• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
In questa storia infinita, durante l'Assemblea Straordinaria del 5 gennaio u.s. così strutturata {1] "Analisi preventivi raccolti......"; 2] Eventuale conferimento a tecnico per D.L.; 3]Dimissioni Amministratore; 4] Nomina Nuovo Amministratore; 5] Nomina Membri Consiglio.} ci è stato chiesto di trattare il punto 5] prima del 3] e da ciò è derivata la eliminazione del Consiglio poiché, a detta dell'amministratore.ce, alcuni elementi (chiaramente non si sa quali) l'avevano ripetutamente ostacolata e questa era la condizione per rendere revocabili le dimissioni.
A questo punto, sul verbale viene scritto "si passa alle votazioni per l'accettazione delle dimissioni".
Dopo aver allontanato l'amministratore.ce abbiamo votato e, sulla base dei nomi e millesimi dei votanti, è stata redatta una tabella da cui è risultato:
502,19 Mill.mi + 14 Teste a FAVORE delle Dimissioni - 435,71 Mill.mi + 17 Teste CONTRARIE alle stesse.
Uno stranissimo risultato che da una parte ha la maggioranza dei Millesimi e dall'altra la maggioranza delle teste, per cui più che mai convinti di non aver raggiunto un risultato valido, abbiamo lasciato in carica la vecchia amministratore.ce.
Arrivati a casa, alcuni di noi hanno controllato la summenzionata tabella trovandovi ben 4 ERRORI di somme, differenze e trascrizioni su quanto votato; di tali sviste sono stati informati l'amministratore.ce (anche Segretario) ed il Presidente, per correttezza, soprattutto, nei confronti del Presidente in quanto poteva capitare a chiunque di noi e finora nessuno si era posto il problema di controllare anche ciò.
Dal conteggio corretto i risultati diventano:
499,20 Mill.mi + 16 Teste a FAVORE delle Dimissioni - 414,40 Mill.mi + 14 Teste CONTRARIE alle stesse.
Pertanto le Dimissioni sono state accettatea maggioranza sia per Millesimi che per Teste presenti.
A questo punto le domande sono: I°] Le Teste ci sono, ma la maggioranza di 499, 20 Millesimi è valida per le Dimissioni o in quanto Revocabili devono essere trattate come Revoca ed i Millesimi non sono sufficienti per 0,81 Millesimi. II°] Se invece le Dimissioni sono valide in quanto accettate a maggioranza, l'Assemblea deve essere ripresa dalla votazione con spese totalmente a carico dell'amministratore.ce in quanto sono errori imputabili a lei e basati su disattenzioni o.....??? III°] Ci vuole l'intervento di un Legale o no trattandosi di sviste, errori grossolani??
Lei ne ha viste di cose, ma fra un po' comincio a dirlo anche io perchè non è possibile andare avanti così. Qualcuno si chiede anche (se vuole dare un suo parere è gradito) come fa ad accettare di rimanere sapendo che la maggioranza {due delle persone mancanti sappiamo essere favorevoli alle Dimissioni} non la vuole più???? Rischiamo di trovarci amministrate da una persona che potrebbe anche remarci contro e di cui non ci fidiamo in troppi!
La ringrazio come sempre, per ora, perchè temo ci saranno altre puntate.
Buonanotte
Bianca MariaBianchi.



 

Panucci Maurizio

Membro Ordinario
Altro Professionista
Gent.ma Sig.ra Bianchi,
a giudicare da quanto esposto, parrebbe che l'assemblea, nonostante l'O.D.G. molto importante, si sia svolta con superficialità, perlomeno per quanto riguarda i punti 3), 4) e 5).
Normalmente il Presidente, dopo avere verificato il numero dei presenti e dei millesimi, dichiara regolarmente costituita - nel vostro caso - l'assemblea e, pertanto, autorizza la discussione/delibera dei punti all'O.d.G.
Nessuno dei presenti, per esempio, si è accorto che il numero dei votanti era 30 anziché 31? E se fossero davvero 31, che fine hanno fatto i suoi M/M?
Già questo grave errore , secondo me, fa si che si possa considerare nulla l'assemblea.
Su altre questioni ( ????? ) consiglierei di andare con i piedi di piombo.... in mancanza di dati precisi.
Ritengo in ogni caso umiliante amministrare un condominio che non nutre fiducia nei confronti dell'Amministratore.
Il parere di un legale è comunque consigliabile
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Gent.ma Sig.ra Bianchi,
a giudicare da quanto esposto, parrebbe che l'assemblea, nonostante l'O.D.G. molto importante, si sia svolta con superficialità, perlomeno per quanto riguarda i punti 3), 4) e 5).
Normalmente il Presidente, dopo avere verificato il numero dei presenti e dei millesimi, dichiara regolarmente costituita - nel vostro caso - l'assemblea e, pertanto, autorizza la discussione/delibera dei punti all'O.d.G.
Nessuno dei presenti, per esempio, si è accorto che il numero dei votanti era 30 anziché 31? E se fossero davvero 31, che fine hanno fatto i suoi M/M?
Già questo grave errore , secondo me, fa si che si possa considerare nulla l'assemblea.
Su altre questioni ( ????? ) consiglierei di andare con i piedi di piombo.... in mancanza di dati precisi.
Ritengo in ogni caso umiliante amministrare un condominio che non nutre fiducia nei confronti dell'Amministratore.
Il parere di un legale è comunque consigliabile
Gent.ma Sig.ra Bianchi,
a giudicare da quanto esposto, parrebbe che l'assemblea, nonostante l'O.D.G. molto importante, si sia svolta con superficialità, perlomeno per quanto riguarda i punti 3), 4) e 5).
Normalmente il Presidente, dopo avere verificato il numero dei presenti e dei millesimi, dichiara regolarmente costituita - nel vostro caso - l'assemblea e, pertanto, autorizza la discussione/delibera dei punti all'O.d.G.
Nessuno dei presenti, per esempio, si è accorto che il numero dei votanti era 30 anziché 31? E se fossero davvero 31, che fine hanno fatto i suoi M/M?
Già questo grave errore , secondo me, fa si che si possa considerare nulla l'assemblea.
Su altre questioni ( ????? ) consiglierei di andare con i piedi di piombo.... in mancanza di dati precisi.
Ritengo in ogni caso umiliante amministrare un condominio che non nutre fiducia nei confronti dell'Amministratore.
Il parere di un legale è comunque consigliabile
///////////////////////////////////////////
Non mi sembra ci sia stata superficialità: i M/M scomparsi sono semplicemente dovuti al fatto che un condòmino si è allontanato alle 19,44, cosa che è stata verbalizzata, per cui il quorum da 937,.. è rimasto più che sufficiente! Il punto 5) è stato votato con una facilissima alzata di mano con 4 contrari ed 1 astenuto. Il punto 3) è stato votato benissimo [esiste anche una videoregistrazione] ma l'amministratore.ce ha fatto male i conti e segnato male alcune cose. Di solito sto attenta, ma a nessuno è venuto in mente di non fidarsi della calcolatrice. In quanto al punto 4), visto che l'amministratore.ce restava, mi pare ovvio che non fosse più materia da discutere. RIPETO: gli errori sono stati grossolani, non su leggi non rispettate o decisioni non rispondenti alla giurisprudenza o al Cod.Civ.
Il Sig. Dimaraz aveva detto che non esiste "quorum" per le Dimissioni, ma queste, visto che lei le ha ritenute revocabili "a condizione sine qua non", condizione messa in atto con l'eliminazione del Consiglio, devono COMUNQUE considerarsi Dimissioni o sono da trattare come revoca? Il mio, anzi nostro, problema è questo.
B. M. B.
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
///////////////////////////////////////////
Non mi sembra ci sia stata superficialità: i M/M scomparsi sono semplicemente dovuti al fatto che un condòmino si è allontanato alle 19,44, cosa che è stata verbalizzata, per cui il quorum da 937,.. è rimasto più che sufficiente! Il punto 5) è stato votato con una facilissima alzata di mano con 4 contrari ed 1 astenuto. Il punto 3) è stato votato benissimo [esiste anche una videoregistrazione] ma l'amministratore.ce ha fatto male i conti e segnato male alcune cose. Di solito sto attenta, ma a nessuno è venuto in mente di non fidarsi della calcolatrice. In quanto al punto 4), visto che l'amministratore.ce restava, mi pare ovvio che non fosse più materia da discutere. RIPETO: gli errori sono stati grossolani, non su leggi non rispettate o decisioni non rispondenti alla giurisprudenza o al Cod.Civ.
Il Sig. Dimaraz aveva detto che non esiste "quorum" per le Dimissioni, ma queste, visto che lei le ha ritenute revocabili "a condizione sine qua non", condizione messa in atto con l'eliminazione del Consiglio, devono COMUNQUE considerarsi Dimissioni o sono da trattare come revoca? Il mio, anzi nostro, problema è questo.
B. M. B.
///////////////////////////////////////////
Non mi sembra ci sia stata superficialità: i M/M scomparsi sono semplicemente dovuti al fatto che un condòmino si è allontanato alle 19,44, cosa che è stata verbalizzata, per cui il quorum da 937,.. è rimasto più che sufficiente! Il punto 5) è stato votato con una facilissima alzata di mano con 4 contrari ed 1 astenuto. Il punto 3) è stato votato benissimo [esiste anche una videoregistrazione] ma l'amministratore.ce ha fatto male i conti e segnato male alcune cose. Di solito sto attenta, ma a nessuno è venuto in mente di non fidarsi della calcolatrice. In quanto al punto 4), visto che l'amministratore.ce restava, mi pare ovvio che non fosse più materia da discutere. RIPETO: gli errori sono stati grossolani, non su leggi non rispettate o decisioni non rispondenti alla giurisprudenza o al Cod.Civ.
Il Sig. Dimaraz aveva detto che non esiste "quorum" per le Dimissioni, ma queste, visto che lei le ha ritenute revocabili "a condizione sine qua non", condizione messa in atto con l'eliminazione del Consiglio, devono COMUNQUE considerarsi Dimissioni o sono da trattare come revoca? Il mio, anzi nostro, problema è questo.
B. M. B.
////////////////////////////////////////////////////////
Ho passato tutta la sera a leggere quesiti e risposte sul problema delle DIMISSIONI: a prescindere che siete tutti d'accordo sulla quasi inesistenza di una valida giurisprudenza in merito, ho trovato di tutto ed il contrario di tutto. Sì occorre il quorum di 500 M.M., no non occorre. Poi ancora: se l'O.d.G. è solo "Dimissioni Amministratore", come nel nostro caso, non sono trattabili né abbisognano di un voto perché non sono presentate come argomento da discutere ma come volontà dell'Amministratore stesso. Il fatto che qualcuno le chieda se sono revocabili e lei metta una condizione che si avvera, non può cambiare l'O.d.G.
Poi c'è chi afferma che si devono trattare come se fossero Revoca e quindi discutibili e con assoluta necessità di quorum, anzi, finché non si raggiungono i fatidici 500 M.M. devono susseguirsi assemblee a go go. Sono letteralmente nel pallone e credo proprio che mi rivolgerò ad un legale. Grazie comunque e Buona Notte.
Bianca Maria Bianchi
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Si che mi pareva esser stato chiaro.

Dal conteggio corretto i risultati diventano:
499,20 Mill.mi + 16 Teste a FAVORE delle Dimissioni - 414,40 Mill.mi + 14 Teste CONTRARIE alle stesse.
Pertanto le Dimissioni sono state accettatea maggioranza sia per Millesimi che per Teste presenti.
Intanto vale quanto viene scritto e controfirmato nel verbale ma in ogni caso anche dal riconteggio risulta una votazione che non ha raggiunto la maggioranza di Legge che, ripeto, deve essere del 50%+1 dei votanti che rappresenti almeno 500 millesimi.

Diventa pertanto ininfluente una correzzione visto che comunque quella "delibera" sarebbe in difetto di opportuna maggioranza.

Ripeto ... se volete sostituire l'amministratore dovete nominarne uno nuovo...altrimenti resta in prorogatio imperii quello uscente...salvo non approviate all'unanimità una delibera di accettazione delle dimissioni con esonero dalla prorogatio, nel qual caso, il Condominio resterebbe senza amministratore ufficiale e tutte le sue "manzioni/responsabilità"ricadrebbero su tutti i condòmini.
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Si che mi pareva esser stato chiaro.



Intanto vale quanto viene scritto e controfirmato nel verbale ma in ogni caso anche dal riconteggio risulta una votazione che non ha raggiunto la maggioranza di Legge che, ripeto, deve essere del 50%+1 dei votanti che rappresenti almeno 500 millesimi.

Diventa pertanto ininfluente una correzzione visto che comunque quella "delibera" sarebbe in difetto di opportuna maggioranza.

Ripeto ... se volete sostituire l'amministratore dovete nominarne uno nuovo...altrimenti resta in prorogatio imperii quello uscente...salvo non approviate all'unanimità una delibera di accettazione delle dimissioni con esonero dalla prorogatio, nel qual caso, il Condominio resterebbe senza amministratore ufficiale e tutte le sue "manzioni/responsabilità"ricadrebbero su tutti i condòmini.
//////////////////////////////////
Comunque la mettiamo non abbiamo il risultato che vorremmo perché dal verbale firmato e controfirmato risulta una maggioranza sufficiente (502,.. M.M.) ma mancano le teste perché "2" sono state segnate in maniera errata; dal riconteggio abbiamo le teste (16 su 30) ma non i M.M. (499,20 < 500). Quindi rimane amministratore quello che c'era anche se sa che la maggioranza reale non la vuole più!!!!
Non abbiamo più armi...... A meno che, visto che l'Assemblea di chiusura della contabilità deve essere ancora convocata, per un caso fortunato non siano presenti tutti quelli che sono contrari.
Chi vivrà vedrà. Grazie ed ai prossimi quesiti che sono convinta ci saranno.
Bianca Maria Bianchi
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Non abbiamo più armi......
Perchè pensi questo?

Ogni condòmino ha la possibilità di chiedere la convocazione di una nuova assemblea straordinaria ...e se la domanda è presentata da almeno 2 o più condòmini che rappresentino almeno 167 millesimi l'amministratore ha obbligo di convocare (fissare data) entro 10 gg. dalla data di richiesta (meglio sia tramite una Raccomandata RR alla francese).
Se non provvede puoi convocare direttamente.

Quello che devi fare prima è cercare e trovare uno (o più) professionisti disposti ad assumere l'incarico facendoti dare preventivi da proporre in assemblea.
Ti consiglio di discuterne preventivamente con quanti sembrano dalla tua parte in modo da non disperdere i voti su più candidati.
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Perchè pensi questo?

Ogni condòmino ha la possibilità di chiedere la convocazione di una nuova assemblea straordinaria ...e se la domanda è presentata da almeno 2 o più condòmini che rappresentino almeno 167 millesimi l'amministratore ha obbligo di convocare (fissare data) entro 10 gg. dalla data di richiesta (meglio sia tramite una Raccomandata RR alla francese).
Se non provvede puoi convocare direttamente.

Quello che devi fare prima è cercare e trovare uno (o più) professionisti disposti ad assumere l'incarico facendoti dare preventivi da proporre in assemblea.
Ti consiglio di discuterne preventivamente con quanti sembrano dalla tua parte in modo da non disperdere i voti su più candidati.
///////////////////
I preventivi li abbiamo già, il problema sono le persone che cambiano idea perché o non sono state oneste col nostro gruppo o hanno cambiato idea dopo la telefonata, scorrettissima, ricevuta da lei che ha parlato di complotti o altro. Non capisco come si faccia a farsi infinocchiare da simili elementi che rovinano sia noi come condòmini che voi come Amministratori.
Oltretutto, questi episodi, tolgono ai più la voglia di continuare a battersi. Io sono testarda e continuerò a cercare di fare ciò che ritengo giusto.
Siccome entro breve ci DEVE riunire per quanto ho menzionato sopra, come primo passo prenderò regolare appuntamento per andare a controllare tutti i conti, sperando di tirarmi dietro almeno un'altra persona!
Poi staremo a vedere: San Giovanni porta l'inganno.
Bianca Maria Bianchi.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
il problema sono le persone che cambiano idea
A questo non ci puoi fare nula...se ti piace la "democrazia".
Il condominio è una "società" dove la maggioranza decide...con tutti i pregi e i difetti di tale soluzione.
Detto popolare: l'unica società" dove non nascono problemi (decisionali) è quella dove i soci sono dispari e non più di 2.


Ps.
che voi come Amministratori
Io non sono Amministratore di condòmini.
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Lo credevo io, ma rimani una persona valida: ce ne fossero!!!!
Buona serata
B.M.B.
Grazie al cielo ha preso in mano tutta la faccenda di cui sopra un'altra persona che ha intenzione di riconvocare una Assemblea Straordinaria. Ha anche detto che riunirà prima le persone nella saletta condominiale per renderle edotte degli innumerevoli errori che chi ci amministra ha fatto e capire a che punto siamo. Si farà anche firmare qualcosa............ Dalla sua è che è laureata in Legge e fa anche l'Avvocato.
Io ci crederò quando toccherò con mano i risultati.
Ho dovuto contattare l'Amministratore perchè (fra gli innumerevoli errori) ha scritto anche che uno dei preventivi per il Lastrico Solare l'ho presentato io, ma io e quell'Impresa non ci conosciamo. Lei ha ribadito che il mio nome era stato fatto in una loro mail. Ho chiesto ad ambedue, ma non ho trovato alcunchè, fra quello che mi hanno inviato, che mi menzioni: ma non credo sia importante.
Vorrei chiarire invece altre due cose: I°] La copia del verbale deve essere inviata a tutti i condòmini, vero? Ai non presenti con R.R.? Ed agli altri? Se erano presenti ed hanno firmato può non spedirlo? A quelli presenti che non hanno firmato (tipo la sottoscritta) deve farlo avere?
II°] Io sono una scrittrice folle, {lo avrai capito}, ma ho sempre solo inviato mail che riguardavano unicamente problemi di Condominio. Le ho anche scritte nelle ore dopo mezzanotte (anche all'Università studiavo di notte) ma non credo di aver fatto qualcosa di condannabile.
Ora un condòmino mi ha riferito che la nostra Amministratrice mi vuole denunciare per Stalking: cosa ne pensi??
Grazie come sempre e Buona Notte
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
La copia del verbale deve essere inviata a tutti i condòmini, vero? Ed agli altri? Se erano presenti ed hanno firmato può non spedirlo? A quelli presenti che non hanno firmato (tipo la sottoscritta) deve farlo avere?
No.
In realtà, e contrariamente al "credere" di tanti esperti, non esiste alcuna norma che obbliga all'invio del verbale di assemblea.
In pratica si rende necessario l'invio "solo" per lettura dell' Art. 1137 del CC che attribuisce facoltà al condòmino assente di contestare in Giudizio l'approvazione di una delibera entro 30 gg. dal ricevimento del verbale.
Quindi è opportuno che si trasmetti (preferibilmente in modo "cerificato") il verbale onde dar inizio alla decorrenza dei termini per l'impugnazione altrimenti non si prescriverebbe mai il diritto di impugnare una votazione.

Tale prescrizione ovviamente non vale per quelle delibera affette da vizio di "nullità".

Per prassi o per specifica norma inserita in regolamento di condominio ( ed è comunque consigliato) si procede all'invio a tutti.
Giocoforza se tutti "firmano" (anche a posteriori) si avrà come se fossero stati presenti o avessero ricevuto verbale.

Ora un condòmino mi ha riferito che la nostra Amministratrice mi vuole denunciare per Stalking: cosa ne pensi??
Che troppe persone travisano il senso ed i limiti di certe Leggi.
Impossibile denunciare qualcuno per stalking solo per essere stati "subissati" di mail (non importa l'orario di spedizione).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto