• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Ermes

Nuovo Iscritto
Altro Lavoratore
Da sempre (quindi innumerevoli anni) i bilanci sono stati presentati con una voce erroneamente ripartita in parti uguali invece che in base millesimale e vorrei chiedere una revisione dei bilanci passati al fine di ottenere una redistribuzione degli importi maggiormente versati. Come posso procedere ? Cosa occorre fare ? A chi rivolgersi ? Occorre una maggiornaza assembleare ? Quanto può costare ? Chi paga le spese di revisione ? Quanti anni indietro è possibile andare ? ... Grazie
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Erroneamente in che senso?
Quando avete approvato non era evidente che era un riparto per "teste" anziché per "millesimi"?

Bilanci già approvati possono essere ridiscussi solo se vi è un errore nei calcoli o di errata imputazione...e serve approvazione unanime (1000/1000).
Alternativa citare in causa per arricchimento illecito...ma si deve dimostrare l'errore.
L'aver coscientemente approvato una divisione con un criterio diverso da quello di norma rende inutile qualsiasi lamentela/causa perché nessun Giudice potrebbe cambiare quanto deciso a suo tempo.
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Ciao a tutti, scusate se intervengo: nel mio Condominio Esistono "tre unità" che in passato ( prima che venissi ad abitarci) hanno condonato il proprio terrazzo dove era stata montata una veranda. I millesimi, però, non sono mai stati aumentati. Non solo, ma, per un pasticcio di compravendita, su cui è meglio stendere un velo pietoso, qui abbiamo assegnato "1 millesimo" al poco gradito inserimento di un proprietario [vecchio Amministratore degli inizi che sapeva della cosa non propriamente lecita] che ha {??} un cantinotto!
Vorrei sapere se i motivi di cui sopra sono sufficienti per chiedere una revisione dei m/m, se sì per quanti anni si può andare indietro.
Aggiungo che è da tempo che "si dice" che costruttore &C., nonché primi proprietari, avevano calcolato i millesimi "ad usum delphini".
Scusate ancora l'intromissione, ma la "prescrizione" è di attualità.
Grazie come sempre
Bianca Maria Bianchi
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Mi sono dimenticata di dire che i nostri m/m sono diventati "1.001,00", ovvero " la matematica è un' opinione".
Rinnovo il grazie,
Bianca Maria Bianchi
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
La rettifica di una Tabella Millesimale esistente diventa obbligatoria solo se almeno 1 delle unità/proprietà subisce una variazione di 1/5 (20%) del proprio valore.
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Mi sono dimenticata di dire che i nostri m/m sono diventati "1.001,00", ovvero " la matematica è un' opinione".
Proprio perchè la matematica non è una opinione, non c'è alcun problema a rapportare i valori singoli a 1001 anzichè a 1000.

Quanto al valore assegnato (1/1001) non abbiamo la sfera magica per valutare se sia adeguato o no.
 

Otrebla

Membro Junior
Condòmino proprietario
Ciao
a me è successo questo:

  1. Maggio 2017 - Presentazione del bilancio preventivo 2017-2018 approvato all’unanimita’ con ripartizione in parti uguali;
  2. Dicembre 2018 - Approvazione all'unanimità delle tabelle millesimali;
  3. Marzo 2019 - Presentato rendiconto consuntivo 2017-2018 con divisione in parti uguali;
  4. Marzo 2019 - presentato bilancio preventivo 2018-2018 con divisione con nuove tabelle millesimali;
  5. Maggio 2019 Ripresentato rendiconto consuntivo con riparametrazione secondo le tabelle millesimali. L'amministratore ha detto che lui lo dava per scontato che fosse tutto retrodatato di 2 anni e riparametrato secondo le tabelle millesimali.
E' lecito?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
1-SI (valido)
2-SI
3-Non spieghi se e come sia stato approvato.
4-SI
5-Bilancio Consuntivo di quale anno?

Aldilà di un strano susseguirsi di delibere ravvicinate nell'ultimo anno...dovete tenere presente quanto segue:
- I Bilanci Preventivi sono delle mere ipotesi delle spese che si affronteranno durante l'anno quindi le somme che si versano, in relazione allo stesso, sono dei semplici anticipi che possono essere fissati anche in via forfettaria (tutti lo stesso importo)successivamente si pareggiano.
-Viceversa i Bilanci Consuntivi (Finali) devono seguire il criterio di riparto fissato da Legge o da Regolamento Contrattuale oppure essere approvati all'unanimità (1000/1000).

Dal tuo racconto si desume una approvazione di una Nuova Tabella Millesimale...ma la stessa può essere applicata solo per le spese approvate successivamente alla sua approvazione...salvo sia ancora una maggioranza di 1000/1000 a volerla retroapplicare.

Ps.
Prossima volta apri una nuova discussione.
 

bianca maria bianchi

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Ciao a tutti: non volevo essere inopportuna, ho letto solo perché si parlava (a monte) di argomenti che mi interessano... millesimi, contatori. Poi c'è sempre da imparare... Anche da uno scambio, molto interessante, di opinioni
Notte
 

Otrebla

Membro Junior
Condòmino proprietario
1-SI (valido)
2-SI
3-Non spieghi se e come sia stato approvato.
4-SI
5-Bilancio Consuntivo di quale anno?

Aldilà di un strano susseguirsi di delibere ravvicinate nell'ultimo anno...dovete tenere presente quanto segue:
- I Bilanci Preventivi sono delle mere ipotesi delle spese che si affronteranno durante l'anno quindi le somme che si versano, in relazione allo stesso, sono dei semplici anticipi che possono essere fissati anche in via forfettaria (tutti lo stesso importo)successivamente si pareggiano.
-Viceversa i Bilanci Consuntivi (Finali) devono seguire il criterio di riparto fissato da Legge o da Regolamento Contrattuale oppure essere approvati all'unanimità (1000/1000).

Dal tuo racconto si desume una approvazione di una Nuova Tabella Millesimale...ma la stessa può essere applicata solo per le spese approvate successivamente alla sua approvazione...salvo sia ancora una maggioranza di 1000/1000 a volerla retroapplicare.

Ps.
Prossima volta apri una nuova discussione.
Ciao scusami, rifaccio il riepilogo corretto:

  1. Maggio 2017 - Presentazione del bilancio preventivo esercizio 2017-2018 approvato all’unanimità con ripartizione in parti uguali;
  2. Dicembre 2018 - Approvazione all'unanimità delle tabelle millesimali;
  3. Maggio 2019 Riconvocata assemblea e ripresentato rendiconto consuntivo esercizio 2017-2018 con riparametrazione secondo le tabelle millesimali approvate a dicembre 2018. L'amministratore ha detto che lui lo dava per scontato che fosse tutto retrodatato di 2 anni e riparametrato secondo le tabelle millesimali. I condòmini non si sono espressi sul consuntivo esercizio 2017-2018 e hanno rinviato la decisione alla successiva assemblea. Il preventivo anno 2019, ripartito secondo le nuove tabelle millesimali, è stato approvato all'unanimità.
Cosa mi dici? Può retrodatare la ripartizione con tabelle millesimali approvate a dicembre 2018 dopo che nel 2017 era stata approvata la ripartizione in parti uguali?

Grazie mille e la prossima volta aprirò una nuova discussione
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Suppongo che la presentazione del consuntivo 2017-18 sia avvenuta a maggio 2018. Se nella assemblea che ha approvato il consuntivo e ripartizione 2017-18, non è stata deliberata anche la revisione delle tabelle millesimali, e prevista la revisione della ripartizione del relativo consuntivo, oggi non può rimettere in discussione ciò che è stato approvato alla unanimità.

Diverso se a maggio 2018 avete approvato solo il consuntivo (cioè la regolarità delle spese) rinviando alla disponibilità delle nuove tabelle, la ripartizione.

Quando è stata deliberata la formazione di nuove tabelle millesimali?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
I condòmini non si sono espressi sul consuntivo esercizio 2017-2018 e hanno rinviato la decisione alla successiva assemblea
Quando esponi cura sia inequivocabile ciò che scrivi... così non si comprende se sia un Bilancio Consuntivo che comprende 2 annualità (2017+2018) oppure se siano 2 Bilanci per ciascun anno oppure se il vostro esercizio contabile non sia il classico 01 Gennaio - 31 Dicembre.

In ogni caso affermi che l'assemblea ha rinviato l'approvazione di un Consuntivo che quindi non è stato approvato. E poiché le nuove tabelle sono state approvate nel 2018 è pacifico che quantomeno per tutte le ripartizioni di spese ordinarie si proceda con la nuova tabella.
 

Otrebla

Membro Junior
Condòmino proprietario
Quando esponi cura sia inequivocabile ciò che scrivi... così non si comprende se sia un Bilancio Consuntivo che comprende 2 annualità (2017+2018) oppure se siano 2 Bilanci per ciascun anno oppure se il vostro esercizio contabile non sia il classico 01 Gennaio - 31 Dicembre.

In ogni caso affermi che l'assemblea ha rinviato l'approvazione di un Consuntivo che quindi non è stato approvato. E poiché le nuove tabelle sono state approvate nel 2018 è pacifico che quantomeno per tutte le ripartizioni di spese ordinarie si proceda con la nuova tabella.
Sto cercando di farlo ma la situazione è complicata ed intricata...
Il bilancio, prima preventivo e poi consuntivo, va da aprile 2017 ad aprile 2018. Essendo state approvate le tabelle a dicembre 2018 mi stai dicendo quindi che l'amministratore può applicare la retroattività oppure sono valide solo per i bilanci presentati dopo dicembre 2018?
 

Otrebla

Membro Junior
Condòmino proprietario
Suppongo che la presentazione del consuntivo 2017-18 sia avvenuta a maggio 2018. Se nella assemblea che ha approvato il consuntivo e ripartizione 2017-18, non è stata deliberata anche la revisione delle tabelle millesimali, e prevista la revisione della ripartizione del relativo consuntivo, oggi non può rimettere in discussione ciò che è stato approvato alla unanimità.

Diverso se a maggio 2018 avete approvato solo il consuntivo (cioè la regolarità delle spese) rinviando alla disponibilità delle nuove tabelle, la ripartizione.

Quando è stata deliberata la formazione di nuove tabelle millesimali?
Suppongo che la presentazione del consuntivo 2017-18 sia avvenuta a maggio 2018. Se nella assemblea che ha approvato il consuntivo e ripartizione 2017-18, non è stata deliberata anche la revisione delle tabelle millesimali, e prevista la revisione della ripartizione del relativo consuntivo, oggi non può rimettere in discussione ciò che è stato approvato alla unanimità.

Diverso se a maggio 2018 avete approvato solo il consuntivo (cioè la regolarità delle spese) rinviando alla disponibilità delle nuove tabelle, la ripartizione.

Quando è stata deliberata la formazione di nuove tabelle millesimali?
La presentazione del consuntivo 2017-2018, che non è stato ancora approvato, è avvenuta a maggio 2019 ed il consuntivo si è trasformato da bilancio preventivo aprile 2017-aprile 2018 in bilancio consuntivo aprile 2017 - dicembre 2018... La delibera per le nuove tabelle millesimali è avvenuta a dicembre 2018.
E' complicato...
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
La presentazione del consuntivo 2017-2018, che non è stato ancora approvato, è avvenuta a maggio 2019 ed il consuntivo si è trasformato da bilancio preventivo aprile 2017-aprile 2018 in bilancio consuntivo aprile 2017 - dicembre 2018... La delibera per le nuove tabelle millesimali è avvenuta a dicembre 2018.
E' complicato...
Se prendo alla lettera questa tua attuale descrizione, mi verrebbero alcune domande.

- Perchè non si è tenuta la assemblea ordinaria di approvazione del consuntivo 2017-18 entro i 6 mesi dalla chiusura esercizio ?(Aprile 18 ?)
- Suppongo che a dicembre si sia tenuta la assemblea, ed a questo punto l'amministratore ha esteso l'esercizio fino a dicembre 2018. La approvazione nuovi millesimi è avvenuta nella medesima assemblea: ora stava a voi deliberare se adottarla già per l'esercizio in chiusura, o farlo decorrere con il nuovo anno. Come si è comportata l'assemblea? L'amministratore è un esecutore: siete voi che avete l'onere di fare delle scelte. Il problema semmai è stabilire con quali maggioranze vanno approvate le scelte.
 

Otrebla

Membro Junior
Condòmino proprietario
Se prendo alla lettera questa tua attuale descrizione, mi verrebbero alcune domande.

- Perchè non si è tenuta la assemblea ordinaria di approvazione del consuntivo 2017-18 entro i 6 mesi dalla chiusura esercizio ?(Aprile 18 ?)
- Suppongo che a dicembre si sia tenuta la assemblea, ed a questo punto l'amministratore ha esteso l'esercizio fino a dicembre 2018. La approvazione nuovi millesimi è avvenuta nella medesima assemblea: ora stava a voi deliberare se adottarla già per l'esercizio in chiusura, o farlo decorrere con il nuovo anno. Come si è comportata l'assemblea? L'amministratore è un esecutore: siete voi che avete l'onere di fare delle scelte. Il problema semmai è stabilire con quali maggioranze vanno approvate le scelte.
A fine marzo 2018 è stata fatta un'assemblea straordinaria ma non è stato discusso il consuntivo 2017-2018. E' stato presentato un ulteriore bilancio preventivo straordinario di un esercizio che va da aprile 2017 a dicembre 2018 che è stato approvato (da tutti tranne che da me) con ripartizione in parti uguali.
A dicembre 2018 abbiamo approvato, all'unanimità, le nuove tabelle millesimali.
A maggio 2019 abbiamo approvato il bilancio preventivo gennaio 2019 - dicembre 2019 cone laripartizione secondo le nuove tabelle millesimali ma non abbiamo approvato il rendiconto consuntivo del bilancio aprile 2017 - dicembre 2018 perchè io ho contestato la decisione presa dall'amministratore, in maniera assolutamente autonoma e senza alcuna delibera da parte dell'assemblea condominiale, che riparametrava tutte le spese del bilancio aprile 2017 - dicembre 2018 da ripartizione in parti uguali a ripartizione secondo le tabelle millesimali approvate a dicembre 2018.
E' molto complicato...
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
Avevo dimenticato la prima descrizione della sequenza da te illustrata. E direi, lascia perdere le approvazioni dei bilanci preventivi: sono solo una indicazione per stabilire gli acconti. Quello che conta sono i consuntivi.
Ora leggo alcune stranezze:
A fine marzo 2018 .................. E' stato presentato un ulteriore bilancio preventivo straordinario di un esercizio che va da aprile 2017 a dicembre 2018 che è stato approvato (da tutti tranne che da me) con ripartizione in parti uguali.
non abbiamo approvato il rendiconto consuntivo del bilancio aprile 2017 - dicembre 2018 perchè io ho contestato la decisione presa dall'amministratore, in maniera assolutamente autonoma e senza alcuna delibera da parte dell'assemblea condominiale, che riparametrava tutte le spese del bilancio aprile 2017 - dicembre 2018 da ripartizione in parti uguali a ripartizione secondo le tabelle millesimali approvate a dicembre 2018.
Scusa: ma di quanti millesimi disponi?
Io trovo comportamenti non coerenti tra prima e seconda tua decisione: cosa vorresti?

Inoltre: il consuntivo si approva a maggioranza: se tu solo eri dissenziente penso che avrebbe dovuto essere approvato. Salvo distinguere tra entità del consuntivo e criterio di ripartizione.
 

Otrebla

Membro Junior
Condòmino proprietario
Avevo dimenticato la prima descrizione della sequenza da te illustrata. E direi, lascia perdere le approvazioni dei bilanci preventivi: sono solo una indicazione per stabilire gli acconti. Quello che conta sono i consuntivi.
Ora leggo alcune stranezze:



Scusa: ma di quanti millesimi disponi?
Io trovo comportamenti non coerenti tra prima e seconda tua decisione: cosa vorresti?

Inoltre: il consuntivo si approva a maggioranza: se tu solo eri dissenziente penso che avrebbe dovuto essere approvato. Salvo distinguere tra entità del consuntivo e criterio di ripartizione.
E' un gran casino...
Il consuntivo non è stato approvato perchè anche gli altri condòmini non erano convinti.
Io ho 280 mm e siamo in 4 (280+420+240+60).
Quello che mi interesserebbe sapere è se l'amministratore può riparametrare le spese andando a ritroso con le decisioni prese dall'assemblea: preventivo approvato per 4 parti uguali e consuntivo con tabelle millesimali.
 

bastimento

Membro Ordinario
Condòmino proprietario
In teoria l’amministratore fa cosa gli viene chiesto. Nel vostro caso sembra anche logico che un consuntivo non ancora approvato (non si capisce se dovuto all’insieme o al riparto) da esaminare dopo l’approvazione delle nuove tabelle, venga ripartito secondo i nuovi millesimi. Ma non esiste “la regola”: il tutto dipende dalla maggioranza. Siete voi che dovete decidere come comportarvi, in funzione delle delibere prese o non prese
 

Otrebla

Membro Junior
Condòmino proprietario
In teoria l’amministratore fa cosa gli viene chiesto. Nel vostro caso sembra anche logico che un consuntivo non ancora approvato (non si capisce se dovuto all’insieme o al riparto) da esaminare dopo l’approvazione delle nuove tabelle, venga ripartito secondo i nuovi millesimi. Ma non esiste “la regola”: il tutto dipende dalla maggioranza. Siete voi che dovete decidere come comportarvi, in funzione delle delibere prese o non prese
Ma non c'è qualche sentenza in merito?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Messaggi da Leggere

Alto