• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Zerthy

Membro Junior
Condòmino proprietario
Buon giorno

Piccolo condominio grande problema: siamo in 3 condòmini ma 2 hanno disertato oramai per la seconda volta l'assemblea. Ho letto che con un terzo dei millesimi ed un terzo dei condòmini l'assemblea è valida, è proprio così?

Come si può procedere?

Grazie dei consigli
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Beh...una assemblea in seconda convocazione potrà anche essere valida con 1/3 ...ma la maggior parte delle delibere necessita di 500 millesimi ...ed in ogni caso non vorrai mica deliberare da solo!!!???!!!.

Devi chiarire se è solo questione di menefreghismo o se siano i rapporti personali ad essere in conflitto.

Se ci sono decisioni importanti da prendere avvisa che se non si presentano ti rivolgi ad un Giudice che addebiterà i maggiori costi a tutti.
 

Franci63

Membro Junior
Condòmino proprietario
Si, non dici se non vengono perché non interessati, o altro.
C’è qualche argomento conflittuale ?
Potresti anche farti dare le deleghe, o chiedere prima quali giorni o ore possano andare bene per loro.
 

Zerthy

Membro Junior
Condòmino proprietario
All'assemblea scorsa del mese di maggio, il condòmino "A" non si è presentato a causa del malessere di un suo cane che era ricoverato in clinica veterinaria, il condòmino "B" non è venuto perché senza la presenza di "A" non viene mai. L'assemblea quindi non si è potuta fare. Per ragioni mie di lavoro, sono partito a fine maggio e rientrato ad ottobre, è quindi partita dall'amministratore la convocazione di una nuova assemblea ed ha fornito 3 date da cui sceglierne una. Io ho dato la mia disponibilità per tutte e tre le date. gli altri 2 condòmini non hanno nemmeno risposto. La prima e seconda data sono già passate, la terza è imminente. Questa è la situazione. Io sono proprietario di 390 millesimi. Non ci sono conflitti in atto, non esiste nessun rapporto se non quello formale di rispetto reciproco.
 

Zerthy

Membro Junior
Condòmino proprietario
Posso confermare l'incarico all'amministratore?
Confermare giardiniere dell'anno in corso?
Cosa non posso deliberare?
Se quelli non vengono in qualche modo occorrerà procedere
 

Franci63

Membro Junior
Condòmino proprietario
Potresti deliberare, inviare immediatamente il verbale di assemblea , e poi attendere i 30 giorni da quando sarà ricevuto.
Se gli assenti non impugnano, la delibera è definitivamente valida .
 

Zerthy

Membro Junior
Condòmino proprietario
Aggiornamento: è stata tentata un'ulteriore convocazione con lettera raccomandata. Purtroppo nessuno dei due condòmini ha risposto e nessuno si è presentato in assemblea e, per evitare azioni legali dispendiose per tutti e soprattutto per evitare guerra, l'assemblea non è stata fatta. Per ora i due condòmini latitanti però pagano regolarmente le spese condominiali rispettando le scadenze. L'amministratore non sa più che strategia adottare per contattare i personaggi in questione perché al telefono non rispondono, così come alle email ed anche alle raccomandate. Sembra tutto paradossale, ma è così.

Occorre approvare i preventivi, confermare incarico all'amministratore, ecc. , ma come si fa? Di certo l'azione di non partecipare e di non rendersi reperibili è stata concordata tra loro, ma non capisco a che fine. Se volessero cambiare amministratore avrebbero la maggioranza e potrebbero farlo. Qualcuno può ipotizzare lo scopo di questo comportamento ed eventualmente suggerire come procedere?
 

Franci63

Membro Junior
Condòmino proprietario
Aggiornamento: è stata tentata un'ulteriore convocazione con lettera raccomandata. Purtroppo nessuno dei due condòmini ha risposto e nessuno si è presentato in assemblea e, per evitare azioni legali dispendiose per tutti e soprattutto per evitare guerra, l'assemblea non è stata fatta.
La prossima volta, fai il presidente (anche se sei solo), delibera, verbalizza, e fai inviare il verbale dall’amministratore con raccomandata con ricevuta di ritorno.
Se non impugnano, valgono le delibere prese.
Se non vengono in assemblea, non penso impugneranno, e non vedo conseguenze negative: soprattutto se il disinteresse non nasconde altri problemi .
 

Zerthy

Membro Junior
Condòmino proprietario
Infatti. È molto probabile che la loro assenza nasconda altri problemi ed uno circa 4 mesi fa ha scritto che non si sente amministrato da questo amministratore, ma se desidera cambiarlo, e sarebbe il secondo sempre a causa sua, dovrebbe venire in assemblea con l'altro condòmino con cui di comune accordo disertano.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
l'altro condòmino con cui di comune accordo disertano.
Sei certo che i 2 sono "alleati" oppure è una tua deduzione?

Visto che parli di rapporto rispettoso con entrambi potresti approcciare il secondo e proporti come delegato.

Se nicchia non ti resta che forzare la situazione verbalizzando l'approvazione delle varie delibere ben specificando presenti e voti ...e spedire il verbale.

Se finora hanno sempre pagato le spese forse non si perderanno in azioni legali.
In fin dei conti l'amministratore resta in carica (secondo alcuni Giudici, in errore, con pieni poteri anche senza necessità di voto di conferma).
 

Zerthy

Membro Junior
Condòmino proprietario
Sono certissimo che uno condizioni l'altro in un rapporto tra gregario e capo. Non desidero rischiare di spendere nemmeno un centesiono in questioni legali e spero che l'amministratore trovi una soluzione, anche se per ora nessuno ha risposto ai vari messaggi, alle due email e alle telefonate.
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Secondo me l'amministratore avrebbe già dovuto applicare la soluzione che ti è stata qui ripetuta : verbalizzate la approvazione dei bilianci ed aspettate una eventuale impugnazione da parte loro.

Certi personaggi, non si sentono amministrati da amministratori terzi, per definizione e per presupposto. Eventualmente prova a farti dare delega dall'altro.
E vivi sereno: quando avranno qualcosa di concreto da contestare, ammesso che trovino ragioni, si faranno vivi.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto