• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

michelenapoli

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Salve
sono un disabile su sedia a rotelle. Nel 2008 l'assemblea condominiale mi aveva autorizzato ad installare delle rampe a mie spese per raggiungere l'ascensore e quindi il mio appartamento. Dopo l'installazione, l'assemblea di condominio ha deliberato di revocare l'autorizzazione senza addurre motivazioni e di sostituire le rampe con una piattaforma elettrica dal costo a mio carico di circa 11.000,00 €. Vi sembra giusto? Può l'assemblea revocare una autorizzazione per installazione rampe e condannarmi ad installare a mie spese una piattaforma elettrica?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
In primis è certo non può importi l' installazione di una piattaforma elevatrice...la cosa rimane a tua discrezione o al più potrebbe essere il Condominio a decidere tale installazione, con la dovuta maggiroanza per la delibera e riparto fra quanti sarebbe concordi (innovazione).

Direi che neppure la "revoca" ad un permesso/autorizzazione deliberato e ottenuto sia lecito...salvo che nella delibera si fosse convenuto come soluzione provvisoria indicando un pariodo di tempo entro cui risolvere con altro dispositivo (esempio la citata piattaforma).

In assenza di tale clausola il permesso s'intende sicuramente senza "scadenza" stante sia la specificità dell' argomento che i diritti sanciti dal CC per "qualsiasi" proprietario.

Non mi piace dare giudizi slla base di una semplice e limitata decsrizione...ma vien spontaneo provare disgusto per simili voltafaccia.

Purtroppo se hanno deliberato la rimozione ed effettuato materialmnete la cosa sarai costretto ad intentare causa contro il Condominio impugnando tale delibera.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto