• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Piranha

Nuovo Iscritto
Altro Professionista
Avevo un'attività commerciale, da poco chiusa, una fontana ecologica, da cui il pubblico, prelevava l'acqua mediante bottiglie o contenitori. All'interno avevo un contatore dell'acqua che permetteva all'amministratore, tramite i conteggi ripartiti per consumi in metri cubi di inviarmi la fattura da pagare per l'utenza dell'acqua. Nel 2016 avvenne una perdita e l'amministratore, per un anno mi ha fatto pagare l'intera fattura dell'acqua del condominio. La cifra corrisposta era tra le 4000-5000€ a fattura per trimestrali. Dopo questo, mi fece ricevere una lettera da un avvocato, per esortarmi a realizzare un allaccio privato, all'acquedotto, in quanto a suo dire, per legge, ogni attività commerciale deve avere le sue utenze (Mi piacerebbe conoscere il numero della legge). Il tutto è costato 6000€ e per realizzare il lavoro, gli operai della ditta incaricata dall'AQP (Acquedotto Pugliese) hanno installato il contatore al di fuori dal locale commerciale, dentro ad una nicchia ricavata modellando un pannello di marmo della facciata dello stabile. Quindi hanno sagomato mediante martello e scalpello un'apertura, hanno svuotato quel tanto che bastava per inserire il contatore con il relativo tubo che porta l'acqua dentro al locale ed hanno installato una porticina di ferro con chiusura a chiave. Ora succede, che ho venduto il locale e l'amministratore mi sta chiedendo di ripristinare il tutto allo stato originale ovvero sostituire il pannello di marmo, con uno integro. Considerato che, per realizzare il tutto, comunque ci ho speso dei soldi, il locale è nella fase finale della vendita in cui è previsto sul preliminare che il locale ha una sua utenza dell'acqua, mi piacerebbe conoscere la vostra opinione sul come comportarmi a norma di legge. Devo sottostare alla loro richiesta tramite avvocato di ripristinare il pannello di marmo e far rimuovere il contatore o la legge mi consente di vendere il locale, con l'allaccio dell'acqua che verrà intestato al nuovo compratore? Grazie per le gentili risposte.
 

Allegati

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
e l'amministratore mi sta chiedendo di ripristinare il tutto allo stato originale
Digli che vada a giocare a pallone in autostrada....o (se vuoi essere più gentile) che ripeta il corso di aggiornamento...ma da persone serie.

Nessun obbligo di "ripristino" ...il nuovo proprietario ti subentra in tutti i diritti.
 

Piranha

Nuovo Iscritto
Altro Professionista
Digli che vada a giocare a pallone in autostrada....o (se vuoi essere più gentile) che ripeta il corso di aggiornamento...ma da persone serie.

Nessun obbligo di "ripristino" ...il nuovo proprietario ti subentra in tutti i diritti.
Grazie per l'informazione. Mi sembra logica.
 

Grey owl

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Ricorda all'amministratore che lui è un semplice esecutore delle delibere assembleari le quali sono espletate da semplice mandatario del condominio e non padrone assoluto.
 

Franci63

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Chi ti ha mandato tale richiesta (spero non sia un avvocato, come sembrerebbe di capire), ha bisogno anche di un ripasso di italiano e logica: come si fa a mandare una “richiesta”, e poi chiamarla “attestazione” ?
E poi, da quale “parte” viene la richiesta ? Parte di cosa ?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Ricorda all'amministratore che lui è un semplice esecutore delle delibere assembleari...
Non era precisato ma potrebbe essere che sia stato sollecitato in tal senso da qualche altro condòmino.
Ma ne in tal caso ne se in ottemperanza ad una "delibera" potrebbe pretendere il ripristino.

Un "amministratore professionista" dovrebbe essere preparato in materia e saper avvisare i condòmini su cosa sia lecito o meno.

Se poi questi si "incaponiscono" on tale pretesa deve informarli che sarà necessario instaurare una contenzioso legale financo ad dover interessare un Giudice con necessità di anticipare "el dinero".
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto