• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Flavio

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Buona sera,
Abito in un condominio di 6 appartamenti nella provincia di Torino. Abbiamo in condivisione il contatore dell'acqua e per questo la bolletta viene suddivisa secondo il criterio del numero di persone per famiglia. Negli ultimi anni la nostra bolletta è lievitata molto da circa 1.300,00 euro a 1.800,00 (970 mc) euro totale per tutte le famiglie. Per noi che in famiglia siamo in 5 il prezzo da pagare (circa 450 euro/anno) diventa veramente importante. A questo proposito la mia domanda è molteplice :
1. Posso decidere di mettere un contatore nel mio appartamento e svincolarmi dall'utenza comune? Se si cosa serve fare?
2. È possibile, secondo l'esperienza di chi mi legge avere tariffe più basse o si tratta di valori normali?
3. Nella suddivisione per persona i bambini sono da considerare come valore 1 o 0,5 al fine della suddivisione della bolletta?
4. Quale altra soluzione è ipotizzabile?

Grazie del tempo che mi verrà dedicato e dell'eventuale risposta.
Saluti
 

nicoz

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Qualsiasi condòmino può far imporre, anche ai dissenzienti, l’installazione di questi contatori che in realtà hanno un costo contenuto.
Ogni proprietario può, quindi, far mettere all’ordine del giorno dell’assemblea l’obbligo di installazione dei contatori in ogni appartamento, in mancanza di accettazione della richiesta, ogni proprietario può agire personalmente tramite accesso al Giudice di Pace che ha competenza nella materia.
di segutio l’articolo del decreto che prevede l’obbligo di installazione dei contatori è il seguente:
Obbligo installazione contatori acqua di ripartizione in ogni appartamento.
D.P.C.M. 4 marzo 1996 – Disposizioni in materia di risorse idriche (In GU 14 marzo 1996, n. 62, S.O.).
8.2.8. Misurazione.
La misurazione dei volumi consegnati all’utente si effettua, di regola, al punto di consegna, mediante contatori, rispondenti ai requisiti fissati dal Decreto del Presidente della Repubblica 23 agosto 1982, n. 854, recepente la Direttiva Comunitaria n. 75/33.Ciao
 

Flavio

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Ciao Nicoz,

Grazie della tua risposta dettagliata e precisa. Quindi posso anche da subito richiedere un assemblea straordinaria per l'installazione dei contatori dell'acqua e se non dovessero essere tutti d'accordo posso rivolgermi al giudice di pace. Diversamente se volessi solo io l'istallazione a questo punto posso farlo stipulando un contratto a parte con la società idrica distributrice?

Ma secondo te il prezzo al mc è alto? O è sostanzialmente in linea con quello di mercato?

Grazie ancora per la risposta.

Saluti
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
L'argomento era già stato trattato...a volte una breve ricerca nelle discussioni passate (agevole visto che sono ancora poche vista la "gioventù" del sito)
Staccarsi dall'impianto idrico condominiale | CondominioPro.it - Forum Amministratori di Condominio

Quindi posso anche da subito richiedere un assemblea straordinaria per l'installazione dei contatori
In realtà la Legge prevede che la richiesta di assemblea straordinaria possa essere richiesta da almeno 2 condòmini/proprietari che dispongano di almeno 1/6 dei millesimi totali...ma ciò non ti impedisce di tentare anche singolarmente presentando all' amministratore.
Ti rimando sempre al precedente topic precisando che non serve siano tutti concordi per l'adozione dei subcontatori ma basta la maggioranza "standard".

Per i 4 punti:
1)No. Nel senso che con il tuo solo subcontatore non si potrà ripartire con criterio diverso (consumo)
2)Questione molto variabile. Bisognerebbe stabilire il consumo effettivo e considerare che probabilmente vi è anche il costo di fognatura.
I 100mc/anno a persona per 1 Euro/mc sono nella media (acqua+depurazione/fognatura).
3)Come detto criterio "illegale".
4)Distacco.
 

nicoz

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Nel condominio dove abito,in assemblea sie deciso chi installa il contatore acqua nella propria abitazione
paga a consumo più un 5% eventuale perdite.Basta solo deciderlo in assemblea,tutto si può modificare.
Ciao.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Nel condominio dove abito,in assemblea sie deciso chi installa il contatore acqua nella propria abitazione
paga a consumo più un 5% eventuale perdite
Sarebbe una decisione valida solo se votata all'unanimità...altrimenti è "nulla" e in quanto tale renderebbe la delibera sempre impugnabile con sicura "vittoria" del proponente.

Troppo "arbitrario" decidere un 5% quale quota di "perdite"...specie in quelle realtà dove si faccia uso di acqua anche per scopi comuni (irrigazione, pulizie, antincendio etc).
 

nicoz

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Al quesito, idealmente, risponde la sentenza n. 17557 specificando che “le spese relative al consumo dell'acqua devono essere ripartite in base all'effettivo consumo se questo è rilevabile oggettivamente con strumentazioni tecniche”. Si tratta del così detto contatore di sottrazione. “Infatti – prosegue la Corte – l'installazione in ogni singola unità immobiliare di un apposito contatore consente, da un lato, di utilizzare la lettura di esso come base certa per l'addebito dei costi, salvo il ricorso ai millesimi di proprietà per il consumo dell'acqua che serve per le parti comuni dell'edificio”.

Come dire: se hai consumato x metri cubi, paghi quel che hai consumato. Se per le parti comuni (es. giardino) sono stati consumati Y metri cubi, questi devono essere ripartiti tra tutti secondo i millesimi di proprietà. La corte termine il proprio ragionamento spiegando che il Legislatore auspica l'adozione di questi sistemi di misurazione (è sempre utile considerare le legislazioni regionali per eventuali obblighi in merito). Insomma, se tutto fosse così non ci sarebbero problemi di sorta.Ciao



Fonte Come ripartire le spese d'acqua in condominio senza errori
Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio. Spese, condòmini, millesimi, amministratori, assemblee e regolamenti.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Mai mi stancherò di ripetere che bisogna saper leggere...tutto...e tenendo presente tutti i particolari:

]“le spese relative al consumo dell'acqua devono essere ripartite in base all'effettivo consumo se questo è rilevabile oggettivamente con strumentazioni tecniche”. Si tratta del così detto contatore di sottrazione. “Infatti – prosegue la Corte – l'installazione in ogni singola unità immobiliare di un apposito contatore consente, da un lato, di utilizzare la lettura di esso come base certa per l'addebito dei costi, salvo il ricorso ai millesimi di proprietà per il consumo dell'acqua che serve per le parti comuni dell'edificio”.[/QUOTE]

Solo se tutte le unità sono dotate di sotto-contatore potresti determinare il consumo per le parti comuni/dispersioni.
Se solo 1 condòmino ha il subcontatore come puoi stabilire il consumo di tutti gli altri proprietari???
 

nicoz

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Non deve stancarsi..
IL discorso e se tutti mettono i contatori nella singola unità abitativa c'è un notevole risparmi, per tutti.Ciao
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Non deve stancarsi..
IL discorso e se tutti mettono i contatori nella singola unità abitativa c'è un notevole risparmi, per tutti.Ciao
Anche qui dici una stupidaggine...come potrebbero risparmiare tutti se la somma totale (fattura ente acquedotto) resta sempre la stessa?
Senza subcontatori si paga a millesimi (o secondo altra convenzione)...e sarà avvantaggiato chi ha pochi millesimi ma alti consumi.
Se solo uno od alcuni hanno il subcontatore si paga come sopra.
Se tutti hanno subcontatore ognuno paga secondo il proprio consumo e in quota millesimale per la differenza rilevabile...ma inevitabile che rispetto ai casi ptecedenti vi sarà chi risparmia ...ma anche chi pagherà di più (guardacaso i penalizzati saranno quelli che hanno piccole unità ma alti consumi).

E certamente tutti saranno "penalizzati" dal dover pagare le spese per modifica ed installazione contatori.

Evita di dire altre sciocchezze.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto