• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ernesto ventre

Membro Junior
Condòmino proprietario
Vorrei sapere se è corretto non mettere più alla fine della convocazione dell'assemblea la voce varie ed eventuali. Grazie Ernesto Ventre
 

Franci63

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
È ininfluente, perché le “varie ed eventuali” sono argomenti su cui comunque non si può deliberare, non essendo ben identificati nella convocazione.
Nessuno vieta di affrontare “alla buona” argomenti non previsti, ma solo a scopi informativi, senza poter decidere nulla.
Quindi, che ci sia scritto o meno “varie ed eventuali” non cambia la sostanza.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
A voler "spaccare il capello" le delibere non precisate nell'avviso di convocazione (che tanti "contemplano" nel "varie ed eventuali") possono anche essere approvate ...ma solo con voto unanime di 1000/1000 non sono impugnabili.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Discussioni Simili...

Ultimi Messaggi sui Profili

Il condòmino del piano di sotto, ha la caldaia che scarica a parete. Io sto al secondo piano, lui al primo, quindi ho una fornace davanti le finestre. Alle mie domande, ho ricevuto risposte diverse e contrarie. Chi mi dice che alle caldaie a condensazione è permesso lo scarico a parete, e chi mi dice che sono quasi 10 anni che la legge vuole che si portino i fumi al tetto.Mi aiutate a capire?
Manuela
UBIQUITA' IMMOBILIARE
ovvero: stesso immobile, due condomìni

Ho acquistato un laboratorio ricavato dalla ristrutturazione di una officina meccanica e ho scoperto che il medesimo sub si trova inserito in due diversi condòmini confinanti, costretto a pagare spese duplicate.
Esistono analoghi casi di “ubiquità immobiliare”? Ovvero: può uno stesso sub essere contemporaneamente inserito in due diversi condòmini?
Alto