• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Alberto Migliorini

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Ho scritto una missiva al nostro amministratore di condominio, consegnata a mano, dove gli facevo presente che l'impresa di pulizie non eseguiva il suo incarico rispettando il contratto stipulato col condominio. In particolare non operavano su alcune aree che invece erano incluse nel contratto.
Concludevo la lettera chiedendogli di includere all'ordine del giorno la discussione della questione.

Cosa fa l'amministratore? Un paio di giorni prima dell'assemblea, arbitrariamente e senza alcun consenso o contatto con me, invia una PEC all'impresa di pulizie dichiarando il mio personale malcontento (quando invece mezzo condominio aveva sollevato la stessa questione) ma più che altro inserendo nella email il mio numero di telefono cellulare e pure quello di mia moglie! :cauto:

L'impresa di pulizie a quel punto ha chiamato sia me che mia moglie per affrontarci in malo modo dicendo che noi creiamo malcontento nei loro confronti nel condominio, che ce l'abbiamo con loro ecc. :sbuffo:

Ma a parte la condotta a dir poco schifosa e poco professionale dell'amministratore che invece di mettere il punto all'ordine del giorno e aspettare che l'assemblea si esprimesse sulla faccenda, si è preso la libertà di riferire all'impresa lo scontento, è legittimato a passare i dati sensibili dei condòmini alle aziende terze senza consenso?
Non c'è tutela della privacy in condominio nel rispetto delle vite delle famiglie?
Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
è legittimato a passare i dati sensibili
I numeri di telefono non sono dati sensibili...e la "privacy" in una simile questione è invocata a sproposito seppur incontestabile che non aveva il diritto di comunicare i vostri numeri senza autorizzazione (ma in fondo quanti di noi lo fanno senza badarci).

Quanto all'argomento in ordine del giorno della prossima assemblea ...l'amministratore non ha nemmeno obbligo di inserirlo visto che la richiesta è pervenuta da 1 solo condòmino.
Serve la domanda di almeno 2 (o più) condòmini che rappresentino almeno 1/6 dei millesimi del Condominio.

Fra il comportamneto dell'amministratore (magari ha agito in buona fede) e quello tenuto dall'azienda...non c'è paragone.

Chi paga ha tutto il diritto di pretendere si faccia ciò che è contrattualizzato...se mezzo Condominio concorda con te...non avrete difficoltà a cambiare azienda.
 

Alberto Migliorini

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
I numeri di telefono non sono dati sensibili
Sono ignorante, quali sono dati sensibili?
E i numeri di telefono non sono dati privati?
che non aveva il diritto di comunicare i vostri numeri senza autorizzazione
Sarebbe stato inquietante...
Serve la domanda di almeno 2 (o più) condòmini che rappresentino almeno 1/6 dei millesimi del Condominio.
Grazie, provvedo a raccogliere allora un altro paio di condòmini... non sarà complicato visto che sono quasi tutti scontenti dell'impresa di pulizie...
Detto questo a me sembra un dovere morale portare all'attenzione un problema sentito da almeno mezzo condominio (e l'amministratore lo sa perché gli hanno telefonato in 10 in questi primi mesi di contratto) se ricevi una lettera nero su bianco.
Fra il comportamneto dell'amministratore (magari ha agito in buona fede) e quello tenuto dall'azienda...non c'è paragone.
Se lo dici tu... al contrario secondo me ha agito in perfetta mala fede, scaricando sull'impresa l'onere del "vedi un po' tu se ti metti d'accordo con sti qui" tralasciando i suoi doveri di curare gli affari del condominio, trasgredendo alle più basilari regole di buona educazione e di rispetto.
Scusa se magari offendo un tuo collega, ma la condotta di questo signore è ad essere gentili INQUALIFICABILE. Poi io sarà ignorante e sono qui per questo, ma al buon senso non si rimedia con nessun regolamento. E se abbiamo un regolamento che difende un operato di questo tipo beh... siamo proprio messi male.
Chi paga ha tutto il diritto di pretendere si faccia ciò che è contrattualizzato...se mezzo Condominio concorda con te...non avrete difficoltà a cambiare azienda.
Ma vedi, io non voglio levare il lavoro a nessuno. Desideravo solo parlarne e vedere cosa è andato storto. Per quel che ne so è un problema di comunicazione tra l'amministratore e l'impresa. O magari no. Ma senza un confronto come facciamo a saperlo? Non si fanno le assemblee apposta?

Sono basito... che brutta esperienza.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
I dati sensibili sono quelli che riguardano la tua sfera più personale/intima.

Salute, orientamento sessuale, credo religioso etc etc.

Io non ho difeso alcuno ma ho fatto uso del Condizionale perché non ho prove concrete di quali fossero le intenzioni del tuo amministratore.
Ho ipotizzato che abbia informato la ditta che qualcuno si lamenta del servizio e comunicato chi fosse si che venisse chiarito come si doveva ottemperare.
Se un mio cliente si lamenta di un mio servizio prima chiedo in cosa ho mancato o cosa non soddisfa e cerco di rimediare salvo si pretenda quel che non si è pagato/valorizzato.
È una legge verbale (modo di dire) arcinota: il cliente ha sempre ragione...finché paga.

Quanto ai numeri del telefono mobile...non mi scandalizzerei...quelli del "fisso" erano al 99% pubblici e nessuno sollevava obiezioni.

Per assurdo un ex ministro aveva fatto mettere online le dichiarazikoni dei redditi di tutti...sei andato a querelarlo?
 
Ultima modifica:

Alberto Migliorini

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Salute, orientamento sessuale, credo religioso etc etc.
Interessante... è una classificazione "ufficiale" oppure opinabile col buon senso?
Beh, se il mio numero di cellulare e addirittura quella di un mio familiare non è un dato sensibile, è preoccupante :shock:
Se un mio cliente si lamenta di un mio servizio prima chiedo in cosa ho mancato o cosa non soddisfa e cerco di rimediare salvo si pretenda quel che non si è pagato/valorizzato.
Qualcosa mi dice che la tua condotta in questo caso è davvero molto diversa da quella di questi signori, credimi... :occhi_al_cielo:
Quanto ai numeri del telefono mobile...non mi scandalizzerei...quelli del "fisso" erano al 99% pubblici e nessuno sollevava obiezioni.
Beh non è verissimo... ricorda la storia degli elenchi? Chi voleva un numero riservato poteva ottenerlo. Oggi il telefono non sta più in ingresso a casa, ce l'abbiamo in tasca, in auto, in banca, a un funerale, la sera con i parenti. Non è più una cosa così pubblicizzabile come un tempo.
Per assurdo un ex ministro aveva fatto mettere online le dichiarazikoni dei redditi di tutti...sei andato a querelarlo?
La dichiarazione dei redditi è un documento che dovrebbe essere pubblico e forse lo è? Non so... ma di sicuro dovrebbe esserlo...
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
I dati "sensibili" non me li invento ma vengono precisati dal "garante".

Quanto alla "varietà" dei comportamenti... è da sempre che il mondo è " a colori"...sai che noia e "freddezza" si fosse in un unico modo.

Le dichiarazioni sono "disponibili" che è cosa diversa dall'essere "pubbliche" e soprattutto reperibili da chiunque sul web.

Agli inizi i numsri "riservati" (fuori dagli elenchi) erano solo su motivata richiesta o per ovvie questioni.
In se il fatto che qualcuno abbia un tuo numero di telefono non può darti danno diretto...chi ti "perseguitasse" sarebbe facilmente rintracciabile e perseguibile.
Trovo comunque assurdo invocare diritti di privacy ...quando poi chissà quante volte lo si fornisce a persone, ditte ed enti.
 

Alberto Migliorini

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
I dati "sensibili" non me li invento ma vengono precisati dal "garante".
Ah ecco non lo sapevo che ci fosse una definizione ufficiale, ripensandoci è ovvio che servisse...
Quindi i numeri di telefono sono dati personali che non è comunque legittino comunicare a terzi senza il consenso del proprietario, è corretto?
Le dichiarazioni sono "disponibili" che è cosa diversa dall'essere "pubbliche" e soprattutto reperibili da chiunque sul web.
Beh, dai comunque sono disponibili a chiunque...
Agli inizi i numsri "riservati" (fuori dagli elenchi) erano solo su motivata richiesta o per ovvie questioni.
Non so quanti hai tu, ma io ne ho 49. Sono passati davvero tantissimi anni dai tempi dei numeri riservati con motivazione e i telefoni col combinatore non ancora a toni.
E' cambiato il mondo e oggi i dati personali sono diventati un elemento di rischio da valutare e da proteggere.
Trovo comunque assurdo invocare diritti di privacy ...quando poi chissà quante volte lo si fornisce a persone, ditte ed enti.
Lo si fornisce. E lo si fa non solo volontariamente ma con la rassicurazione che senza consenso uno se li tenga per uso proprio. Che poi spesso questo non succeda lo sappiamo tutti, ma di certo non dovrebbe succedere.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Quindi i numeri di telefono sono dati personali che non è comunque legittino comunicare a terzi senza il consenso del proprietario, è corretto?
Corretto

Beh, dai comunque sono disponibili a chiunque...
No.
Non trovi alcun sito/ufficio/registro che consenta a chiunque di visionare la dichiarazione di altri...ne devi fare richiesta "giuridicamente" motivata (viene registrato)...ma è comunque tutt'altro che scontato lo permettino.
 

Alberto Migliorini

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Non trovi alcun sito/ufficio/registro che consenta a chiunque di visionare la dichiarazione di altri...ne devi fare richiesta "giuridicamente" motivata (viene registrato)...ma è comunque tutt'altro che scontato lo permettino.
Trovo che sia ingiusto... e antidemocratico, ma andiamo fuori tema, meglio fermarci ai dati privati che è meglio ...
Discussione interessante, grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Trovo che sia ingiusto... e antidemocratico,
Prova a meditare meglio...antidemocratico non è termine corretto visto che la regola vale per tutti (quindi masisma democrazia)...po...i sei indignato perche è stato reso noto il tuo numero di cellulare ...cosa sarebbe se fosse stato trasmesso il tuo 730/740???

Hai considerato che venire a conoscenza dei redditi dichiarati a certe persone malitenzionate farebbe molto comodo?
 

Alberto Migliorini

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
E invece io credo che sia diritto di tutti sapere se io pago le tasse. Non credo sia un diritto ti tutti sapere il mio numero di telefono personale.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Non ho detto se si pagano...ma su che reddito le paghi.

Probabilmente non hai redditi elevati...ma pensa se li avessi e tutti ne fossero a conoscenza.
Comunque libero di pensare "fuori dal coro".
 

Alberto Migliorini

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Si ok sicuramente è un'informazione che può ingolosire la malavita, ma intanto se hai una dichiarazione cospicua, tanto da ingolosire personaggi di cui sopra, probabilmente "si vede" da come vivi, da dove vivi, dal tuo tenore di vita.
Sicuramente è un punto di vista condivisibile e sono discorsi che non hanno un risposta semplice.
Mi sembra invece che sia solo un bene che un numero di telefono rimanga al giorno d'oggi riservato :stretta_di_mano:
 

luciano

Membro Junior
Amministratore di Condominio
Alla fin fine, per conto mio, l'amministratore ha comunque sbagliato 2 volte: in primis non doveva dare i numeri di cellulare senza chiedere e poi, cosa più grave, doveva lui interagire con la ditta di pulizie facendo presente le lamentele, ovviamente facendo precedentemente un filtro su quanto dichiarato dai condòmini!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto