• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Lucianone

Membro Junior
Amministratore di Condominio
Il 2017 ha portato al condominio, o meglio agli amministratori di condominio qualche novità giusto per non farci mancare niente.
La prima riguarda le ritenute d'acconto. Dal 1 gennaio 2017 infatti il versamento delle ritenute di acconto dovrà avvenire quando l'ammontare delle ritenute raggiunge l'importo di € 500,00.

All'ammontare dei 500€ concorrono tutte le ritenute ( del 4%) di tutti i fornitori per ogni singolo condominio cumulativamente.

Questa nuova regola è valida per i corrispettivi pagati a partire dal 1 gennaio 2017, quindi, per capirci, i primi versamenti delle nuove ritenute andranno al 16 febbraio 2017.

Resta dubbia invece l'obbligatorietà di questa nuova modalità anche se l'orientamento dei consulenti che ho sentito fino ad oggi dichiarano come incontestabile l'applicazione del nuovo metodo e perciò al riparo dei guai mentre utilizzare il vecchio mette al vento di possibili se non probabili contestazioni che è bene evitare.

Se utilizzate un gestionale chiedete immediatamente l'aggiornamento e informatevi che le aziende siano al corrente, com'è probabile che sia, delle nuove norme e modifichino il programma di conseguenza.
 

luciano

Membro Junior
Amministratore di Condominio
L'anammi dichiara quanto segue: "
In riferimento alla nostra news del 14/12/2016 e relativa al cumulo del versamento delle ritenute operate nei confronti degli appaltatori, teniamo a precisare che i condomìni non sono obbligati ad operare il cumulo e possono versare le ritenute mese per mese senza incorrere in sanzioni.

Inoltre ricordiamo che la possibilità di cumulo rimane limitata alle sole ritenute da versare con codice tributo 1019 o 1020. Tutte le altre ritenute devono essere versate entro il 16° giorno del mese successivo a quelle in cui sono state operate per non incorrere in sanzioni."

ciao
 

Lucianone

Membro Junior
Amministratore di Condominio
Finchè non è chiaro l'orientamento delle istituzioni adottare la soluzione più conservativa è di certo la via più ragionevole. Sono abbastanza sorpreso che un'associazione di categoria senza alcun peso specifico nell'interpretazione delle leggi, si permetta di consigliare ai propri associati una formula più rischiosa di un'altra più sicura.
 

luciano

Membro Junior
Amministratore di Condominio
Non capisco bene la vostra sorpresa, stasera mi è stata assolutamente confermata. Poi ognuno può seguire la propria strada. Naturalmente arriva da dei legali che hanno peso specifico identico a chiunque altro. Non capisco prese di posizione così nette.
 

Lucianone

Membro Junior
Amministratore di Condominio
Ribadisco che non vedo come l'ANAMNI si possa dire certa di un'interpretazione di una legge fiscale a pochi giorni dalla sua emissione, quando tutta Italia ne sta animatamente discutendo e non ci sono ancora - che io sappia - circolari ministeriali di chiarimento.
Ciò detto, ho sentito già due software house che stanno aggiornando i loro gestionali, non penso che gli faccia piacere lavorare a vuoto ;)
Ciò detto è ovvio che ognuno agisce i coscienza e si assume i rischi che ritiene di voler assumere :)
La mia non era una critica a quanto asserisci ma un invito alla prudenza sulla base di quanto sta succedendo.
Sai cosa dicono le altre associazioni? Concordano tutte con la visione di ANAMNI?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Sempre difficile capire quel che passa per la testa dei legislatori nostrani.
Questro il testo di Legge:
«7-bis. Il versamento della ritenuta di cui al comma 1 e'effettuato dal condominio quale sostituto d'imposta quando l'ammontare delle ritenute operate raggiunga l'importo di euro 500.
Il condominio e' comunque tenuto all'obbligo di versamento entro il 30 giugno e il 20 dicembre di ogni anno anche qualora non sia stato raggiunto l'importo stabilito al primo periodo

Lo scopo del raggruppamento (a quanto par di capire) è per ridurre i costi della riscossione (qui domanda sorgerebbe spontanea).

Al momento nemmeno l'AdE ha aggiornato le istruzioni sul proprio sito.
Non sono nemmeno sicuro siano già previste eventuali sanzioni per chi adempie con il vecchiio criterio...ma personalmente e a rigor di interpretazione, del sopra citato aritcolo, rilevo che si fa uso della preposizione "entro" ...al che nulla impedisce di pagare ogni 16 del mese come prassi precedente.
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Ovviamente non mi arrogo alcun diritto di avere la risposta, ma permettete di rimanere sorpreso dagli attributi associati alle varie interpretazioni.

Una associazione di categoria si dice certa ....
Un noto forumista precisa a rigor di interpretazione....

Senza rigore nella interpretazione io avrei invece dedotto che il termine entro, mi parrebbe stabilire che il fisco comunque desidera che almeno due volte l'anno si operi il saldo delle ritenute, nel caso non si sia raggiunto il fatidico 500€. Altro non interpreterei.

Certo è che il nostro fisco fa in fretta a stabilire adempimenti che ricadono sugli ... altri. Aspetto da più di due anni un piccolo rimborso....!
 

LazzaroFelice

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Al riguardo, nel corso di Telefisco 2017, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che il condominio ha la facoltà di procedere al versamento delle ritenute in esame secondo le modalità preesistenti, cioè entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui sono state operate o avrebbero dovuto essere operate, anche se di importo inferiore a 500,00 euro.
 

LazzaroFelice

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Ribadisco che non vedo come l'ANAMNI si possa dire certa di un'interpretazione di una legge fiscale a pochi giorni dalla sua emissione, quando tutta Italia ne sta animatamente discutendo e non ci sono ancora - che io sappia - circolari ministeriali di chiarimento.
Ciò detto, ho sentito già due software house che stanno aggiornando i loro gestionali, non penso che gli faccia piacere lavorare a vuoto ;)
Ciò detto è ovvio che ognuno agisce i coscienza e si assume i rischi che ritiene di voler assumere :)
La mia non era una critica a quanto asserisci ma un invito alla prudenza sulla base di quanto sta succedendo.
Sai cosa dicono le altre associazioni? Concordano tutte con la visione di ANAMNI?
Al riguardo, oltre all'Anammi e all'Anaci, nel corso di Telefisco 2017, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che il condominio ha la facoltà di procedere al versamento delle ritenute in esame secondo le
modalità preesistenti, cioè entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui sono state operate o
avrebbero dovuto essere operate, anche se di importo inferiore a 500,00 euro.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Al riguardo, nel corso di Telefisco 2017, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che il condominio ha la facoltà di procedere al versamento delle ritenute in esame secondo le modalità preesistenti, cioè entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui sono state operate o avrebbero dovuto essere operate, anche se di importo inferiore a 500,00 euro.
cvd
con buona pace di chi rimane sorpreso.
 

LazzaroFelice

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
Volevo sapere se un amministratore ha incassato 2 fatture nel 2017 e si ė fatto pagare in contanti e nonostante ciò ha versato f24 per la ritenuta al 4% può considerare questi 2 versamenti nel 770 del 2018?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
???

Prestazione dell'amministratore fatturata e saldata nel 2017...tutto va nella dichiarazione dei Redditi 2018 (relativa al 2017).
 

mameg

Nuovo Iscritto
Amministratore di Condominio
mi riallaccio al versamento delle ritenute del condominio entro il 30 giugno e vi chiedo: come si compila F24? si fa riferimento a ciascun mese di competenza ritenuta rispetto al mese di pagamento della fattura o si indica genericamente giugno?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Il periodo di riferimento è indicato con cifre.
Se compili online il sistema non dovebbe accettare "formulazioni" strane
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Non ho ritrovato la circolare che commentava la possibilità di raggruppare a giugno le RA il cui totale cumulativo fosse inferiore a 500€ , entro il 16 giugno; ed in rete non ho visto esempi.

Nel dubbio compilerei un F24 con tante righe corrispondenti a ciascun versamento, indicando per ogni voce il mese proprio di riferimento.
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Per "quale" periodo indicare proseguirei con il soito iter: se la fattura era stata pagata a Marzo indichi 0003 - 2017
Il tutto come suggerito per ogni mese in cui si sia fatto un pagamento con Ritenuta.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto