• CondominioPro.it è il primo forum italiano esclusivamente dedicato agli Amministratori di Condominio alle Imprese e ai Condòmini.

    Su CondominioPro puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti aprendo discussioni e trovare modulistica per il Condominio.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Serena Bosco

Membro Ordinario
Inquilino / Conduttore
Una decina di anni fa ho comprato un appartamento in uno stabile di nuova costruzione. Ad oggi sono stati venduti 13 appartamenti su 16, quindi 3 sono ancora di proprietà dell'impresa costruttrice.

Nel regolamento di condominio è scritto: 'L'impresa costruttrice dovrà contribuire fino alla vendita degli immobili invenduti al 50% delle spese inerenti alle sue quote millesimali'.

Vorrei sapere se questa 'regola' inserita nel regolamento di condominio dall'impresa stessa, è a norma di legge; non dovrebbe pagarsi il 100% delle sue quote millesimali invece che solo il 50%? Dato che sono passati più di 10 anni è possibile fare qualcosa? Possiamo modificare il regolamento condominiale e fare in modo che l'impresa si paghi il 100% delle spese delle sue quote millesimali degli appartamenti ancora invenduti?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
Quell'articolo è "illegale".
Un regolamento di condominio può prevedere l'esenzione totale (quindi 100%) a beneficio del costruttore, per le unità invendute, per le spese di gestione ordinaria ma limitatamente ai primi 2 esercizi.

Riunitevi e cambiate strategia.
 

Serena Bosco

Membro Ordinario
Inquilino / Conduttore
Quell'articolo è "illegale".
Un regolamento di condominio può prevedere l'esenzione totale (quindi 100%) a beneficio del costruttore, per le unità invendute, per le spese di gestione ordinaria ma limitatamente ai primi 2 esercizi.

Riunitevi e cambiate strategia.
Se può essere utile saperlo, il costruttore è lo stesso del venditore.
Dopo aver modificato il regolamento di condominio, con la maggioranza dei condòmini, e aver deciso che anche il costruttore dovrà pagare il 100% dei suoi millesimi, possiamo chiedere il rimborso degli anni precedenti escludendo solo i primi due anni nei quali il costruttore aveva diritto, per legge, all'esonero?
 

Dimaraz

Moderatore
Membro dello Staff
Altro Professionista
possiamo chiedere il rimborso degli anni precedenti escludendo solo i primi due anni nei quali il costruttore aveva diritto, per legge, all'esonero?
È una questione complessa e rischiosa...il condòmino/costruttore potrebbe impugnare le eventuali delibere e si andrebbe alla "lotteria" di una serie di processi.

Se l'esito è scontato a vostro favore per la rettifica di un nuovo regolamento di condominio ...lo è molto meno quello di un rimborso da parte del costruttore per gli anni successivi ai primi 2.

Avete approvato tutta la serie di Bilanci e singolarmente non sono più impugnabili per scadenza dei termini di "annullabilità".
Dovreste far riconoscere da un Giudice la "nullità" della clausola ma la controparte potrebbe eccepire la prescrizione al rimborso per le annualità precedenti agli ultimi 5 anni e ottenere ragione.
Il vulnus è capire la cifra in ballo.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto