• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Nel nostro condominio finalmente hanno installato i contatori divisionali dell'acqua: a prescindere dalle quote calcolate sulle fasce che HERA ci impone e dalle Quote Fisse, come si deve suddividere la Forza Motrice. Io sostengo che debba andare in base ai consumi (più acqua usi più energia deve essere impiegata dall'autoclave); l'amministratore.ce la vuole suddividere in parti uguali e mettere insieme alle quote fisse. Cosa ne pensate?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Vero che forse la differenza sarebbe di pochi Euro...ma la Legge prevede che i consumi "misurabili" o rapportabili non siano ripartiti "pro testa".

Se esiste un contatore elettrico a servizio unicamente dell'autoclave allora tale costo deve essere ripartito proporzionalmente al consumo dell'acqua.
 

giorgino

Membro Ordinario
Amministratore di Condominio
Del resto l'autoclave si usa in relazione a quanta acqua muove... quindi chi consuma più acqua causa più spesa di forza motrice. Ha un senso...
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Non esiste un contatore unico legato all'Autoclave ma un Regolamento, non contrattuale ma assembleare, dove fu stabilito che il 15% della F.M. andava imputato all'autoclave e l'acqua veniva divisa per persone. Ora con i contatori divisionali il consumo verrà determinato in maniera univoca, ma la F.M.??????
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Già sarebbe discutibile ripartire con un criterio fissato da una norma approvata a maggioranza (serve l'unanimità), evidentemente i contrari non hanno voluto impugnare,...ora che avete inserito un contatore dovete ripartire l'acqua secondo lettura...ma mancando un contatore elettrico, specifico per l'autoclave, allora non ha nemmeno senso che si consideri una quota del 15% da dividersi "pro testa".
Se il contatore è a sevizio solo di impianti comuni allora tutta la fattura per la corrente andrà divisa per millesimi...o dovrete aprire un nuovo contratto ad esclusivo servizio dell'autoclave (sarebbe da discutere anche l'effettiva utilità di tale autoclave posto che la pressione "naturale" dell'acquedotto è sufficente per i piani bassi)
 
Ultima modifica:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto