• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

anna

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Buonasera,
chiedo un vostro parere in merito ad una situazione piuttosto complessa che si é creata nel condominio dove ho una casa di proprietá', premetto che il costruttore (la costruzione dello stabile e' terminato circa 10 anni fa, e il costruttore non si e preoocupato di fare la manutenzione lasciandolo senza rifiniture) ha la maggior parte degli appartamenti invenduti, l' amministratore fu nominato a suo tempo dal costruttore ed e ancora in carica, nel tempo si sono creati infiniti problemi, tra i quali la gestione ordinaria del condominio ( mancata approvazione dei bilanci, ecc) spesso dovuta al mancato pagamento delle quote condominiali da parte del costruttore ( che ha dei debiti nei confronti del condominio) che di conseguenza hanno determinato non pochi guai (es: distacco dell utenza del gas con riscaldamento autonomo centralizzato, ascensore fermo per diversi mesi per mancato pagamento delle quote di cui la gran parte sempre a carico di questo costruttore, ) tralascio ulteriori racconti di questi 10 anni che hanno portato comunque ad una dequalificazione dello stabile. Arriviamo all'attuale situazione, oggi lo stabile potrebbe usufruire su tutti i fronti del bonus 110 di riqualificazione ed infatti siamo arrivati ad un accordo tra noi proprietari per un assemblea straordinaria che decida sui lavori, informato della questione il costruttore per essere coinvolto nei lavori vuole di sua iniziativa revocare l amministratore (ricatto?), che si e rivolto, naturalmente ad altra ditta. Per tutelarci, qualora il costruttore/proprietario, decida di revocare l'amministratore, vogliamo chiedere che i libri contabili siano portati in tribunale, ne puo' fare richiesta anche un solo condomine/proprietario', o cosa possiamo fare per tutelarci da un costruttore che comunque negli anni non e' riuscito piu a vendere un appartamento? Le decisioni spettano sempre a lui? Sembra un film di fantascienza ma in Italia accade anche questo.
Grazie per i consigli che potrete darmi.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Non sembra poi "fantascienza" ...copione già visto (letto) innumerevoli volte (a partire dalla nomina illegale dell'amministratore da parte del costruttore)...unica "sorpresa" che il mandatario si metta dalla parte "giusta" ed in conflitto con chi li aveva incoronato.

Per rispondere nello specifico devi fornire ulteriori dati quantomeno nei "pesi" delle 2 fazioni (tradotto distribuzione dei millesimi).
 

robertodisanto

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Tutto chiaro ma devi verificare al costruttore/proprietario quanti millesimi sono attribuiti per capire se lui ha la maggioranza per decidere.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Tutto chiaro ma devi verificare al costruttore/proprietario quanti millesimi sono attribuiti per capire se lui ha la maggioranza per decidere.
Anche avesse la maggioranza dei millesimi (501/1000) da solo non può decidere nulla.

In Condominio le delibere sono valide solo se approvate con la "doppia maggioranza" (teste+millesimi).
 

anna

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Grazie Diramaz, visto che tra poco ci sara' la famosa assemblea straordinaria, nel caso il delegato del costruttore facesse pressioni per la revoca dell'amministratore, quale articolo del regolamento di condominio possiamo citare per evitare questa " prepotenza " del costruttore, che chiaramente voleva essere coinvolto nei lavori del bonus110, ma capirai come detto prima, proprio per la sua malafede nell' abbandonare lo stabile nelle condizioni che ho gia' descritto, non potevamo di certo sceglierlo.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
quale articolo del regolamento di condominio possiamo citare per evitare questa " prepotenza " del costruttore,
Piu che un articolo del regolamento di condominio quello del Codice Civile che prevede per la revoca assembleare la stessa maggioranza che serve per una nuova nomina: solo se vota per la revoca il 50%+1 dei presenti in assemblea e che totalizzino almeno 500 millesimi la revoca sarà valida.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Alto