• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Pina

Membro Junior
Condòmino proprietario
Nella mia palazzina stiamo facendo lavori per infiltrazioni di acqua dalla terrazza. Dopo varie discussioni relative alla ripartizione delle somme per singolo appartamento, sbagliate più volte, si è arrivati ad un accordo e abbiamo sottoscritto la ripartizione. I lavori sono iniziati da una settimana. Alcuni giorni fà il capo condòmino mi comunica che nella somma a mio carico c'è un errore e che devo pagare E 150,00 in più. In effetti controllando i conteggi è vero. Vorrei sapere se devo pagare questa differenza visto che ho sottoscritto per un altro importo.
Non è che voglia fare la furba ma il capo condòmino ha messo delle voci che non centravano niente, tipo computo metrico E 400,00 (chi sta facendo i lavori mi ha detto di averlo fatto lui non richiedendo alcun costo) e il 3% dovuto all'amministratore ( che io gli ho contestato in quanto non deliberato in assemblea) . Tale somme, secondo alcuni di noi, sono state aggiunte così lui in pratica non paga la sua quota . Quindi se posso non pagare questa differenza lo farò volentieri.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Premesso che non esiste un "capo" in Condominio, ogni spesa deve essere deliberata e approvato il riparto.

Se emergono errori nei conteggi ogni modifica deve essere ridiscussa in assemblea e approvata.
Ora bisognerebbe leggere cosa abbiate effetivamente approvato e soprattutto firmato.

Se il "computo metrico" non è stato fatto (deve esistere specifica dicitura in fattura) ma lo si era conteggiato si può contestare la cosa.

Se nel contratto di mandato dell'amministratore non erano previsti compensi per lavori straordinari ...qualsiasi sua eventuale richiesta (il citato 3%) deve essere approvata con idonea maggioranza...ma se tutti avete firmato un documento/conteggio in cui era riportata equivale alla approvazione in assemblea.

Dovresti allegare documenti ...o affidatevi ad un "professionista" esperto in loco.
 

Pina

Membro Junior
Condòmino proprietario
Chiedo scusa, forse mi sono dilungata troppo e vi ho confuso le idee. Il quesito è questo: è stata fatta una ripartizione dell'importo dei lavori che abbiamo sottoscritto tutti. Dopo alcuni mesi l'amministratore si è accorto evidentemente che i conti non quadravano e si sarà rifatto i conteggi. Da questi nuovi conteggi è saltato fuori che solo la mia quota è errata. Effettivamente ,rifacendoli anch'io in base alle quote millesimali, ho constatato che è vero e che quindi dovrei pagare altre E 150,00. Si suppone ci sia stato un errore nella stampa o qualche altro inghippo che non so. Vorrei sapere se, avendo io ( e tutti gli altri ) firmato un piano di riparto per un altro importo sono obbligata a versare tale differenza. Spero stavolta di essere stata abbastanza chiara. Grazie per la risposta.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Se vuoi risposte concise devi fare domande con esposizione precisa.

Tu non sei obbligata a pagare 1 centesimo di qianto ti spetti di pagare.
Se hai "firmato" (si è approvato) un riparto che determina a tuo carico 1.000 Euro quelli devi pagate...ma se avete approvato una spesa di 11.500 Euro e a tu hai 100millesimi allora sarebbe facile dimostrare in Tribunale l'errore di calcolo e tu saresti obbligata a pagare anche i 150 che ora rifiuti + le spese legali.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
E.C.
Tu non sei obbligata a pagare 1 centesimo più di quanto ti spetti
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto