• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Il 22/11/17, durante una Assemb. Straord., è stato conferito mandato ad un Tenico affinchè studiasse gli interventi necessari per la manutenzione e/o rifacimento di un Lastrico Solare ad uso esclusivo per poter redigere relativo Capitolato nonchè computo metrico. Nel verbale l'Amministratrice, a parte elencare i condòmini con la spesa maggiore, ha anche scritto che: "Una volta redatto il computo con le indicazioni tecniche, il medesimo verrà inviato ai condòmini i quali potranno comunicare entro 10 giorni ulteriori eventuali aziende da contattare per la realizzazione delle opere.///Non essendovi più nulla da verbalizzare l'assemblea si chiude alle ore 19:26 del che è verbale letto approvato e sottoscritto. Luogo 22/11/2017".
Ieri è arrivato il Capitolato dove l'Amministratrice chiude in grassetto sottolineato con: "Preciso che, come da richiesta intervenuta durante l'assemblea stessa, la scelta della Ditta, alla quale affidare le lavorazioni, avverrà contestualmente all'assemblea ordinaria per contenere i costi di convocazione."
A prescindere che tale richiesta non è mai stata fatta, nè tantomeno verbalizzata, è possibile discutere un argomento Straordinario in una Assemblea Ordinaria di fine anno? Premetto che la maggioranza dei condòmini vuole revocare tale persona e che lei lo sa. Il Consiglio contava di informarla ufficialmente in sede di riunione per il controllo della contabilità (chiusa al 30/9), ma non è ancora stato convocato.
Ringrazio anticipatamente per la risposta, Bianca Maria.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
è possibile discutere un argomento Straordinario in una Assemblea Ordinaria di fine anno?

Ovvio che si.
Le Assemblee Straordinarie differiscono da quella Ordinaria solo perchè quest'ultima è quella "inevitabile" perchè fissata dalle norme (Leggi).
In qualsiasi assemblea si puà discutere e/o deliberare su ogni genere di argomento purchè sia stato inserito nei punti all' ordine del giorno riportato nelle convocazioni.
E' gli argomenti di discussione, oltre che su richiesta dei proprietari (condòmini) sono anche su iniziativa/discrezionalita dell'amministratore in carica.

Premetto che la maggioranza dei condòmini vuole revocare tale persona e che lei lo sa. Il Consiglio contava di informarla ufficialmente in sede di riunione per il controllo della contabilità (chiusa al 30/9), ma non è ancora stato convocato.

La Legge prevede che l'Amministatore debba convocare assemblea per l'approvazione del Bilancio Consuntivo entro 6 mesi dalla data di chiusura dello stesso.
Se nel vostro Condominio l'esercizio contabile viene chiuso al 30 Settembre vi sarà tempo per convocare fino a fine Marzo prossimo.
Non è il Consiglio che può "informare" della volontà di una maggioranza a "revocare" il mandato perchè serve apposita delibera per accertare tale maggioranza...e se si fosse già tenuta regolare votazione allora l'amministratore sarebbe già revocato.

Fate attenzione ai tempi di revoca e non confondeteli con un mancato "rinnovo" o correte il rischio di dover liqidare comunque un "compenso annuale" anche in caso di sostituzione del mandatario.
 
Ultima modifica:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Che la vita è breve e non serve arrabbiarsi che lo facciano gli altri
Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
Alto