• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Studio Verlicchi

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
Buongiorno.
Ho un problema in un condominio dove il condòmino dell'ultimo piano ha una perdita di acqua presumibilmente da uno scarico dal suo bagno che danneggia il condòmino sottostante.
La polizza assicurativa globale fabbricati, copre anche la ricerca guasti, ma quando il perito si è presentato, ha messo in dubbio la possibilità di rimborso in quanto non si tratta di rottura accidentale, ma da logoramento dovuto a vetustà della tubazione.
Ovviamente mi sono opposto a questa presa di posizione, ma se effettivamente l'assicurazione dovesse rifiutare il risarcimento, le spese che dovrò sostenere le dovrò addebitare interamente al condòmino che sta provocando il danno poichè esso deriva dalla sua proprietà e in un tratto di scarico che non è ancora comune poichè a quel livello di piano c'è solo quella proprietà e solo all'innesto dello scarico del piano sottostante, diventa colonna comune. Ovviamente il condòmino in questione non accetta l'idea di dover far fronte direttamente alla spesa, ma personalmente mi pare di non avere alternative, giusto?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Più che giusto...ineccepibile.

Comprendo che tutti pensino che pagando una polizza si sia "coperti" per ogni casistica...ma le Compagnie di Assicurazione non sono "enti di beneficenza".
Anche se il perito ha anticipato un possibile rifiuto ...meglio verificare attentamente quali clausole ed eccezioni siano inseriti in contratto.
Vero che una polizza non possa rimborsare anche impianti ormai fatiscenti...ma altrettanto vero che dovrebbero contestare la cosa prima di percepire il premio.
Troppo comodo "accettare" di percepire i pagamenti e poi contestare il rischio elevato...specie se la polizza sia attiva da anni.

Attenzione però... la polizza generalmente copre solo i danni causati a terzi ( proprietario sottostante)...tutte le spese di riparazione sono comunque a carico del proprietario.

Ove la Compagnia si esentasse da rimborsi la questione diventa puramente privata fra i 2 proprietari e l'amministratore/ Condominio meglio evitino qualsiasi interferenza.

Valutare altresì una richiesta di riduzione copertura/premio...inutile pagare se poi non riconoscono...e sondare la concorrenza.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto