• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Marielena

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Buonasera, avrei bisogno di sapere come si deve agire in caso di un sinistro.
Spiego.
Qualche tempo fa ho avuto in cucina dei danni, significativi seppure non gravissimi, di infiltrazioni d'acqua: pioveva dal plafone. Informato immediatamente l'amministratore il quale provvedeva subito a mandare un operaio a verificare la provenienza della pioggia nel mio plafone. L'operaio ha appurato che lo scarico della cucina soprastante la mia era rotto e l'acqua si infiltrava nei muri, quindi ha provveduto subito a sigillare la rottura. L'amministratore ha aperto subito il sinistro presso la nostra assicurazione, Polizza globale Fabbricati, che perciò risarcisce anche i danni causati dalle parti individuali. Dopo qualche giorno è venuto il perito dell'assicurazione a quantificare i danni. La cifra è stata comunicata all'amministratore. Dopo qualche tempo ho comunicato all'amministratore che i muri e il soffitto erano ormai asciutti e che perciò bisognava procere al ripristino, qualche rigonfiamento nei muri, un po' di muffa, macchie ecc. L'amministratore mi ha fissato appuntamento con lo stesso muratore che era già venuto a sigillare la perdita d'acqua (mi pare titolare di una piccola impresa). Con lo stesso abbiamo parlato del costo e mi ha detto che io non dovevo pagare nulla in quanto ci avrebbe pensato l'amministratore con l'assicurazione. Comunque a titolo di curiosità gli ho chiesto a quanto poteva ammontare il danno. Ci ha pensato un po' e mi ha detto circa 600/700 euro.
Quando l'anno successivo l'amministratore ha mandato i documenti per l'assemblea ordinaria,
ho visto che il costo del sinitro è stato di € 990: € 350 di franchigia li ha addebitati per millesimi a tutti i condòmini me compresa, in entrata ha messo la differenza di € 640 quale rimborso da parte dell'assicurazione.
Con un altro condòmino siamo andati nel suo studio per verificare qualcosa prima dell'assemblea, con l'occasione ho chiesto di mostrarci la fattura dell'impresa che avera riparato il sinistro in questione, la risposta è stata: non c'è, in quanto trattasi di sinistro, quindi non serve!
Chiedo vostro pare su tutta la faccenda.
Grazie mille!
 

Marielena

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Ti ringrazio per la risposta. Per la parte fiscale immaginavo anch'io che mi avesse detto una fesseria (la fattura non è necessaria perchè trattasi di un sinistro..." mentre per "la ripartizione è corretta"... sono perplessa: in un altro forum mi è stato detto detto che la franchigia andava addebitata tutta al condòmino che ha causato il danno, seppure involontariamente e per il lavoro avrei dovuto scegliere io a chi farlo fare e non l'amministratore... Boh!
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
mentre per "la ripartizione è corretta"... sono perplessa: in un altro forum mi è stato detto detto che la franchigia andava addebitata tutta al condòmino che ha causato il danno
La mia risposta partiva dal presupposto che la perdita fosse generata da rottura dello scarico a valle della braga di giunzione del condotto privato.
In Condominio gli scarichi sono "bene comune" di tutti ad eccezzione dei collegamenti ai montanti verticali.

Se il tubo difettoso era privato allora dovevi chiedere il danno direttamente al proprietario superiore.
L'intervento della polizza Condominiale al più doveva essere per i soli tuoi danni e nulla doveva essere addebitato agli altri proprietari (tu inclusa).

Relativamente alla "mancanza" di documento fiscale (fattura o ricevuta) un tempo le Assicurazioni per danni RCA per rmborsare l'IVA chiedevano che la fattura fosse consegnata a loro.
 

Marielena

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Ringrazio tutti per le risposte e vediamo se ho capito bene:
1) Che la fattura debba essere consegnata all'amministratore o all'assicurazione credo sia ininfluente, purchè sia stata rilasciata: non si possono fare e pagare lavori in nero. E invece questo non è avvenuto: il lavoro non è stato fatturato!
2) Il nostro condominio è dotato di polizza di assicurazione "Globale Fabbricati". Il costo della parte non rimborsata dall'assicurazione (franchigia) doveva essere addebitata solo al condòmino che ha causato il sinistro, visto che è stato accertato essere causato dalla tubatura di uno scarico privato (si era staccato il tubo orizzontale che dallo scarico del lavello personale dell'appartamento sopra il mio porta alla colonna verticale degli scarichi comuni. Lo aveva ammesso lo stesso condòmino: aveva riparato qualcosa nel suo lavello e non si era accorto di non aver ricollegato bene i tubi).
3) L'impresa per la riparazione dei danni avrei dovuto/potuto sceglierla io, ma non ci ho pensato. Visto poi che l'amministratore zelantemente si è proposto di mandarmi impresa di sua fiducia, ho dato per scontato che fosse corretto così. Mi ha tolto pure l'impiccio di cercare un'imbianchino per il mio appartamento. E poi c'era anche da fare la riparazione definitiva del tubo di scarico del vicino (la riparazione iniziale urgente era già stata effettuata nell'immediato a titolo di cortesia da un altro condòmino che è anche idraulico).
Se ho interpretato male qualcosa...
Intato ancora grazie a tutti.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
non si possono fare e pagare lavori in nero. E invece questo non è avvenuto: il lavoro non è stato fatturato

Questo puoi pensarlo..ma non puoi averne certezza (la risposta dell'amministratore potrebbe essere stata per troncare la richiesta).

Tutto è partito con una errata gestione della cosa... ma ora solo tu puoi decidere se iniziare una "crociata" su un presunto illecito fiscale perché riguardo al riparto della spesa (visto che hai usato il passato) qualora tu abbia approvato il Bilancio Consuntivo non hai appigli.
 

Marielena

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
(La risposta dell'amministratore potrebbe essere stata per troncare la richiesta) ... Come si fa a credere una cosa simile... Eravamo in due condòmini, andati lì per verificare qualcosa prima dell'assemblea. Alcune cose ce le ha spiegate in modo plausibile, ma per questa ha proprio esagerato, eppure sa che non siamo cretini, si è visto preso in castagna ed ha inventato la prima cosa che gli è venuta in mente, prendendoci per il naso. Anzi forse questa risposta se l'era già preparata. Lo fa molto spesso quando ha cose da nascondere. Tipo, per esempio, l’anno che rifacemmo il tetto con le nuove norme energetiche, con sicumera affermò che lo smaltimento dell’eternit non rientrava nel bonus fiscale! Evidentemente aveva già pensato di non pagare lo smaltimento con bonifico e fattura, quindi non avrebbe potuto rilasciarci la relativa certificazione per la dichiarazione dei redditi. Noi così avremmo perso il imborso IRPEF…. In assemblea gli dissi di verificare meglio questa cosa, perché a me risultava che fosse detraibile, eccome! Anziché dire che lui sapeva così, ma che in ogni caso avrebbe verificato meglio, mi rispose sferzante che non sapevo quello che stavo dicendo; gli altri condòmini ridacchiavano con grande gioia dell’amministratore vedendo che “quelli che contano” erano come sempre con lui e come sempre contro di me… Gli tenni testa, sfidandolo, incavolata nera, ma lui continuò ad asserire che era come diceva lui.
Dopo qualche tempo, quasi fuori termine per la dichiarazione dei redditi, miracolosamente arrivò anche questa certificazione!

No, non ho nessuna intenzione di iniziare "crociate" giudiziarie, anche se ci sarebbero mille motivi. Crociate personali con lui le sto combattendo da anni. Finora tutto inutile in quanto è ben immanicato… Non posso dire di più.

Ora forse riusciremo a revocarlo perché ultimamente ne ha fatta un'altra troppo grossa che ha infastidito e fatto arrabbiare anche qualcun altro. Era ora!
Vedremo.

Scusate per lo sfogo e grazie ancora.
 

Marielena

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Lo scopo del forum però, per aiutare chi chiede delucidazioni, non dovrebbe essere quello di evidenziare quali siano le contraddizioni? Non dico tutte visto che ne hai trovate "un sacco", ma me ne potresti far notare almeno qualcuna?

Comunque ciò che mi interessava maggiormente capire era se fosse davvero lecito da parte dell'amministratore aver liquidato il lavoratore in contanti (soldi liquidi dalla cassa, 990 euro!). Egli, a nostra richiesta, non avendo fattura da esibire, ha affermato che in caso di sinistro la fattura non è più necessaria.
In pratica ha strumentalizzato quello che fa l'assicurazione che ora per liquidare un sinistro non esige più la fattura, limitandosi a liquidare quanto stimato dal perito.
Questo ovviamente non autorizza l'amministratore a far fare il lavoro in nero! E questo ora l'ho capito benissimo: non è mai lecito far eseguire lavori pagandoli a nero.
Saluti.
 

fulviomig

Membro Junior
Condòmino proprietario
Lo scopo del forum però, per aiutare chi chiede delucidazioni, non dovrebbe essere quello di evidenziare quali siano le contraddizioni? Non dico tutte visto che ne hai trovate "un sacco", ma me ne potresti far notare almeno qualcuna?

Comunque ciò che mi interessava maggiormente capire era se fosse davvero lecito da parte dell'amministratore aver liquidato il lavoratore in contanti (soldi liquidi dalla cassa, 990 euro!). Egli, a nostra richiesta, non avendo fattura da esibire, ha affermato che in caso di sinistro la fattura non è più necessaria.
In pratica ha strumentalizzato quello che fa l'assicurazione che ora per liquidare un sinistro non esige più la fattura, limitandosi a liquidare quanto stimato dal perito.
Questo ovviamente non autorizza l'amministratore a far fare il lavoro in nero! E questo ora l'ho capito benissimo: non è mai lecito far eseguire lavori pagandoli a nero.
Saluti.
Questo forum, gestito da amministratori, tende a giustificare l'operato degli stessi. Anche quando ci sono illeciti tali da determinarne la sfiducia, quantomeno, in assemblea. Vedi un pò se, nel 2022, si possano mai tollerare uscite di casa in contanti senza emissione di fattura. Quello dei sinistri è un business che alimenta la cialtronaggine di alcuni amministratori e di altrettanti condòmini compiacenti. Ed è la lampada spia di un certo modo "allegro" di amministrare: fra l'ignoranza di taluni e la malafede di altri. Purtroppo ci sono passato pure io: due volte. Ma quell'amministratore per altri episodi, ben più gravi, è stato dapprima sfiduciato e risponderà del suo operato anche alla Procura della Repubblica.
 

Marielena

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Mah... io mi sono iscritta a questo forum da poco, questo è il mio primo questito... non sono ancora in grado di esprimere un parere, ma sono perplessa: mi sembra che siano lenti nelle risposte e che non venga letto con attenzione il problema esposto.
Oppure sono io che non mi esprimo con precisione... Boh!
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Questo forum, gestito da amministratori, tende a giustificare l'operato degli stessi.

Sei completamente fuoristrada... prima di sputare sentenze dovresti prendere informazioni o prenderti la briga di leggere con attenzione una discreta quantità di discussioni.

Vedi un pò se, nel 2022, si possano mai tollerare uscite di casa in contanti senza emissione di fattura.
Qui non si difende l'illecito...ma nemmeno si emettono "sentenze" sul semplice racconto di chi non ha prove materiali di quanto afferma... anzi, visto che non intende procedere con denunce, si rende "complice".

Perché è facile lamentarsi ...ma più difficile impegnarsi per la corretta gestione se poi incide sul portafoglio.
 

Marielena

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
sul semplice racconto di chi non ha prove materiali di quanto afferma... anzi, visto che non intende procedere con denunce, si rende "complice".

Perché è facile lamentarsi ...ma più difficile impegnarsi per la corretta gestione se poi incide sul portafoglio.
Nessuno chiede che si emettano sentenze, ma nemmeno controvvertire tutto quello che vi si narra. Per es. quando ti ho raccontato dello smaltimento dell'eternit, che l'amministratore non voleva darci le certificazioni utili per le detrazioni fiscali, ma che poi dopo il mio intervento, alla fine in sordina facendo lo gnorri ce le ha inviate. Ho raccontato una balla? No, è la pura verità e te l'ho detta per significarti il personaggio che è, ma tu non hai riposto nulla. Quando ti ho spiegato che non è stato in grado di mostrarci la fattura del lavoro dell'imbianchino e che lui stesso ha detto che ha pagato in contanti perchè la fattura non serve, e nell'estratto conto infatti non c'è traccia di questo pagamento. Altri documenti per verificare (per es. il registro di contabilità, che in tredici anni ho visto solo una volta... e mi sono messa le mani nei capelli) non ce ne fa avere anche se glieli chiedi a voce e per iscritto dieci volte! Un paio di volete per avere gli estratti conto abbiamo dovuto fare istanza all'ABF, poi la banca ce li ha fatti avere "per il tramite dell'amministratore"! Da quel momento mi odia ancora di più. Capisci? E tu hai ridicolizato la cosa dicendo "Questo puoi pensarlo..ma non puoi averne certezza (la risposta dell'amministratore potrebbe essere stata per troncare la richiesta)... questo non è essere di parte? Se uno vi scrive per avere un parere, racconta le cose come stanno. Se vi raccontasse una cosa per un'altra il parere non potrebbe che essere falsato, quindi a che servirebbe scrivere sul forum? Inoltre, scusami, ho trovato anche poco rispettose certe risposte: "Non ci sono prove materiali, anzi, visto che non intende procedere con denunce, si rende complice". Le prove di quello che dico sono le mie parole, alle mie parole non posso aggiungere i film o tutte le documentazioni! E in quanto a "difficile impegnarsi per la corretta gestione se poi incide sul portafoglio".... insomma diciamo che non ci vai leggero. Tu non sai quanto tempo io dedichi al condominio. Prima di fare certe affermazioni tu, da professionista e da moderatore, potresti bene immaginare certe situazioni e capire che i condòmini (purtroppo non tutti) fanno quello che possono e non sempre hanno le necessarie conoscenze in materia condominiale, le forze emotive e nemmeno economiche per permettersi di intraprendere le vie legali... Personalmente sono una pensionata e anche volendo, la mia pensione non la posso gonfiare come fanno taluni sui bilanci condominiali, fregando la povera gente. Per fortuna, non sono tutti così, certo che no, ma troppi purtroppo sì.
Buonanotte.
 

Studio Verlicchi

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
Buon giorno sig.ra Marilena.
Dal tuo racconto e dalla mia esperienza, mi sono fatto un'idea di cosa possa essere successo, ma mi voglio soffermare in particolare su una questione che è già stata sottolineata da coloro che hanno risposto in precedenza: non si possono pagare lavori in nero MAI.
Poco importa se all'assicurazione interessi avere la fattura o meno (in fondo neppure ai condòmini interesserebbe averla dato che non possono scaricarla); i lavori eseguiti devono sempre essere fatturati e questo perchè lo stabilisce la legge.
Ritengo quindi che il suo amministratore abbia agito in violazione della legge (ma anche l'artigiano, ovviamente, che in questo modo ha evaso le tasse) e poco importa se abbia agito così per farvi risparmiare l'onere dell'IVA.
Tutta l'operazione è sicuramente stata gestita in modo poco trasparente e poco professionale.
 

Franci63

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
mi sembra che siano lenti nelle risposte e che non venga letto con attenzione il problema esposto.
Quelle che secondo te sono lenti nelle risposte sono persone che scrivono sul forum per passione e non per soldi: quindi ognuno risponde secondo il tempo che ha a disposizione, cercando di dare un parere che possa essere utile .

In comunicazione si dice che se uno non capisce, è colui che ha spiegato che si è espresso male…ma certe situazioni sono complesse, seppur terra terra, e solo chi le vive può comprenderne appieno le sfaccettature.

Il comportamento del tuo amministratore è sicuramente scorretto, per come è descritto, e immagino come tu sia indispettita dal doverlo sopportare: ma forse dovresti cercare sponda da altri condòmini, in modo da nominarne uno più professionale alla prossima scadenza annuale.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Ho raccontato una balla?

Se mi trovi un qualsiasi punto dove io abbia scritto che tu hai raccontato una balla o "sovvertito" il tuo racconto ... ti "assisto pro-bono."

Resta il fatto che quando ti ho detto di procedere con una denuncia tu hai candidamente annunciato che non intendi farlo.

Ora non alterarti se non ri indoro la pillola ma sono abituato a chiamare le cose col loro nome.
Se tu hai approvato i bilanci e non denunci le irregolarità sei "complice" diffonte alla Legge... senza se e senza ma.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Che la vita è breve e non serve arrabbiarsi che lo facciano gli altri
Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
Alto