• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

luigi1956

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Saluti a tutti i partecipanti, vorrei sapere per quanti anni siamo obbligati a conservare i documenti relativi alle gestioni condominiali soprattutto quelle più voluminose come gli estratti conto bancari, le ricevute dei versamenti e le pezze giustificative. Qualcuno sostiene che 5 anni siano sufficienti, altri sostengono che si debbano conservare per almeno 10 anni.
Qual'è il tempo giusto?
Ci sono dei riferimenti normativi?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Vi sono cose che si prescrivono in 5 anni e altre in 10.
Meglio conservare tutto quantomeno per 10 anni...ma in realtà essendo la documentazione condominiale proprietà di tutti non si dovrebbe buttare.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Esagerato.
Dipende da quanti condòmini amministri.
Al più mantieni i Registri ed elimina copie versamenti e ricevute generiche.

Il registro delle delibere e i Bilanci è meglio tenerli.
 
Ultima modifica:

luigi1956

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Si i libri verbali li ho sempre tenuti anche per motivi storici. E le fatture anche... così come le pratiche. Ci sono dei condominii che si portano dietro 3 o 4 faldoni di pratiche, ti garantisco che i volumi sono impressionanti... carta, carta e ancora carta a centinaia di chili, altro che esagerato.
Ho già dovuto prendere una cantina di 30 metri quadri per metterci un po' di archivio...
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Un archivio di 30 mw...è nella logica delle cose.
Già il fatto che ti siano stati conseganti tanti documenti è riprova che anche i tuoi predecessori, ammesso si siano mai posto il dubbio, hanno comunque preferito conservare tutto.
Se la documentaizone è del Condominio ...solo l'assemblea a decisione unanime potrebbe decidere per l'eliminazione di parte dei documenti...e non ci metteri "la mano sul fuoco".
 

luigi1956

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Un archivio di 30 mw...è nella logica delle cose.
Non mi sono spiegato bene :^^: Ho dovuto aggiungere un magazzino di 30 mq all'archivio che ho in studio, tra un po' riempio anche casa! :disperato: e mia moglie mi mena sta volta! :pugno:

Comunque... se qualcuno trova riferimenti o sentenze sull'argomento e ha voglia di segnalarli, è un argomento di interesse per molti colleghi credo... :stretta_di_mano:
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto