• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

robadamatti

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Nel muro perimetrale, di fianco all'ingresso singolo della mia unità, ci sono due vani contatori elettrici, uno del mio e nell'altro di due condòmini-primo piano ed attico-Purtroppo occupano TUTTA la profondità del muro, per cui in inverno è come se avessimo sempre due finestre aperte ( in casa abbiamo 4° usando stufa a pellet, pompa di calore e stufa a raggi infrarossi per 40 mq.). Ho chiesto ad Enel lo spostamento del contatore: mi ha inviato il preventivo ed il tecnico che ha indicato il punto preciso ( in scoperto di proprietà condominiale, sotto un palo Enel , in posizione mai utilizzata e defilata) e il disegno dei lavori da effettuare. Tutto fatto, ma Enel si rifiuta di effettuare lo spostamento "perché manca l'autorizzazione del Condominio". Ovviamente i condòmini non danno autorizzazione: i quattro appartamenti a piano terra hanno nei muri i contatori di tutte le dieci unità immobiliari e loro non vogliono spendere, perché sono comodi così.
Chiedo: serve l'autorizzazione del Condominio, anche quando 1° si tratta di impianti tecnologici, perciò non sottoposti neppure ad autorizzazioni comunali; 2° non alterano né la stabilità, né il decoro architettonico dell'edificio;3° non impediscono agli altri condòmini di fare parimenti uso della parte comune;4° i lavori sono effettuati ad esclusive spese mie e non del condominio?Intanto però dal 20 agosto Enel non mi ha spostato il contatore. Ho chiesto la cessazione dell'utenza e non mi fa neppure quello, così non posso utilizzare casa mia, perché nel frattempo, un'Ordinanza del Comune mi impone , per motivi di sicurezza, di rimuovere le bombole di GPL. Ho staccato i fili che dal contatore vanno al mio impianto, ma al Comune non basta: è possibile che immotivatamente ( perché il condominio ha deliberato di non spostare i contatori, ma le bombole sono di proprietà privata, quindi estranee alle competenze di assemblea condominiale e l'Ordinanza si basa sulla delibera che, secondo me, dovrebbe essere nulla e nullo l'atto che dalla stessa deriva) qualcuno possa impedirmi di utilizzare la mia proprietà???
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Poni tante-troppe domande ...che ne nasce una gran confusione.
Per il momento mi limito a rilevare che l'esordio sembra il solito resoconto da storiella da bar...ammesso e non concesso che abbiate 4 gradi in casa con 3 "produzioni di calore" ...solo perché ci sono i contatori elettrici incassati in un muro perimetrale... è una smargiassata.
Forse se accendeste tali impianti evitereste di avere i pinguini in casa.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
1-Si. Tu intendi utilizzare un area comune che quindi appartiene anche agli altri. Serve autorizzazione.
2-Non si comprende che centri la stabilità dell'edificio. Par di capire che la nuova posizione sarebbe staccata dalla struttura.
3-Vedi punto 1
4-Di sicuro non potevi pretendere la spesa fosse ripartita.
Ripeto...nulla ti è dovuto perché hai acquistato come visto e piaciuto.
Resta comunque uno stupido "sgarbo" non concederti il permesso visto che dei costi ti facevi carico.
Purtroppo non ti conviene iniziare una causa su simili basi.

Come detto, poco chiara tutta la storia dei bomboloni...se erano stati installati a norme e con autorizzazioni ora non potrebbero importi la dismissione ...ma ho la sensazione tu abbia omesso certe parti della storia.
 

robadamatti

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Poni tante-troppe domande ...che ne nasce una gran confusione.
Per il momento mi limito a rilevare che l'esordio sembra il solito resoconto da storiella da bar...ammesso e non concesso che abbiate 4 gradi in casa con 3 "produzioni di calore" ...solo perché ci sono i contatori elettrici incassati in un muro perimetrale... è una smargiassata.
Forse se accendeste tali impianti evitereste di avere i pinguini in casa.
Tanto per chiarire: i due vani contatori all'interno di casa non hanno intonaco, ma il retro di legno dei vani stessi: trattandosi di casa esposta a nord in località di mare, quindi umidissima, è come avere due finestre sempre aperte. Quando c'era l'elettricità accendevamo tutti gli impianti , ma arrivavamo a spendere 40 euro al giorno dovendoli far funzionare tutti al massimo, proprio per il freddo e l'umidità. Poi, per cortesia, prima di dire che è una "smargiassata", non sarebbe il caso di porre domande di chiarimento? Almeno un po' di prudenza, nell'emettere sentenze.
 

robadamatti

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
1-Si. Tu intendi utilizzare un area comune che quindi appartiene anche agli altri. Serve autorizzazione.
2-Non si comprende che centri la stabilità dell'edificio. Par di capire che la nuova posizione sarebbe staccata dalla struttura.
3-Vedi punto 1
4-Di sicuro non potevi pretendere la spesa fosse ripartita.
Ripeto...nulla ti è dovuto perché hai acquistato come visto e piaciuto.
Resta comunque uno stupido "sgarbo" non concederti il permesso visto che dei costi ti facevi carico.
Purtroppo non ti conviene iniziare una causa su simili basi.

Come detto, poco chiara tutta la storia dei bomboloni...se erano stati installati a norme e con autorizzazioni ora non potrebbero importi la dismissione ...ma ho la sensazione tu abbia omesso certe parti della storia.
I bomboloni erano e sono installati a norma e certificata come a norma anche la loro installazione: non avendo altro spazio li ho collocati di fianco al mio ingresso privato, collocato sotto balconi a castello. Dato che ogni unità ha ingresso autonomo e impianti autonomi, mi era stato assicurato che la proiezione dei balconi a castello ( visto che sono tenuta alla manutenzione della soletta inferiore) è almeno di pertinenza della mia unità. Ecco perché ho posto i bomboloni seguendo le norme UNI CIG 7131/1999, sotto i balconi, di fianco al mio ingresso, in armadietti in aderenza al muro. Ma i condòmini rivendicano la proprietà condominiale dello spazio, dicendo che hanno diritto di stare sullo zerbino di casa mia e di impedirmi accesso ed uscita. Non so se sono io che tralascio, potrebbe anche essere, perché in questi giorni sto provvedendo a denuncia di stalking nei confronti del condominio ( e tutto è documentato con fotografie).Certo che preferirei non avere problemi anche perché avevo acquistato questo appartamentino per motivi molto gravi di salute sia mia che di mio marito...Poi 1: mi risulta che, dopo la Riforma del Condominio, non sempre è necessaria l'autorizzazione, specie se è possibile applicare l'art. 1102 del C.C. Ed è quello che dà indicazione delle condizioni a cui si può usare parti comuni per il miglior godimento della propria unità. Quanto al "visto e piaciuto", sia chiaro che fino all'anno 2000 c'era un solo proprietario ed io sono stata la quarta condomina. Le condizioni sono radicalmente mutate con la vendita , nel 2011 di tute le unità. Se cambiano le condizioni non credo si possa più parlare di "visto e piaciuto".
 

robadamatti

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
In effetti la collocazione del nuovo contatore si troverebbe in fondo al giardino, dietro il mio posto auto, assai vicino ad un palo dell'Enel. E' l'Enel stesso che mi ha dato l'indicazione di costruire lì la colonnina del nuovo contatore. Ma dal 20 agosto 2015 non vuole spostarlo. Ho chiesto allora la cessazione di fornitura nel vecchio contatore, ma non fa neppure questo. E' ancora colpa mia?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Poi, per cortesia, prima di dire che è una "smargiassata", non sarebbe il caso di porre domande di chiarimento?
Perdonerai ma ho posto inizialmente un "sembra" che indicava l'incertezza nel giudizio...poi spetta a chi pone domande nei fourm dare descrizioni complete onde evitare i fraintedimenti.
Resta il fatto che ti sei iscritta indicando residenza in un paese che non è certamente in riva al mare come adesso chiarisci eser lo stabile cui lamneti i problemi...il che porta a dedurre svariate altre cose (salvo ulteriori diverse spiegazioni):

- i due vani contatori all'interno di casa non hanno intonaco, ma il retro di legno dei vani stessi: trattandosi di casa esposta a nord in località di mare, quindi umidissima, è come avere due finestre sempre aperte.

Quindi se mancava persino l'intonaco la "cosa" era ben evidente fin dal primo sopralluogo che spero abbiate fatto prima di procedere con l'acquisto.
"Visto è piaciuto" serve proprio ad indicare che poi non puoi lamentarti di "difetti" che erano evidenti.
Premesso che se il "fondo" di separazione fossero 2 cm. di legno (veramente "strano" come costruzione tecnica) sappi che avrebbe lo stesso potere isolante di un muro di 30 cm. di cemento, e non è comunque certamente paragonabile a 2 "finestre sempre aperte" visto che non c'è scambio dia ria con l'esterno.
Potete comunque procedere a rivestire tale parete (interna) con un sandwich di pannelli isolanti e di cartongesso su cui fare rifinitura similintonaco. Perderete 5/7 cm. di spazio ma risolvereste l'eventuale forte trasmittanza termica.


Quando c'era l'elettricità accendevamo tutti gli impianti , ma arrivavamo a spendere 40 euro al giorno dovendoli far funzionare tutti al massimo, proprio per il freddo e l'umidità.
Se si tratta di seconda casa, che utilizzate magari solo nei weekend, più che ovvio che portare ad una temperatura gradevole ambienti in precedenza non riscaldati necessiti di tanta energia.


Dato che ogni unità ha ingresso autonomo e impianti autonomi, mi era stato assicurato che la proiezione dei balconi a castello ( visto che sono tenuta alla manutenzione della soletta inferiore) è almeno di pertinenza della mia unità.
Ti hanno male "assicurato"...la competenza della manutenzione della soletta inferiore di un balcone non ti conferisce alcun titolo di proprietà sulla proiezione inferiore.

I bomboloni erano e sono installati a norma e certificata come a norma anche la loro installazione: non avendo altro spazio li ho collocati di fianco al mio ingresso privato, collocato sotto balconi a castello.
Ecco perché ho posto i bomboloni seguendo le norme UNI CIG 7131/1999, sotto i balconi, di fianco al mio ingresso, in armadietti in aderenza al muro.

!!!???!!!:confuso:
E quello sarebbe un posizionamento a norme? -Se stai parlando di "bomboloni" di Gpl fino a 3.000lt. a quanto mi risulta, se fuori terra, devono stare almeno a 5 metri dagli edifici e non sotto a dei balconi!!!

Ma i condòmini rivendicano la proprietà condominiale dello spazio,
e ne hanno sascrosante ragioni!!!
dicendo che hanno diritto di stare sullo zerbino di casa mia e di impedirmi accesso ed uscita.
Questa è una altra "smargiassata".
Nessuno può "sostare" sul tuo zerbino per impedirti l'accesso alla tua proprietà.

Non so se sono io che tralascio, potrebbe anche essere, perché in questi giorni sto provvedendo a denuncia di stalking nei confronti del condominio
Sei certa di conoscere il significato giuridico del termine?
Non hai fornito elementi nella tua storia per parlare di "stalking".

Aumenta il sospetto che tu non abbia proprietà o perfetta conoscenza nell'uso legale dei termini.
Che tu abbia acquistato la tua unità "visto e piaciuto" non può avere alcuna variabile se poi è stata completata la vendita delle altre.
Rileggi meglio l'Art. 1102 e tutto quanto riguarda il Condominio perchè hai delle "presunzioni" che nessun Giudice ti riconoscerebbe.

Buone Feste.
 

robadamatti

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Perdonerai ma ho posto inizialmente un "sembra" che indicava l'incertezza nel giudizio...poi spetta a chi pone domande nei fourm dare descrizioni complete onde evitare i fraintedimenti.
Resta il fatto che ti sei iscritta indicando residenza in un paese che non è certamente in riva al mare come adesso chiarisci eser lo stabile cui lamneti i problemi...il che porta a dedurre svariate altre cose (salvo ulteriori diverse spiegazioni):

- i due vani contatori all'interno di casa non hanno intonaco, ma il retro di legno dei vani stessi: trattandosi di casa esposta a nord in località di mare, quindi umidissima, è come avere due finestre sempre aperte.

Quindi se mancava persino l'intonaco la "cosa" era ben evidente fin dal primo sopralluogo che spero abbiate fatto prima di procedere con l'acquisto.
"Visto è piaciuto" serve proprio ad indicare che poi non puoi lamentarti di "difetti" che erano evidenti.
Premesso che se il "fondo" di separazione fossero 2 cm. di legno (veramente "strano" come costruzione tecnica) sappi che avrebbe lo stesso potere isolante di un muro di 30 cm. di cemento, e non è comunque certamente paragonabile a 2 "finestre sempre aperte" visto che non c'è scambio dia ria con l'esterno.
Potete comunque procedere a rivestire tale parete (interna) con un sandwich di pannelli isolanti e di cartongesso su cui fare rifinitura similintonaco. Perderete 5/7 cm. di spazio ma risolvereste l'eventuale forte trasmittanza termica.


Quando c'era l'elettricità accendevamo tutti gli impianti , ma arrivavamo a spendere 40 euro al giorno dovendoli far funzionare tutti al massimo, proprio per il freddo e l'umidità.
Se si tratta di seconda casa, che utilizzate magari solo nei weekend, più che ovvio che portare ad una temperatura gradevole ambienti in precedenza non riscaldati necessiti di tanta energia.


Dato che ogni unità ha ingresso autonomo e impianti autonomi, mi era stato assicurato che la proiezione dei balconi a castello ( visto che sono tenuta alla manutenzione della soletta inferiore) è almeno di pertinenza della mia unità.
Ti hanno male "assicurato"...la competenza della manutenzione della soletta inferiore di un balcone non ti conferisce alcun titolo di proprietà sulla proiezione inferiore.

I bomboloni erano e sono installati a norma e certificata come a norma anche la loro installazione: non avendo altro spazio li ho collocati di fianco al mio ingresso privato, collocato sotto balconi a castello.
Ecco perché ho posto i bomboloni seguendo le norme UNI CIG 7131/1999, sotto i balconi, di fianco al mio ingresso, in armadietti in aderenza al muro.

!!!???!!!:confuso:
E quello sarebbe un posizionamento a norme? -Se stai parlando di "bomboloni" di Gpl fino a 3.000lt. a quanto mi risulta, se fuori terra, devono stare almeno a 5 metri dagli edifici e non sotto a dei balconi!!!

Ma i condòmini rivendicano la proprietà condominiale dello spazio,
e ne hanno sascrosante ragioni!!!
dicendo che hanno diritto di stare sullo zerbino di casa mia e di impedirmi accesso ed uscita.
Questa è una altra "smargiassata".
Nessuno può "sostare" sul tuo zerbino per impedirti l'accesso alla tua proprietà.

Non so se sono io che tralascio, potrebbe anche essere, perché in questi giorni sto provvedendo a denuncia di stalking nei confronti del condominio
Sei certa di conoscere il significato giuridico del termine?
Non hai fornito elementi nella tua storia per parlare di "stalking".

Aumenta il sospetto che tu non abbia proprietà o perfetta conoscenza nell'uso legale dei termini.
Che tu abbia acquistato la tua unità "visto e piaciuto" non può avere alcuna variabile se poi è stata completata la vendita delle altre.
Rileggi meglio l'Art. 1102 e tutto quanto riguarda il Condominio perchè hai delle "presunzioni" che nessun Giudice ti riconoscerebbe.

Buone Feste.

Certamente non ho le competenze di un legale, ma ancora oggi ho trovato su "appcoristano.it" in riferimento all'art. 1102 C.C. che "Ove siano fatti salvi tali requisiti, l'opera non necessita di autorizzazione". Ho poi un parere legale di avvocato.net e quello di un consulente di condominio nei quali mi si dice- dopo aver visto le foto relative- chiaramente che lo spazio in questione è "pertinenza" della mia unità immobiliare.
Quanto al "visto e piaciuto", sappia che in corrispondenza dei vani contatori c'era un armadio, che, a seguito di ristrutturazione ho tolto, anche perché eccessivamente muffo. Così ho scoperto il legno ( cm.1 e non 2- non sigillato , risalente al 1963, e comunque il vano occupa più della metà del muro, dato che la metà interna è di mia proprietà, perché io non ho comprato l'aria che c'è nella casa, ma anche i muri- almeno la parte di mia competenza)che era solo dipinto di bianco come il muro. Così ho scoperto di non poter mettere a norma l'impianto elettrico su quel muro ( e lì c'è anche il salvavita) e di conseguenza ora ho difficoltà ad ottenere la certificazione energetica per la vendita- dato che ovviamente sto cercando disperatamente di vendere.
Non posso rivestire l'interno per ragioni di dimensioni del soggiorno-angolo cottura: mi sono limitata a mettere un pannello isolante, che non riesce neppure a mitigare il gelo invernale. Né potrei ridurre lo spazio, perché c'è una porta e non potremmo quindi più accedere alla zona notte . Il problema è sorto dallo scorso anno, in quanto i medici ci hanno consigliato di vivere molto più a lungo, specie di inverno, al mare. Purtroppo ci siamo accorti allora che assolutamente non è come dice lei: tre giorni non bastano a portare, con tutti i mezzi di cui ci siamo dotati, a portare da 4° a 18° la temperatura interna. Questo nonostante abbiamo cambiato anche tutti i serramenti, mettendoli in pvc e con doppi vetri.Ora, poiché non ci sono altre "aperture" o comunicazione con l'esterno, pensiamo che la causa sia quella.E sappia che addirittura abbiamo avuto intenzione di trasferire lì la nostra residenza.
Quanto ai bomboloni, non sono davvero quelli a cui fa riferimento lei: sono bombole per Kg. 50, che non possono stare all'interno , perché non raggiungiamo 38 m.cubi.E il tecnico-non io- mi ha dato le precise indicazioni, ha provveduto alla collocazione ed alla certificazione.
Quanto all'altra "smargiassata" sappia che proprio un condòmino, dopo pochi giorni della mia presenza nel condominio ( sdraiata in pigiama sul divano del soggiorno, perché immobilizzata da un infarto), si è piazzato in braghini corti, a torso nudo e gambe larghe sullo zerbino davanti al mio ingresso e alla mia domanda se avesse necessità di qualcosa, mi ha risposto: ci posso stare finché voglio, perché qui è condominiale". Vorrei sapere perché avrebbe diritto di venire lì, quando non è consentito a noi di salire sulle scale ( che risultano essere di proprietà perché servono un solo appartamento e vengono sigillate e sbarrate , anche se pretendono di far pagare a noi i lucernari delle scale stesse). Poi se ho proceduto a denuncia querela per stalking, assistita da più di un legale, forse che ci siano le condizioni e le prove?
Quanto all'art. 1102, lungi da me la "presunzione", infatti mi sono ben documentata anche sulle sentenze e rimando a quanto scritto all'inizio: ci sono le precise condizioni alle quali ho fatto riferimento per poter "far uso più intenso di parti comuni per il miglior godimento della propria unità immobiliare", anche senza autorizzazione dell'assemblea. Che poi ormai dal 2010 mi vieta tutto, compreso di godere del mio posto auto in uso esclusivo. Come vede ce ne sarebbero a iosa di "smargiassate" come dice lei, ripeto molto imprudentemente. Mi auguro, per il bene del Forum, che mi appare come una ottima occasione di confronto e, perché no?, anche di consiglio, che si cerchi di affrontare con molta serietà, ma anche obiettività le problematiche proposte. Non sempre il numero dei condòmini ( basti pensare che hanno promesso ad alcuni di lasciare loro spazi comuni e di toglierli a me, unica alla quale erano stati concessi all'unanimità, purché si schierino dalla loro parte) rende giusto un comportamento. Ma se le dicessi che dal 2000 non sono MAI state approvate tabelle millesimali e le spese vengono suddivise in decimi, nonostante ci siano tre appartamenti di mq.40 e gli altri siano superiori, fino a mq.80? Ancora avrei torto io su tutto? Allora vuol dire che ormai si rinuncia alla razionalità, per l'arroganza, la prepotenza e la tracotanza. E stia certo che non sono io ad averne: si trovi una sola delibera in cui io mi sarei opposta alle richieste degli altri condòmini.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Vedi...confermi quanto divevo sul fare un "minestrone" di tante cose e un uso errato di termini e Leggi.
Sei venuta in un forum per chiedere consigli ma appena qualcuno ti da una risposta che non ti soddisfa ti inalberi e opponi consulenze di avvocati ed esperti che a tuo dire convalidano la tua opinione.
Se hai tanta certezza di ciò che ti han detto tali sedicenti professionisti ...perché sei qui a chieder consigli?

Usare le parole corrette se ci si vuol far comprendere ...altrimenti sei tu ad ingenerare confusione chimando "bomboloni" quelle che sono semplici bombole.

Su tutto il resto ripeto sei in buona parte nel torto.
Se fossi certa di essere nel giusto non perderesti tempo in domande.

Ps.
Se prima c'era lo spazio per un armadio c'è spazio per un isolamento e pure ne avanzi.
Non c'è obbligo di far redigere tabelle millesimali e se è dal 2000 che accetti certe "consuetudini" significa che son diventate norma.
 
Ultima modifica:

robadamatti

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Vedi...confermi quanto divevo sul fare un "minestrone" di tante cose e un uso errato di termini e Leggi.
Sei venuta in un forum per chiedere consigli ma appena qualcuno ti da una risposta che non ti soddisfa ti inalberi e opponi consulenze di avvocati ed esperti che a tuo dire convalidano la tua opinione.
Se hai tanta certezza di ciò che ti han detto tali sedicenti professionisti ...perché sei qui a chieder consigli?

Usare le parole corrette se ci si vuol far comprenderecomprendere ...altrimenti sei tu ad ingenerare confusione chimando "bomboloni" quelle che sono semplici bombole.

Su tutto il resto ripeto sei in buona parte nel torto.
Se fossi certa di essere nel giusto non perderesti tempo in domande.

Ps.
Se prima c'era lo spazio per un armadio c'è spazio per un isolamento e pure ne avanzi.
Non c'è obbligo di far redigere tabelle millesimali e se è dal 2000 accetti certe "consuetudini" significa che son diventate norma.

Una volta di più: lei parla senza voler sapere le cose e quindi basarsi su fatti concreti. Allora le spiego, anche se temo di farlo proprio con una persona sbagliata.Se mi sono rivolta al Forum è perché, al di là degli avvocati,(come si permette di parlare di "sedicenti professionisti", magari chissà da quale pulpito, visto ciò che scrive... è nel mio DNA ricercare sempre e farmi un'opinione solo dopo tali ricerche ed avere trovato non ciò che mi fa comodo, ma farmi l'opinione sulla base di ciò che ho trovato.
Può essere benissimo che io utilizzi termini errati , ma quanto alle Leggi, più che contestazioni sull'argomento delle stesse, lei continua a emettere sentenze, che a mio parere, lasciano il tempo che trovano.
Ad esempio :l'armadio che c'era è stato sostituito, perché non c'è altra parete su cui mettere un mobile per contenere piatti, bicchieri, posate e ciò che si usa in una cucina.
Io sono diventata condomina nel 2007 e solo l'anno scorso ho ottenuto l'atto di costituzione del condominio( anno 2000) sul quale è scritto chiaramente:" in una prossima assemblea si approveranno tabelle millesimali". Cosa mai avvenuta ( i motivi mi paiono ovvii e da come scrive pare che lei sia coinvolto direttamente in questo "condominio di cosa nostra") anche se fin dal 2009 ho ottenuto una delibera di redazione ed approvazione di tabelle millesimali. Dal verbale è stranamente scomparsa la delibera, riproposta ( e questa volta compare) ancora nell'agosto 20013. Io mi sono opposta a partire da quest'ultima delibera, di pagare le spese condominiali, perché i condòmini hanno approfittato addirittura per spese straordinarie come il rifacimento del tetto ed altre ancora, per addossarne i costi in massima parte ai proprietari degli appartamenti più piccoli. In sei anni, fatti i debiti calcoli, ho pagato il 180% in più delle spese condominiali dovute. E adesso? vuol dire che devo pagare come ho fatto i primi anni? Perché: è giusto comportarsi da mafiosi e negare i diritti a qualcuno? Ha ragione che i giudici non danno una mano alla Giustizia, altrimenti non saremmo a questo punto e non trionferebbero più condòmini, amministratori e quacquaraquà in genere, ma sempre i più disonesti e prevaricatori.
Termino dicendo che faccio domande, sia per conoscere altri modi di intendere la realtà ( che appare diversa se vista da diverse angolazioni), sia perché mi piace vedere quanti diversi tipi di persone sono in questo mondo. E comunque, per il resto temo di aver perso il mio tempo: non ho avuto risposte, ma solo sentenze; non ho avuto consigli, ma solo giudizi: e temo che alla fine chi non sa ascoltare e intendere sia proprio lei.Peccato per il Forum!
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Ennesimo esmpio di come fai errato uso dei termini: le sentenze le danno solo i Giudici...ma i giudizi sono una libertà/diritto di chiunque.
Quando chiedi in un forum impara ad accettare le opinioni di chi interviene senza sproloquiare sulla validità delle stesse.
Forse non hai compreso quali fossero i consigli e pretendi risposte che qui non ti si possono dare perché si risponde sulla base di quello che tu spieghi (male) e non per quello che vorresti sentirti dire.

Ripeto, se ritieni di aver subito dei torti dai mandato al tuo legale di intentare causa...ma per quel che hai riportato butterai i tuoi soldi.

Se hai perso tempo...pensa a quanto ne hai fatto parimenti perdere.
 
Ultima modifica:

robadamatti

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Le sentenze le danno solo i Giudici...ma i giudizi sono una libertà/diritto di chiunque.
Quindo chiedi in un forum impara ad accettare le opinioni di chi interviene senza sproloquiare sulla validità delle stesse.
Forse non hai compreso quali fossero i consigli e pretendi risposte che qui non ti si possono dare perché si risponde sulla base di quello che tu spieghi (male) e non per quello che vorresti.

Ripeto, se ritieni di aver subito dei torti dai mandato al tuo legale di intentare causa...ma per quel che hai riportato butterai i tuoi soldi.

Se hai perso tempo...pensa a quanto ne hai fatto parimenti perdere.

Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.(Così vi presentate)
E' per questo che non pensavo che avrei perso il mio tempo.
Invece mi sono trovato di fronte ad un arrogante, presupponente e non so neppure se competente: se lei fossi stato un mio studente le avrei insegnato a rispondere alle domande. Cosa che invece non ha ancora imparato a fare. Le mie richieste avrebbero dovuto ricevere riferimenti legislativi precisi, secondo i quali avrebbe dovuto sostenere che nel mio caso non è possibile applicare l'art. 1102 C.C., avvalorandolo con motivazioni vere e non con pareri personali. Di quello è pieno il mondo e sono sempre diversi: sono quelli che creano confusione. Quanto al fatto che "io sono stata poco chiara", può invece essere che lei non sia in grado di leggere bene e di comprendere bene: come vede anche io ho un'opinione. Ma ora evitiamo di perdere tempo tutti e due e... cancellatemi pure dal vostro Forum. Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
...se lei fossi stato un mio studente le avrei insegnato a rispondere alle domande...
Se lei fosse stata una mia insegnante dubito avrei potuto imparare nemmeno l'uso dell'Italiano.
Di sicuro non avrei appreso alcuna nozione di Diritto e tantomeno di Educazione Civica.

Ella (mi adeguo al suo tenore ma le faccio presente che quando si è iscritta doveva leggersi il Regolamento del Forum...cosa che evidentemente non ha fatto) non accetta le opinioni che ho espresso e non ha l'umiltà di comprendere dove è mancante.

Le mie richieste avrebbero dovuto ricevere riferimenti legislativi precisi,
Su nessun forum viene dato diritto di ricevere risposte di un certo tipo.
Questo è un forum gratuto dove chi interviene mette a disposizione il proprio tempo e le proprie conoscenze senza alcuna ricompensa se non la soddisfazione di rendersi utile agli altri.
Avrei anche potuto articolare la mia risposta, citando Articoli di Legge e fornendole riscontri giurisprudenziali, ma non mi prodigo per persone che non sanno capire nemmeno quando le cose gli vengono spiegate con linguaggio semplice e, soprattutto, con la creanza di non "sputare sulla mano che gli viene offerta".

Si rivolga al suo avvocato...pagando ne troverà certamente diversi disposti a farle iniziare cause anche contro il Capo dello Stato.
 

robadamatti

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
Non è certo lei che sa usare la lingua italiana, ma soprattutto l'Educazione Civica e Civile.Certo non le avrei insegnato il Diritto, che comunque non so se conosce, dato che non me ne ha certo dato neppure un minimo saggio.
Ad ogni buon conto, può leggere la sentenza Cass. civ. sez.II, 1 aprile 2003, n. 4900, Li Pomi C. Lanza F. ed altri , per quanto concerne lo spazio occupato illegittimamente con i vani contatori.
Magari fonderà le sue opinioni su qualcosa con basi più certe e non solo su idee personali. Ripeto che di quest'ultime ce n'è una per ogni uomo sulla faccia della terra. Un Forum dovrebbe essere e servire da confronto costruttivo anche fra queste opinioni e non già per l'imposizione delle proprie o, peggio ancora, come ha fatto lei, per atteggiarsi a profeti. Come le ho già scritto, anch'io condivido che non troverò un Giudice vero: infatti la Pace si può fondare solo sulla Giustizia: è per questo che siamo tutti in guerra. Da subito ha esordito affermando che avevo fatto troppe domande ( in realtà due erano i punti interrogativi): alla prima ha risposto ma non alla seconda. Mi sarei aspettata qualche consiglio su cosa fare nei confronti di Enel, che mi impedisce di utilizzare la mia proprietà da troppo tempo, oltre quello indicato dall'Autorità per l'Energia Elettrica per gli interventi. Ma nulla in proposito)
Comunque sappia che su altri Forum, ai quali chiaramente mi rivolgerò nuovamente, ho avuto risposte adeguate, da persone che non hanno avuto timore a mostrare la loro competenza, poca o tanta che fosse. Almeno ho avuto modo di apprezzare l'avermi teso la mano ( è chiaro che loro sapevano in cosa consiste dare una mano). E anche per quanto concerne il rivolgermi ad avvocati, l'ho sempre fatto, anche se un avvocato l'ho in casa mia. Concordo che anche tra loro possono esserci incompetenti, ma almeno hanno svolto un ciclo di studi appropriato e specifico: sono professionisti.Ed almeno danno prova della loro cultura nell'esercitare rispetto e considerazione per la persona con cui parlano. Ed ora basta. Non replicherò più.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Certo non le avrei insegnato il Diritto
Questo era ben più che evidente.

Non le è sufficente leggere una sentenza, di cui magari ha solo un estratto, per poterla citare quale giurisprudenza di merito atta ad avvalorare le sue "convinzioni".
Un conto è contestare una nuova opera che costituisca abuso, cosa ben diversa contestarne una preesistente (nella fattispecie un impianto comune che occupa parte di muro privato) alla data del suo acquisto.
Si legga per bene gli Articoli del Codice Civile che vanno dal 1027 al 1099 così imparerà cos'è la "Servitù Prediale" che lei evidentemente ignora.
Presti particolare attenzione ai Capi III e IV dall' art. 1058 fino al 1062 e se non ne comprende appieno il significato si rivolga all'avvocato che ha in casa
anche se un avvocato l'ho in casa mia
.
O ella ha ben misera considerazione di chiunque oppure deve trattarsi di un "dottore" di ben scarso valore.
In entrambi i casi gli proponga lettura della sentenza di Corte di Cassazione n. 20218 del 16 novembre 2012.

Come le ho già scritto, anch'io condivido che non troverò un Giudice vero
Evidentemente Ella mi ha frainteso...mai ho scritto che non troverà Giudice vero, ma che se iniziasse causa sui presupposti che espone butterà i suoi soldi e non per incapacità od equità del Giudice bensì per mancanza di qualsiasi valido "diritto" alle sue pretese.

in realtà due erano i punti interrogativi
Nemmeno in Matematica sarebbe stata una insegnante degna di tal nome.
I punti interrogativi in realtà sono 4 di cui 3 "in successione" ( frase finale del suo post d'esordio).
Trascurando la punteggiatura, le domande implicite erano 3...intervallate da una sequela di "amenità" e deduzioni/spiegazioni "folkloristiche".
Se non le ho risposto su alcuni punti è perchè simili "banalità" non meritano risposta.

Ed ora basta. Non replicherò più.
Ipse dixit.
 
Ultima modifica:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto