• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

sleepingsatellite

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Salve a tutti, il mio attuale amministratore mi ha tempo fa inviato una lettera dove mi faceva delle rimostranze su certi atteggiamenti,che per si sono rivelati non veritieri,ma la lettera intestata a me è stata inviata identica anche agli altri condòmini,diciamo per conoscenza anche agli altri condòmini\proprietari ,con il mio nome nell'intestazione!!
è stata violazione della privacy?
e poi.....le mie segnalazioni non sono mai state ascoltate,mai visto avvisi dove si invitata a non sbattere il portone ,quando molti invece lo sbattono,e per qualche cosa che ha provocato fastidio da parte mia,subito a mandare lettere!!(penso che sia stata anche una vendetta poichè avevo segnalato l'amministratore all'ANACI)
Voi cosa ne pensate ?come posso muovermi?credo di aver ricevuto un ingiustizia e una discriminazione perchè i fastidi degli altri non sono stati notati,mentre i miei si,poi sento di essere stata denigrata ingiustamente e in modo molto malevolo difronte a tutti. Voglio che si renda conto che non ha assunto un giusto atteggiamento nei miei confronti,come fare? Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Non vedo violazioni di privacy o diritti.
Non posso giudicare i fatti basandomi su una spiegazione "di parte"...ma ho il sospetto che un po' te la sei cercata.
 

sleepingsatellite

Nuovo Iscritto
Inquilino / Conduttore
Non vedo violazioni di privacy o diritti.
Non posso giudicare i fatti basandomi su una spiegazione "di parte"...ma ho il sospetto che un po' te la sei cercata.
NO,SE QUESTA è LA TUA RISPOSTA TE LA POTEVI ANCHE RISPARMIARE.......L'AMMINISTRATORE DEVE ESSERE EQUO SE RICHIAMI ME DEVI RICHIAMARE ANCHE GLI ALTRI PUNTO!!!!
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Intanto "abbassa" il tono di voce...il MAIUSCOLO significa urlare... e non hai motivi per farlo.

Non hai postato una domanda "tecnica" sulla quale ti si possa dare una spiegazione/soluzione...ma ti sei lamentata di un "comportamento" che però, per lo scarno resoconto, non rappresenta ne reato e nemmeno violazione di diritti... o doveri.

Non puoi sapere se abbia o meno richiamato altri che avessero "imitato" i tuoi modi.
Hai detto di sospettare tale disparità come ritorsione per averlo denunciato alla sua associazione.
Non hai spoegato per quale motivo...ma è automatico desumere non fosse per una irregolarità "punibile" dalla Legge, altrimenti gli avresti fatto causa o denuncia alla Pubblica Sicurezza.
Quindi se (e sottolineo il se) la tua "denuncia" fosse priva di sostanza non hai fatto altro che crearti un nemico.

Ho scritto che non posso giudicare un "comportamento" su simile argomento solo sulla base delle tue parole.
L"amministratore non è uno "sceriffo" ma un semplice esecutore della volontà assembleare.
Seppur biasimevole qualora abbia disparità/preferenza per taluni...puoi "liberartene" solo se una maggioranza fosse della tua opinione.
 
Ultima modifica:

aldefio

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Le persone informate per conoscenza sono quelle che hanno fatto la spia all'amministratore... purtroppo anche da me l'amministratore è c*lo e camicia con un inquilino e tutti i mal di pancia di quest'ultimo vanno poi a costituire legge per gli altri.Tutto ciò che fanno gli altri inquilini diventano intollerabili comportamenti , quello che fa quell'inquilino e l'amministratore (inquilino a sua volta) sono piccolezze.Al che ho cominciato a prendere in mano la situazione facendo foto alle irregolarità del duo arrogante , a pretendere rilevamenti audiometrici atti a dimostrare che faccio troppo rumore (che giuro non è vero anzi è vero il contrario), e ho consegnato una serie di copie di leggi dove si dimostra che i "fuori posto " sono loro.Adesso si sono messi in riga e alla prossima riunione all'ordine del giorno ci sono anche le dimissioni dell amministratore ;) credimi potrei scrivere un libro su cosa ho visto lì dentro..
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Per revocare un amministratore serve tanti voti quanti servono per eleggerlo.
Quindi:
1-la maggioranza degli aventi diritto al voto e che rappresenti almeno il 50% del valore millesimale (in prima convocazione).
2-la maggioranza dei presenti al voto (che rappresenti almeno 1/3 degli aventi diritto) e sempre 500 millesimi.

Da sola devi avere "valido" motivo per chiedere la revoca ad un Giudice.
 
Ultima modifica:

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Per una revoca giudiziale devi dimostrare che l'amministratore abbia commeso qualche illecito o non sia in possesso di tutti i requisiti richiesti dalla legge.
 

aldefio

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Credo che la sola "parzialità della gestione" non sia sufficiente.. ...passa il tempo a guardare quello che fanno, accumula e memorizza tutti i loro errori fino a che trovi una magagna grossa..fai come fanno loro
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto