dell'impresa decidere se accettarli o meno.
Al limite tu puoi metterli sull'avviso ma non puoi assumere decisioni che non ti competono.

Onorario? Ci sono "avvocati" di mezzo?
Se intendi il tuo compenso ti sarai ben fatto firmare un contratto e/o senza contare che come condòmino hai accesso alle delibere e ben saprai se ne hanno approvata una per confermarti incarico.

Dai l'impressione di cercare il "capello" scambiando "opportunità" per obblighi.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Ho segnalato la tua richiesta.

Regola che vale in tutti i forum: le richieste si fanno direttamente allo staff e non postando nelle discussioni di altri utenti.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto