• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ADC

Nuovo Iscritto
Ragioniere
Nel caso in cui un appartamento sia stato pignorato e il debitore sia nominato custode dell'immobile a chi tocca pagare le spese di amministrazione?

Voglio dire. Se l'appartamento è pignorato il debitore è sempre il proprietario? E se non è lui, chi è?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Premesso che è "curioso" l' affidamento delal custodia al debitore pignorato...la domanda tocca un problema "raro" ...e con poca giurisprudenza in tema.

Il "pignoramento" di fatto non ha modificato la proprietà del bene ma solamente tolto la disponibilità.
Il proprietario rimane tale finchè non si sarà completata la procedura (vendita all'asta) con subentro dell' acquirente come nuovo proprietario.

Esiste una datata sentenza di Cassazione (1976) dove si stabiliva la responsabilità del "creditore" agli adempimenti e al coinvolgimento del "custode" che doveva anche anticipare facendosi poi rimborsare.

Recente sentenza di un Tribunale di Napoli (grado inferiore ...ma del 2014) ha cambiato indirizzo reputando sia il "proprietario", alias debitore, a doversi far carico di tutte le spese emergenti per tutto il periodo di tempo che va dal pignoramento fino alla vendita all' incanto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Discussioni Simili...

Ultimi Messaggi sui Profili

Che la vita è breve e non serve arrabbiarsi che lo facciano gli altri
Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
Alto