• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

giorgio fabiano

Nuovo Iscritto
Ragioniere
Buonasera a tutti
durante l'ultima assemblea condominiale ho rivestito il ruolo di Presidente assemblea.
Il segretario (come da usanza ) era l'amministratore che redigeva verbale usando il proprio PC.
Al termine della riunione, non potendo io firmare il verbale digitale, l'amministratore mi informava che mi avrebbe inviato un pdf via email da restituire firmato (sempre via email). Cosa che e' avvenuta dopo qualche giorno.
L'assemblea ordinaria, in questa occasione, ha bocciato il consuntivo presentato (prima volta assoluta) e sopratutto abbiamo fatto mettere a verbale che alla prossima riunione condominiale straordinaria , in occasione della presentazione del nuovo consuntivo, venga messa all'ordine del giorno la voce nomina/revoca amminsitratore. Infatti l'amministratore, sfruttando il tacito rinnovo, aveva omesso tale voce nell'ordine del giorno. Sebbene presenti quasi tutti i condòmini , eccetto due proprietari, a oggi dopo piu di cinque settimane nessuno ha mai ricevuto copia del verbale d'assemblea. E' vero che l'amministratore non e' tenuto ad inviarlo a chi era presente, ma anche chi era assente ad oggi non ha ricevuto niente. Non solo ma stranamente l'amministratore interrompe una prassi antica di invio verbali anche ai presenti.
Mi chiedo se io, in possesso del verbale inviatomi per la firma, possa condividerlo in chat condominiale nella quale sono presenti circa la meta' dei condòmini o se si configuri qualche reato.
Spero di essere stato abbastanza chiaro
Grazie
 

Studio Verlicchi

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
A mio parere, in qualità di Presidente di quella assemblea, può inviarla a mezzo chat ai condòmini presenti in assemblea.
Per gli assenti, la trasmissione del verbale deve avvenire con le modalità previste dal C.C. (raccomandata, pec, fax, notifica a mano) al fine di avere data certa e incontestabile per far decorrere i 30 giorni per una eventuale impugnazione della delibera.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Non si frappongono ostacoli quali privacy ad esempio? essendo l'amministratore il titolare trattamento dati?

La "privacy" è una materia su cui troppi si riempiono la bocca senza sapere di cosa si tratta.

Un Bilancio Condominiale od un Verbale di assemblea non contegono "dati sensibili" su cui far valere questioni di "privacy"...tantomeno se la divulgazione di tali copie avviene fra partecipanti al Condominio.
Sono documenti di cui chiunque sia condòmino può chiedere copia.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Discussioni Simili...

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto