• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Moiells

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Salve, il mio vicino durante la ristrutturazione del suo appartamento ha trovato un tubo che attraversava la sua proprietà all’interno della parete esterna e sotto una finestra fino allo scarico del suo bagno e ha deciso di chiuderlo senza avvertirmi. Il suddetto tubo si è rivelato essere il tubo di scarico del mio lavandino di cucina impedendomi così di poter scaricare acqua e utilizzare la mia cucina. Oltre a non ammettere di avermi causato un danno sostiene che io debba a spese mie deviare il mio tubo dell’acqua nel mio appartamento creandomi una nuova via di scarico sino alla colonna o in altro modo. Inoltre il mio l’appartamento a breve sarebbe dovuto essere affittato da inquilini che ovviamente ho dovuto avvertire del problema e rinunciare quindi ad un introito economico. È giusto?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Chi ha fatto tale scarico?
Opera presente fin dalla costruzione dell'immobile o realizzata da te abusivamente?

In ogni caso se ritieni di aver subito un danno e il vicino non risarcisce devi trovare un legale ed intentare causa.

PS.
In ambito condominiale i muri esterni sono di tutti.
 

Moiells

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Opera presente sin dalla costruzione. Ne io ne l’altro proprietario eravamo a conoscenza di questo passaggio, che comunque credo che sia frequente nelle costruzioni di 50 anni fa circa.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Allora non ha alcun diritto di "modificare".

Intima il ripristino immediato o precederai citandolo in causa con addebito di tutte le spese e il ristoro del disagio patito.
 

Gianco

Membro Junior
Geometra
Opera presente sin dalla costruzione. Ne io ne l’altro proprietario eravamo a conoscenza di questo passaggio, che comunque credo che sia frequente nelle costruzioni di 50 anni fa circa.
I fabbricati adiacenti sono stati costruiti contemporaneamente ed il costruttore era lo stesso? Il committente era unico?
Di certo il tuo confinante non avrebbe potuto procedere all'isolamento del tuo scarico. Così facendo ha commesso un reato: esercizio arbitrario delle proprie ragioni. I problemi si affrontano e si risolvono, non si impone la propria decisione.
 

Moiells

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Si , gli appartamenti sono stati costruiti contemporaneamente dallo stesso costruttore e dal medesimo committente. Grazie
 

Gianco

Membro Junior
Geometra
Allora la condotta esiste ed ha il diritto di esistere "per destinazione del padre di famiglia".
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto