• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
E' già la seconda volta che chiedo quanto all'oggetto all'Amministratore.
La prima volta (14/1) mi ha riinviato la copia in bianco, già mandata a tutti i condòmini, del capitolato redatto per reperire tali preventivi. La seconda volta (21/3) glieli ho richiesti 'via mail' perchè in assemblea aveva affermato di averli avuti appunto in tale modo e che era per quello che non era stato possibile aprirli in quella sede (condizione scritta nel verbale precedente).
Io ho aggiunto anche le seguenti parole: "Appena possibile, le ricordo che vorrei venire a scaricare su chiavetta <<TUTTO CIO' CHE E' STATO REPERITO RIGUARDO LA PRATICA DI SANATORIA DEL CONDOMINIO>>. Ho parlato di uso della chiavetta perchè il Geom. che ha portato avanti la pratica glieli ha fatti avere in tale maniera.
La risposta è stata la seguente: "Gentile Signora Bianca come ben capirà, tutta questa attività, comporta un gran dispendio di tempo. Una sorta di paralisi quotidiana che disturba non poco il mio operato {non credevo che inviare delle email e caricare una chiavetta costasse tale dispendio di tempo}
E' pertanto opportuno che da ora in poi applichi con scrupolosità il tariffario: richiesta documentazione € 50,00 + IVA a documento. Devo procedere? Gli importi le verranno addebitati nelle personali qualora decidesse di procedere. Nel 2017 ho contato quasi 500 mail, la maggior parte sono sue [se avesse menzionato il 2016 potevo pormi il problema che il numero corrispondesse al vero {erano stati fatti tutti i lavori del cambio dei termo + la posa in opera della nuova caldaia a condensazione ed i problemi erano stati tanti} ma nel 2017 non corrisponde al vero e, COMUNQUE, erano tutte riferite a problemi condominiali]
La prego pertanto, per il futuro, di limitare le comunicazioni via mail e telefoniche a reali esigenze. I messaggi telefonici saranno ignorati come pure le telefonate ai cellulari personali delle mie dipendenti. I contatti al mio cellulare devono essere limitati alle urgenze e non altro.
La informo inoltre che sto valutando di sporgere querela contro chi negli ultimi periodi ha cercato di denigrare con false notizie ed informazioni la mia figura professionale e quella di mio padre. Purtroppo le testimonianze sono molteplici e sempre univoche.
Qualora nonostante questo mio ultimo avvertimento nulla cambiasse, sarò costretta a ponderare anche una querela per stalking.

A questa risposta un po' aggressiva ho risposto che nel tariffario non trovavo nè il prezzo di invio di una mail, nè tantomeno il costo che comporta caricare del materiale in una chiavetta. Ha risposto mandandomi per mail la copia del suo tariffario, dove chiaramente non si parla nè di mail nè di chiavette.

Mi scuso per aver inviato un malloppo così, ma credo fosse l'unica maniera per far capire meglio la mia domanda. Premetto che l'Amministratore di cui sopra è quello che stiamo tentando di mandare via da qualche mese e che per ben due volte, pur avendo la maggioranza delle teste dei presenti, non siamo riusciti a raggiungere 500 millesimi per problemi dell'ultimo momento (un condòmino assente). Sapendo ciò rimane in carica.
La mia DOMANDA IN SOSTANZA E': Può rispondere così? Può applicare tali prezzi considerando l'invio di una email e la carica di una chiavetta come un documento? Può minacciare una denuncia di stalking per delle mail riguardanti il Condominio, i problemi condominiali, le richieste di documentazione? Il padre era il precedente Amministratore che io non ho accusato con false notizie!

Grazie ed alle prossime

Bianca Maria Bianchi







 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Questa è la 1a di 3 di una nuova "tornata" di domande poste in successione e dove mantieni una esagerata prolissità.

Diventa automatico ti debba rispondere alle svariate domande tenendo conto di tutti gli antefatti che riporti come fossero una unica discussione.
Altresì diventa inevitabile, proprio per la mancata sinteticità, che si debba tener conto di quelle che possono essere le "ragioni" dell'operato del tuo amministratore-trice che condenserò nel finale di questa discussione.

Partendo in ordine cronologico :
1-
Può rispondere così?
Ognuno è libero di rispondere come vuole. E certi toni possono essere conseguenza degli antefatti

2-
Può applicare tali prezzi considerando l'invio di una email e la carica di una chiavetta come un documento?
Non ha alcun obbligo di rispondere a mail generiche e può chiedere le spese necessarie per la riproduzione di documenti condominiali.
Che sia il caricamento di file (su una tua chiavetta), piuttosto che la produzione di fotocopie di documenti condominiali, sono a carico del richiedente tutte le spese inerenti (va incluso il tempo del professionista)
Se non si è concordata anticipatamente una tariffazione la cosa è rimessa alla contrattazione fra le parti (salvo tu voglia contestare difronte ad un Giudice).

3-
Può minacciare una denuncia di stalking per delle mail riguardanti il Condominio, i problemi condominiali, le richieste di documentazione?
Ho già espresso in precedenza una risposta che formalmente non cambia.
Lo "stalking" parte da altri presupposti.

Ma, e qui la sintesi finale cui accennavo, ora hai esposto una cronistoria che altera quello che precedentemente non era manifesto:
tu stai assillando il tuo professionista abusando della pazienza sua e dei suoi dipendenti.

Subissarlo di mail (fossero anche metà della metà di quelle che riporta), Sms, e peggio
telefonate ai cellulari personali delle mie dipendenti
...sono motivi sufficenti per capire su quali "stimoli" sia scaturita la reazione del mandatario.

"Sacrosanto" il tuo diritto a conoscere i dettagli di argomenti condominiali...ma in una realtà dove riporti esistere anche un "Consiglio di Condominio" il tuo agire appare pretestuoso e quantomeno disdicevole.

Non ti garba tale professionista: già scritto che in Condominio sei in una democrazia: o trovi una maggioranza che nomini direttamente un nuovo amministratore o ti metti il cuore in pace.
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Premetto che il Consiglio è stato eliminato (ne facevo Parte) il 5 gennaio 2018 ed io l'ho subissata di mail quando nel 2016 abbiamo fatto i lavori di rinnovo impianto di Riscaldamento perchè ha operato in maniera scorretta, approfittando del poco tempo a disposizione per costringerci a scelte che poi, quando sono venuta in possesso di svariati documenti, si sono rivelate più costose di quanto proposto all'inizio dai condòmini.
Il mandatario, vista la situazione che si è venuta a creare nell'ultimo anno, durante il quale non ho praticamente scritto, ha tali reazioni nei confronti di molti, non solo con me, anche perchè siamo sempre ad un pelo dal mandarla via e lei lo sa.
Grazie, comunque,
Bianca Maria
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Subissare di mail o assumere comportamento ostruzionista non ti mette in buona luce.
Se vi era riscontro di fatti irregolari o peggio illeciti dovevate agire senza indugio con sistemi legali.

Auguri di Buona Pasqua ...e risoluzione.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto