• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

pandora

Membro Junior
Condòmino proprietario
#1
Dopo l intervento dei vvf il comune ci ha imposto di spicconare i frontalini dei balconi (aggettanti) ora mi chiedevo: ma per spicconare anche le solette (la mia nn dava segni di cedimento) nn era necessario chiedere il permesso ai proprietari visto che queste ultime nn sono condominiali ma private? Grazie in anticipo
 
Ultima modifica di un moderatore:

Susy

Membro Junior
Amministratore di Condominio
#2
Ciao @pandora e benvenuta su CondominioPro.it :)

A meno che nel regolamento di condominio non sia espressamente dichiarato il contrario, i frontalini dei balconi in quanto elemento decorativo dello stabile sono da considerarsi condominiali ai sensi dell'art. 1117 c.c. e pertanto sotto la tutela dell'amministratore di condominio.

Le solette invece anche se aggettanti, sono private in quanto usate esclusivamente dal condominio il cui balcone serve.

Tuttavia in caso di pericolo l'amministratore di condominio può disporre la spicconatura anche delle solette addebitando il costo al singolo condòmino.

Se spieghi meglio cos'è successo di preciso e in quale sequenza, proviamo a darti un'interpretazione più precisa e forse anche qualche indicazione per recuperare dei soldi.

Devo dire che quando l'amministratore di condominio chiama i Vigili del Fuoco e gli stessi intervengono, la situazione è normalmente critica e merita interventi di recupero urgenti per i quali nessun giudice dissentirebbe dall'operato prudenziale dell'amministratore del condominio.
 

pandora

Membro Junior
Condòmino proprietario
#3
Susy,grazie innanzitutto!
Dopo l intervent dei vvf,e del comune l amministratore e stat "obbligato" a mettere in sicurezza i balconi.Ma la ditta che ha eseguito i lavori , ha praticamente sfasciato quasi tutti i sottotetti che al contrario dei frontalini, per buona parte non erano danneggiati,lasciando i ferri scoperti, senza neanche un po di vernice epossidica! Ora il pensier di molti è di aver aggravato i danni per accellerare il rifacimento radicale degli stessi!! Potevo rifiutarmi di farm rompere il sottotetto?
 

Susy

Membro Junior
Amministratore di Condominio
#4
Dopo l intervent dei vvf,e del comune l amministratore e stat "obbligato" a mettere in sicurezza i balconi
E fin qui non ci piove. Si tratta di un'ingiunzione alla quale l'amministratore non si può sottrarre e - anzi - potrebbe (anzi dovrebbe) provvedere alla messa in sicurezza prima dell'intervento dei Vigile del Fuoco e del Comune.
Ma la ditta che ha eseguito i lavori , ha praticamente sfasciato quasi tutti i sottotetti
Intendi i celini dei balconi immagino. Beh, di solito la ditta spiccona gli intonaci per assicurarsi che non ci siano pezzi distaccati anche apparentemente integri.
Tieni conto che normalmente quando ti metti a spicconare una soletta pericolante magari sembra integra ma al primo colpetto frana volentieri.
Del resto, se il cemento è ben attaccato ai ferri, difficilmente lascia il ferro "nudo". Quindi se vedi dei ferri imbruniti dall'ossido e malconci e non più perfettamente integri, la ditta ha fatto il suo lavoro e niente di più.

Se scatti una foto e ce la fai vedere, possiamo determinare se i ferri sono realmente compromessi o la ditta ha danneggiato volutamente il tuo balcone.

lasciando i ferri scoperti, senza neanche un po di vernice epossidica!
Questo dipende da cosa gli è stato ordinato di fare. La messa in sicurezza prevede solamente la demolizione, su questo non c'è dubbio.
Se poi si provvede alla manutenzione ordinaria nel giro di qualche mese è un po' inutile spendere i soldi due volte, visto che i materiali impiegati per convertire l'ossido dei ferri e metterli al coperto sono piuttosto costosi specie per il singolo condòmino.
Inoltre essendo il sottosoletta di proprietà individuale per lavori diversi dalla messa in sicurezza ci vuole il consenso del proprietario.

Purtroppo quando ci si riduce all'ultimo in queste cose, l'amministratore di condominio può (anzi deve) fare solo alcune cose che non sono ottimali per la spesa e per la logica della manutenzione.

Del resto che logica c'è nel far degradare i balconi per anni e anni senza fare manutenzione? ;)

Potevo rifiutarmi di farmi rompere il sottotetto?
No, non potevi se il sottosoletta era pericolante.
Comunque se posti qualche foto possiamo essere ancora più precisi :)
 

Lucianone

Membro Junior
Amministratore di Condominio
#6
Da quel che vedo, si nota chiaramente che i ferri sono parzialmente mangiati dalla ruggine e la malta è completamente scollata dal ferro.
Diciamo che i ferri non erano ancora completamente scoppiati o meglio, non avevano ancora scoppiato il cemento intorno, ma in effetti erano già compromessi e secondo me ha fatto bene la ditta a demolire l'intonaco ormai distaccato e quindi pericolante.

Poi da quel che si vede, non si sono inoltrati nel centro del sottobalcone, ma si sono mantenuti sul perimetro che è la parte che normalmente cede per prima.

No vedo anomalie rispetto alla norma.
 

Giacomo009

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
#9
Buona sera a tutti, sono nuovo del forum e mi scuso subito per i possibili errori che potrò commettere.
Purtroppo nel condominio in cui abito a causa del distacco dell'intonaco dal parapetto del tetto, l'amministratore, senza avvisare nessuno, ha sprovveduto a far spicconare non solo il parapetto del tetto, ma anche i balconi sottostanti. Per il parapetto, da condominio ho apprezzato, l'operato ma per i balconi ho ritenuto l'azione eccessiva e non giustificata. Il lavoro dovrebbe completarsi tra qualche giorno, da condòmino posso richiedere all'amministratore una perizia tecnica cosi da oggettivare i punti da spicconare? L'amministratore , deve giustificare, in modo oggettivo, lo stato di pericolo oppure ha comunque bisogno di una relazione tecnica?
Per i lavori l'amministratore si e organizzato con una ditta privata, avrebbe invece dovuto chiamare i vvff o la polizia locale?
Inoltre l'amministratore deve mettere in sicurezza solo le zone da cui già si sono staccati i calcinacci oppure in via preventiva, secondo lui, può spicconare anche altri punti che a mio avviso non rappresentano criticità?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
#10
Buona sera a tutti, sono nuovo del forum e mi scuso subito per i possibili errori che potrò commettere.
Mi spiace rispondere con tanto ritardo...ma ho trovato per caso il tuo commento.
Hai commesso l'errore di proporre la tua domanda in un topic iniziato da altri e così facendo hai perso visibilità.

Quanto alla domanda: si il tuo amministratore può anche agire in via preventiva...ma poi l'assemblea dovrà ratificare il suo operato.
Sulle parti condominiali (parapetto tetto) può agire liberamente...sui ffontalinei dei balconi privati il Condominio (e quindi l'amministrtore) non ha voce in capitolo salvo non siano di tipo "aggettante".
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno un saluto a tutti sono un nuovo iscritto Grazie x avermi accettato
Da qualche tempo non mi giungono più le comunicazioni del lunedì...
Stiamo costruendo il primo forum italiano interamente dedicato all'amministrazione condominiale e agli amministratori di condominio!👏
Marc0 ha scritto sul profilo di Il Custode.
Salve, sono il ragazzo di cui ci eravamo sentiti via chat su facebook :) ottimo sito stupendo ;)
Alto