• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

evergian

Membro Junior
Ragioniere
Buon pomeriggio,
5 condòmini hanno scritto (con tanto di firme) all'amministratore di convocare un'assemblea straordinaria e urgente, ai sensi dell'articolo di cui in oggetto, mettendo all'o.d.g. quanto segue:

1) Verifica corrette ripartizioni dei costi relativi alle spese dei lavori per l'adeguamento normativo degli ascensori condominiali (ci sono due ascensori sc. A e sc. B).

2) Verifica corretta ripartizione dei millesimi condominiali con particolare riferimento alla tabella C (ascensori) e D (riscaldamento).
E così l'amministratore ha fatto convocando l'assemblea per il 30 prossimo.

Al di là che le formulazioni dell'oggetto dicono tutto e niente e che se eventualmente chiedessero di variare le tabelle millesimali avrebbero dovuto comunque indicarne i motivi volevo chiedere a voi esperti se la convocazione è da ritenere valida anche se:
1) la somma dei millesimi dei 5 condòmini è pari a 109 millesimi quindi al di sotto dei 167 come prevede l'articolo di legge;
2) la convocazione è stata inviata a tutti i condòmini ben oltre i 10 gg. previsti.
Come mi dovrò comportare in assemblea?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
La Legge prevede che la richiesta di assemblea straordinaria debba essere chiesta da almeno 2 (o più) proprietari che rappresentino almeno 1/6...ciò perché sia "vincolante" per l'amministratore.
Nulla impedisce che accetti la richiesta anche di 1 solo proprietario.

Il termine di tempo per il preavviso, alias data di convocazione, non importa sia ben oltre i 10gg.
Importante che la data non sia fissata con poco preavviso.

Concordo con la "sintesi" dei punti...ma ti consiglio di partecipare e, nel caso, esprimere il tuo dissenso.
 

evergian

Membro Junior
Ragioniere
Grazie Dimaraz,
sicuramente parteciperò proprio per dissentire come mi consigli anche tu. Solo un dubbio. E' vero la richiesta di convocazione è stata fatta da cinque condòmini quindi anche in sovrannumero ma i millesimi (109 m/m) non rispondono al quorum che richiede l'art. di legge (166 m/m) per cui pensi che è tutto regolare lo stesso?
Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Forse non hai compreso il mio appunto:

Nulla impedisce che accetti la richiesta anche di 1 solo proprietario.
La Legge non impedisce la convocazione ...ma impone la stessa qualora la richesta venga fatta da tanti quanti previsti dall' Art. 66 disposizioni di attuazione del codice civile

.Unico particolare contestable (a prescindere dall' Art. 66) è se la convocazione sia fissata a meno di 5 giorni dall'avviso.
Questo renderebbe impugnabile per richiesta di annullamento...ma ovviamente chi si presenta non potrà assumere validamente tale "pretesto".
 

evergian

Membro Junior
Ragioniere
Buongiorno Dimaraz,
certamente hai ragione ma io avevo interpretato (male evidentemente) che oltre all'obbligo dei due condòmini come minimo erano necessari "anche" i millesimi. La lettera di richiesta dei cinque condòmini è datata 9 maggio, l'affissione sulla guardiola del portiere è avvenuta il 15 maggio e la convocazione è fissata per il 29 maggio (in prima) e 30 maggio (in seconda). Mi sembra che potrò fare ben poco.
Grazie comunque.
 

evergian

Membro Junior
Ragioniere
No a me non stà bene affatto. Sarà un'altra abitudine da eliminare.
Grazie di tutto
Buona giornata
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
No a me non stà bene affatto. Sarà un'altra abitudine da eliminare.
Grazie di tutto
Buona giornata
Non devi far altro che presentare la questione in assemblea "minacciando" che impugnerai le delibere per vizio di convocazione visto che che negherai di essere stato informato della riunione nei tempi e modi previsti dalla Legge.

Poi ti rassegnerai a pagare le Raccomandate con RR per ogni convocazione.
 
Ultima modifica:

evergian

Membro Junior
Ragioniere
Ormai non è possibile perchè mia moglie ha firmato su un foglio dopo che l'ha ritirata in portineria. Purtroppo quì funziona così. Grazie Dimaraz.
Buona serata.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Ormai non è possibile perchè mia moglie ha firmato su un foglio dopo che l'ha ritirata in portineria
E allora di che ti lamenti.
Che sia con una Raccomandata o che sia conseganta a mano o che comunque si faccia frmare un foglio per "presa visione"...non puo dopo invocare l'esimente che non sei stato informato.
 

evergian

Membro Junior
Ragioniere
Ma non mi lamento stò solo cercando di cambiare qualcosa ed ho preso lo spunto della richiesta dei 5 condòmini che non raggiungono i millesimi per poter iniziare sin dalla prossima assemblea. Ma se la convocazione è ok. dovrò andare in assemblea ed aspettare che tirino fuori la richiesta di cambiare alcune tabelle. Dovranno dire il perchè e tanto per cominciare dimostrare dove sono gli errori (ovviamente con perizia di un tecnico in mano). Poi vedremo le deleghe, le presenze e così via. E' solo l'inizio.
Comunque grazie per i tuoi consigli.
Buona serata
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Dovranno dire il perchè e tanto per cominciare dimostrare dove sono gli errori (ovviamente con perizia di un tecnico in mano).
Con la "riforma" delle norme sul Condominio la maggiroanza può decidere d rifare le tabelle "a sua discrezione"...quindi non abbisogna di un tecnico che certifichi la presenza dei errori.
In tale materia, mancando una "direttiva" obbligatoria se fai fare la tabella a 10 tecnici diversi facile che ottieni 10 risultati diversi.
Diventa quindi molto "aleatorio" stabile chi abbia ragione.

Più che alle "imperfezioni" nel rispetto delel forme...io al posto tuo baderei alla "sostanza" della correttezza nella gestione contabile, del rispetto del Regolamento di Condominio e della cura della parti comuni.
 

evergian

Membro Junior
Ragioniere
Ma infatti il mio intento è proprio quello che scrivi tu e cioè in generale mettere un pò di ordine rispettando il più possibile le normative vigenti. Però che uno si alza la mattina e comincia a dire che paga troppo (rispetto a che e a chi non si sa) e coinvolgendo pure l'amministratore (un pochino complice) facendogli convocare (con qualche difettuccio se vogliamo) un'assemblea mi sembra troppo. Ma poi sentendo le voci sottili che girano in condominio a nessuno va di cambiare le tabelle. Per cui, cogliendo l'occasione, mi sembra che sia il momento di fare un pò di chiarezza. Poi speriamo bene perchè le assemblee di condominio come saprai non si sa mai come vanno a finire.
 

Conte Giò

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Buongiorno
nel mio condominio siamo in prorogatio imperii...l'amministratore che termini ha per convocare l'assemblea??? Se non dovesse farlo gli possiamo mandare una richiesta di convocazione di assemblea straordinaria con il punto all'ordine del giorno di nomina amministratore???
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Anche se in" prorogatio imperii" nulla muta sulgi obblighi e sulle modalità.

L'assemblea straordinaria può essere chiesta da almeno 2 (o più) condòmini che rappresentino 1/6 dei millesimi totali.

Ps.
Prossima volta apri un tuo topic senza inserirti in quello di altri.
 

evergian

Membro Junior
Ragioniere
Assemblea fatta. Tutto come previsto e cioè quattro gatti e due galline per cui non è neanche iniziata. Il condòmino che ha continuato a sbraitare che bisogna rifare le tabelle in quanto quelle esistenti sono sbagliate (?). Ma non dice come e perchè. Conclusione si dovrà riconvocare altra assemblea. Allora stò cercando su internet qualche programma (vedo che ce ne sono tanti) ma insomma non è il mio campo e ci capisco poco. Solo una domanda: ma tra tutti i parametri che leggo vedo anche che bisognerebbe misurare di nuovo i metri quadri di ogni appartamento? E' così?
Saluti
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Si rimisura tutto per verificare se oltre a chi ha fatto modifiche con permesso regolare non ci siano stati dei "furbi" o degli errori precedenti.
 

evergian

Membro Junior
Ragioniere
Per cui ci vuole un tecnico....... e poi eventualmente il permesso d'accesso agli appartamenti. Quel tizio continua a dire che lui ha ricalcolato i millesimi di proprietà. Chissà come ha fatto. Una curiosità ma anche per le tabelle scale occorre lo stesso procedimento?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
La tabella scale la ricavi dopo.

Non vedo il problema per colui che "sbraita"...se nessuno ha fatto modifiche o cambi di destinazione che comportino aumenti o diminuzioni di almeno 1/5 del proprio valore/superficie non sussiste obbligo di riformulare le tabelle.
Se non esiste una maggioranza che voti una delibera per il ricalcolo a chi "sbraita" non resta che andare ad ululare alla Luna.
 
Ultima modifica:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto