• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

logico28

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Buongiorno,

nel nostro condominio ci sono delle porzione che, secondo il regolamento condominiale di natura contrattuale, sono dati in uso perpetuo con servitù di parcheggio ad altrettanti condòmini.

A seguito di lavori straordinari nel cortile. due di questi posti auto vengono occupati da cassoni per la raccolta degli inerti.

L'assemblea delibera che, a favore dei condòmini che non potranno usare i loro posti auto, sia previsto un rimborso per le spese di posteggio in un vicino parcheggio a pagamento (150,00€ al mese), per la durata dell'occupazione.

I cassoni vengono rimossi ad Aprile 2013 ed i parcheggi liberati. I due condòmini ritornano a parcheggiare le loro auto.

Alla presentazione dei conti del condominio gestione 2013/2014, (Ottobre 2014) scopro che uno dei due condòmini ha continuato e continua, a farsi rimborsare nonostante la moglie parcheggi regolarmente l'auto.


All'assemblea contesto tali rimborsi e faccio mettere a verbale che ne pretendo la restituzione.


Ora, l'amministrazione mi comunica che non ha richiesto la restituzione perché l'assemblea non l'ha deliberata.


Come, c'è bisogno dell'assemblea per farsi ritornare dei rimborsi non dovuti?


Può l'assemblea deliberare per concedere dei rimborsi non dovuti?


posso chiedere la responsabilità in solido dell'amministrazione per aver pagato per più di un anno rimborsi non dovuti senza verificarne l'effettiva titolarità? Consideriamo che, nel frattempo, l'altro condòmino ha correttamente riparcheggiato e sospeso le richieste di rimborso.


Grazie per la cortese attenzione
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
E' indubbio che al vostro mandatario vada addebitata la colpa e verso di lui potreste promuovere azione per le eventuali somme che non venissero restituite.
Ai fini della restituzione da parte del "furbone" non è certamente necessaria una delibera (che sarebbe illegittima) ma dovresti chiarire se avete approvato bilanci che includevano tali rimborsi "non dovuti".
 

logico28

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Il rendiconto è stato approvato dall'assemblea. Io ho chiesto "la restituzione del rimborso già effettuato a partire da Maggio 2013, in quanto non dovuto perché il posto auto era libero ed usufruito dagli stessi". Questo è stato messo a verbale.

Ad oggi c'è la risposta dell'amministrazione che dice che non ha richiesto il rimborso in quanto l'assemblea non ha deliberato.

E' lecito ciò?

Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
La questione è controversa...poichè voi tutti (come Condominio) avendo approvato i Bilanci che includevano detti rimborsi avete di fatto avallato tale "illecito"...poi di fatto non potreste riaddebitare con una delibera le somme "erroneamente" richieste e/o liquidate se il percettore delle stesse non fosse concorde...e su questo punto non hai chiarito la disponibilità del soggetto.
In mancanza, dovrete iniziare una "causa" sia verso lo stesso o verso l'Amministratore per negligenza.
 

logico28

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Il soggetto non ci pensa assolutamente a ritornare quanto incassato. Anzi avrebbe continuato se non ci fosse stata la mia pretesa di stop.
Ora, l'amministrazione riconosce che il rimborso non era dovuto e propone di metterlo all'o.d.g. della prossima assemblea perché non ha titolo per chiederne la restituzione.
Dico io. ma se era illecito chiederlo, sbagliato darlo, perché è anche impossibile chiederlo indietro?
 

logico28

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Scusate, riformula la questione in altri termini:
se un condòmino riceve somme che non gli erano dovute, c'è bisogno dell'assemblea per farsele restituire?
 

logico28

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
C'è della giurisprudenza che stabilisca che l'assemblea può regalare soldi del condominio senza l'unanimità?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
C'è della giurisprudenza che stabilisca che l'assemblea può regalare soldi del condominio senza l'unanimità?
No...ma esiste quella che dice che ogni delibera viziata da "annullabilità" diventa pienamente valida se non impugnata entro 30gg. dalla votazione (contrari ed astenuti) o dal ricevimento del verbale (assenti).

Per opporre questione di "nullità" bisognerebbe che la delibera approvasse un "criterio" cioè qualcosa che si ripete nel tempo e per il quale è necessaria unanimità di 1000/1000(come un riparto spese inserito in regolamento di condominio) e non un singolo atto.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Ve ne è persino un altra che dichiara "immodificabile" un Bilancio una volta approvato.
Di fatto l' amministatore non può "addebitare" tali somme (rimborso non dovuto) e se il "colpevole" non rende spontaneamente sarete costetti a citarlo in causa per arricchimento illecito.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto