• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

anna

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Buonasera,
scrivo per sottoporvi una problematica sorta nel mio condominio, intanto devo premettere che si tratta di un condominio costruito 10 anni fa, composto da 40 appartamenti la maggioranza dei quali non è ancora stata venduta e quindi è di proprietà ,del costruttore, che nel tempo non ha mai rispettato i pagamenti delle quote di sua proprietà, attualmente ha un debito nei confronti del condominio di circa 12.000,00, ci sono stati negli anni tanti problemi piu o meno risolti, attualmente da più di 2 mesi c'è l'ascensore che non funziona e il preventivo prevede una riparazione di circa 3.000,00 euro, tutti i condòmini hanno versato la quota prevista, manca solo il pagamento delle quote relative agli appartamenti del costruttore ( circa 2.000,00) che non ha interesse a fare nulla, l'amministratore più volte ha cercato di contattarlo, senza risultato. La domanda è cosa possiamo fare in questa situazione, noi proprietari in minoranza che nel tempo abbiamo subito anche altri disagi notevoli? Possiamo chiedere la revoca dell'amministratore che non svolge i nostri interessi (amministratore insediato a suo tempo dal costruttore) e chiedere che i registri vengano portati in tribunale?
Può il costruttore avere sempre la maggioranza fino a quando gli appartamenti non vengono venduti?
Grazie, per le indicazioni nche vorrete fornirmi.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
E aspettare ancora un po' ...qualche altro lustro???

Svegliatevi...cacciate l'amministratore colluso.

Il costruttore da solo non ha maggioranza anche se avesse ancora 39 unità su 40.

L'amministratore ha obbligo di perseguire le morosità con Decreto Ingiuntivo.
 

davideboschi

Nuovo Iscritto
Condòmino proprietario
L'amministratore ha obbligo di perseguire le morosità con Decreto Ingiuntivo.
E aggiungerei che può essere chiamato a rispondere dei danni cagionati dalla sua inerzia.
Questo è almeno quanto mi disse l'amministratore di un condominio dove acquistai un appartamento in asta. Gli proposi un piano di rientro per le spese pregresse, ma lui non accettò sostenendo quanto sopra. Non so se era una scusa per farmi pagare tutto e subito, ma pagai.
 

anna

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Il costruttore da solo non ha maggioranza anche se avesse ancora 39 unità su 40.


Grazie Diramaz, per le indicazioni fornite, ma una precisazione in più, in base a quale articolo del C.C. affermi il discorso della mancanza di maggioranza da parte del costruttore, che negli anni ha approfittato sempre di questa situazione
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
in base a quale articolo del C.C. affermi il discorso della mancanza di maggioranza da parte del costruttore
Art. 1136 del CC...ma devi leggere bene.
Tradotto in linguaggio "volgare" significa che in Condominio le delibere sono approvata con maggioranze diverse a seconda del tema in discussione.

Ma devono essere pur sempre "maggioranze" ....e non solo di teste ma anche di millesimi.

Ora non hai spiegato la composizione millesimale del tuo edificio...ma "a spanne" da una parte vi è il "costruttore" (vale 1 testa e circa 600/700 dei millesimi/unità)..e dall'altra vi siete voi "proprietari" (forse una 10 per totali 300/400 millesimi).
Lui da solo non costituisce maggioranza...voi da soli non rappresentate sufficenti millesimi (tranne che per certi argomenti e solo se lui non si presenta in assemblea).

L'amministratore che voi avete erroneamente accettato
amministratore insediato a suo tempo dal costruttore
(nomina non valida se è stato indicato dal solo costruttore)...dopo tutti questi anni s'intende come da voi accettato (presumo lo abbiate quanto meno riconfermato ) ha bellamente continuato a fare i comodi di chi lo ha posto su tale "carega".

Accendetegli un bel petardo sotto...prima invitandolo di agire entro 15 gg. ...pena la minaccia di citazione a Giudizio per inadempienza contrattuale e danni eventuali.

Salvo, e spero di no, non abbiate avvalorato tale sua inerzia approvando qualche delibera "a sproposito".

Il costruttore poteva farsi escluso dalle spese ordinarie solo per 2 esercizi successivi alla costituzione di Condominio (non appena vendeva la prima unità)...ma voi ne avete lasciati passare una decina...e rischiate concretamente di non poter riscuotere le prime annualità non pagate per prescrizione dei termini.

Al vostro posto comincerei subito la ricerca di un Avvocato con gli "attributi"
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto